Se le badanti guadagnano più degli uomini (e non c'è nulla di cui essere fiere) - La Stampa

Se le badanti guadagnano più degli uomini (e non c'è nulla di cui essere fiere)

05/07/2019 03.39.00

Se le badanti guadagnano più degli uomini (e non c'è nulla di cui essere fiere)

Secondo gli ultimi dati Inps tra i collaboratori familiari c'è una sostanziale parità di salari mentre le badanti guadagnano di più dei colleghi maschi. Ma il sommerso è di dimensioni tali da poter fornire dati del tutto diversi se diventasse ufficiale

27 Giugno 2019In Ue una donna deve lavorare 59 giorni in più per ottenere il salario guadagnato da un uomo.In Italia una donna deve lavorare 159 giorni in più di un uomose si considerano i redditi annui medi, quelli con almeno le prime qualifiche. E’ il gender gap, il divario salariale, diffuso in tutto il mondo. L’Italia non fa eccezione. Anzi. Ne fa in un solo settore, il lavoro di colf o badante. Soltanto in questo caso le donne sono in parità o persino in leggero vantaggio se lavorano come badanti, secondo quanto risulta dagli ultimi dati diffusi dall’Inps.

G7, Draghi: 'Cina è autocrazia che non aderisce alle regole multilaterali, non condivide la stessa visione del mondo delle democrazie' - Il Fatto Quotidiano Calhanoglu, c'è l'offerta dell'Atletico Madrid Sparatoria Ardea, morto suicida il killer che si era barricato in casa - Tgcom24

Il 43,5% dei domestici maschi guadagna meno di 5mila euro, contro il 40,6% delle femmine. Tra le colf, sia uomini che donne guadagnano tra i mille e i duemila euro.Tra le badanti, invece, la maggior parte guadagna dai 13mila euro in su, ma circa una donna su tre (il 31,6% ) ha una retribuzione uguale o superiore ai 10mila euro annui, una cifra guadagnata soltanto da un uomo su quattro (il 25,3%).

Dietro il superamento dei salari c'è uno dei settori femminili nei secoli. Quasi 9 su 10 persone impiegate nel lavoro domestico sono donne. Nella categoria badanti sono il 94% del totale e a poco vale l’aumento degli uomini impiegati nella cura degli anziani in questi ultimi anni: si tratta di cifre irrisorie, continuano a rappresentare una quota marginale del settore. Sono comunque ancora in pochi gli uomini disposti a fare questo tipo di lavori, s headtopics.com

ono poco richiesti sul mercato rispetto alle donne, e i loro stipendi ne risentono, almeno tra quelli ufficiali.“Il lavoro nero ha percentuali altissimee colpisce in primo luogo le lavoratrici”, ricorda Assindatcolf. Fa bene a sottolinearlo. E’ il mercato sommerso il vero fantasma di questo settore, quello che non permette di avere se non un’idea approssimativa delle sue dimensioni e della sua struttura interna. Sono sei su dieci i lavoratori irregolari tra le mura di casa, considerando colf, badanti e baby sitter, secondo la più recente ricerca Censis- Assindatcolf.

Vuol dire che ci sono 864.526 lavoratori regolari ma anche circa 1,1 milioni di irregolaripagati in nero, senza contributo né assicurazione. Nessuno sa quanto vengano pagati davvero né se lo siano più o meno degli uomini. Leggi di più: La Stampa »

Cos'è il certificato europeo Covid e come funziona. VIDEO - Sky TG24

Guarda Cos'è il certificato europeo Covid e come funziona su Sky Video - Sky TG24

La Stampa cambia: ecco la casa trasparente dell’informazione digitale - La Stampa - News dall'Italia e dal mondoUn giornale digitale tutto nuovo. La Stampa cambia aspetto e sostanza: un progetto cominciato un anno fa con il restyling del giornale cartaceo e il lancio delle Top News che oggi approda anche sulla nostra home page. Abbiamo lavorato su un design il più possibile chiaro ed essenziale, che porti in primo piano i singoli contenuti e riorganizzato le pagine. La parte più impegnativa, però, non si conclude con il nuovo design: al contrario, la home page nuova è il punto di partenza di un cantiere che procederà nei prossimi mesi.Il cardine di questa seconda trasformazione è la trasparenza. La principale caratteristica dei giornali digitali è l’immediatezza del contatto con il pubblico: per un giornalista, una risorsa inestimabile. Moltiplicheremo i canali – e i momenti – di scambio diretto, valorizzeremo i commenti del lettori sotto i nostri articoli perché crediamo che questo sia uno dei punti che qualificano il giornale digitale. Chi legge può interagire all’istante, chi scrive può (e deve) tenere conto dell’interazione in tempo reale. Correggere il tiro, controllare, aggiungere elementi che sono sfuggiti al primo sguardo, integrare le nostre opinioni con quelle di chi ci legge. E anche raccontare ai nostri lettori come funziona il nostro lavoro: nell’era dell’informazione (quasi) istantanea e del social network condividere i metodi che seguiamo per fare il nostro lavoro e i trucchi del mestiere è diventato importante. Cercheremo di somigliare il più possibile a un ristorante con la cucina in vista.Il secondo punto fondamentale sono i nuovi mezzi. Negli ultimi anni, con la parte digitale, La Stampa ha imparato a raccontare il mondo ai suoi lettori attraverso i video. Quindici anni fa una produzione video dentro la redazione di un quotidiano sembrava fantascienza, oggi è lavoro di tutti i giorni. Ora ci avviamo verso la stagione dei podcast, i giornali (digitali) che parlano: i nostri lettori conoscono bene il servizio PodLast, uno strumento che negli ultimi due anni è Si ma cambia anche cominciando a scrivere una riga su Bibbiano o la censura continua?

Dalla creazione di Android ai filmini “hard”, la parabola (milionaria) di Andy Rubin - La StampaDalla creazione di Android ai filmini “hard”, la parabola (milionaria) di Andy Rubin

Pressioni per far comprare al papà la casa popolare: indagata l'ex deputata del Pd - La Stampa'Pressioni per far comprare al papà la casa popolare': indagata l'ex deputata del Pd Strano, sarebbe la prima indagata del Pd della storia Onestona come i grilli Che tristezza.

Solidarietà del Cdr della Stampa al giornalista Gervasoni per le minacce ricevute sul web - La StampaIl Cdr de La Stampa esprime solidarietà al nostro collaboratore Federico Gervasoni per le nuove minacce di morte di cui è stato oggetto sul web negli ultimi giorni. Gervasoni era già stato vittima di pesanti intimidazioni, un anno fa, in seguito ad un articolo (“Vino, risate e saluti romani: Avanguardia Nazionale rinasce in trattoria”) pubblicato sul nostro sito. In questi ultimi giorni, in seguito all’uscita di un suo libro sul neofascismo a Brescia, Gervasoni è stato nuovamente oggetto di preoccupanti minacce denunciate all’autorità giudiziaria. Non ho letto gli articoli ne il libro di Gervasoni. Mi sento di esprimere però la massima solidarietà del il vostro collega. Auguriamoci che questi delinquenti vengano finalmente individuati e puniti dalla magistratura. L’espressione deve essere libera e garantita. Non mollare 👍

Putin in Italia tra i timori degli americani - La Stampa - News dall'Italia e dal mondoIncontri con il Papa, Di Maio, Salvini e Mattarella Agenzia_Ansa Corriere Unomattina skytg24 tg2rai Ricordiamo che Putin è dittatore nemico della Democrazia e quindi nemico dell'Italia, sponsor del boia delle armichimiche Assad e riferimento di dubbi oligarchi in Russia. Benvenuto in Italia.

Champions in chiaro su Canale 5 per due stagioni - La Stampa - News dall'Italia e dal PiemonteSarà trasmessa una delle partite del mercoledì. Lo ha annunciato Pier Silvio Berlusconi: «Abbiamo l’accordo con Sky»