Primo sì allo Ius Scholae, atteso da oltre 1 milione  - Politica

28/06/2022 23:06:00

Arriva in aula dopo il via libera della Commissione Affari Costituzionali della Camera. Maggioranza si spacca. Lega-Fdi: 'E' ius soli mascherato' (ANSA)

Via libera dalla Commissione Affari costituzionali della Camera alla proposta di legge sulla cittadinanza sulla base dello Ius scholae. La maggioranza si spacca sul voto. Il testo arriva domani in Aula per la discussione generale. ANSA

Arriva in aula dopo il via libera della Commissione Affari Costituzionali della Camera. Maggioranza si spacca. Lega-Fdi: 'E' ius soli mascherato' (ANSA)

Ius scholae, a Roma flash mob: 'Oltre un milione lo attendono'In base a quanto previsto dai Capigruppo della Camera, il 29 giugno si inizierà con la discussione generale. Il testo punta a riconoscere il ruolo della scuola consentendo a quasi un milione di under 18 (nati in Italia o arrivati entro i 12 anni) la possibilità di chiedere la cittadinanza italiana dopo aver frequentato"almeno 5 anni di scuola". Dare ai ragazzi la cittadinanza anche prima della maggiore età mette d'accordo tutto il centrosinistra (a favore sono M5S e Pd, Leu e Italia Viva) ma potrebbe spaccare il centrodestra.

Leggi di più:
Agenzia ANSA »

Natale: Trieste si accende di luci, 24 abeti in piazza Unità - Friuli V. G.

Cerimonia nel pomeriggio, la città è addobbata (ANSA) Leggi di più >>

Le merde di sx trovano voti ma andate a farvi fottere Civiltà e per quelli risparmi pensioni degli immigrati che il vostro mafioso paese di merda gli ha rubato nel 2002 quando intendete restituirli anche noi abbiamo spese, abbiamo moglie e figli da curare e nutrire; soffriamo l'aumento di tutti i prezzi. e quelli soldi sono nostri.

Non fateci caso si sa che Salvini poi come al solito cala le braghe ed accetta

Ius scholae, Camera: ok commissione al mandato al relatore, maggioranza si spaccaIl testo punta a riconoscere a quasi un milione di under 18 (nati in Italia o arrivati entro i 12 anni) la possibilità di chiedere la cittadinanza italiana dopo aver frequentato almeno 5 anni di scuola Ma vaffanculo va…

Ius scholae, Mauri (Pd): 'Non è una battaglia ideologica ma di civiltà'La proposta di legge sulla cittadinanza italiana per chi frequenta un ciclo scolastico di cinque anni arriva alla Camera, tra l&39;ostruzionismo di Lega e FdI. "Non sarà un documento automatico ma andrà richiesto dalle famiglie. Emarginare un ragazzo italiano solo per ideologia è un’ingiustizia”, ci dice il deputato dem  filippo_passeri E I genitori? Dove esiste cercano di toglierlo ma va fa

'A Bologna ius soli per statuto'. Esposto Fdi: 'La cittadinanza non si regala'Il capogruppo di Fratelli d'Italia in consiglio comunale presenta un esposto contro la decisione del sindaco Matteo Lepore di inserire lo ius soli nello statuto di Bologna: 'La cittadinanza è una cosa seria, non possiamo regalarla' PD sindrome Tafazzi ? Com'è facile regalare la cittadinanza italiana a chi non sa cosa significa essere italiano da parte di chi non merita di essere italiano! LbbS7adtyx23R1sQLzSgjUELzHAT5mrKrj se volete mandarmi litoshi... 🥰

Enrico Letta: “Una vittoria contro il populismo. Ma adesso serve un nuovo Ulivo. Giù le tasse sul lavoro e Ius Scholae”Il segretario del Pd: «Non approvare la cittadinanza sarebbe un atto crudele. Con l’extra-gettito diamo ai lavoratori una mensilità in più a fine 2022» 60% non votante… un partito immenso. Questo dovrebbe preoccuparvi, va voi guardate le briciole poveri stolti. Le puttanate che dice sto tipo non hanno limiti! Pirro docet..

Ius scholae, Mauri (Pd): 'Non è una battaglia ideologica ma di civiltà'La proposta di legge sulla cittadinanza italiana per chi frequenta un ciclo scolastico di cinque anni arriva alla Camera, tra l&39;ostruzionismo di Lega e FdI. "Non sarà un documento automatico ma andrà richiesto dalle famiglie. Emarginare un ragazzo italiano solo per ideologia è un’ingiustizia”, ci dice il deputato dem  filippo_passeri E I genitori? Dove esiste cercano di toglierlo ma va fa

Ius scholae, Camera: ok commissione al mandato al relatore, maggioranza si spaccaIl testo punta a riconoscere a quasi un milione di under 18 (nati in Italia o arrivati entro i 12 anni) la possibilità di chiedere la cittadinanza italiana dopo aver frequentato almeno 5 anni di scuola Ma vaffanculo va…

La Commissione Affari costituzionali della Camera ha dato il via libera alla proposta di legge sulla cittadinanza sulla base dello Ius scholae, votando il mandato al relatore a riferire in Aula.Il testo punta a riconoscere a quasi un milione di under 18 (nati in Italia o arrivati entro i 12 anni) la possibilità di chiedere la cittadinanza italiana dopo aver frequentato almeno 5 anni di scuola commenta Ansa La Commissione Affari costituzionali della Camera ha dato il via libera alla proposta di legge sulla cittadinanza sulla base dello ius scholae , votando il mandato al relatore a riferire in Aula.la proposta di legge sulla cittadinanza che mira a introdurre lo “ius scholae”."Le modifiche allo statuto comunale volute dal sindaco Matteo Lepore non rappresentano soltanto un’operazione ideologica e strumentale ma contengono anche violazioni di carattere normativo, per questo abbiamo deciso di presentare un esposto al prefetto di Bologna" .

In base a quanto deciso nell'ultima capigruppo della Camera, il testo approderà nell'Assemblea di Montecitorio nel pomeriggio, con la discussione generale. La maggioranza si spacca sul voto. La maggioranza si è spaccata sul voto : la Lega ha votato contro il testo con Fdi. La Lega vota contro il testo con Fdi. Lega e Fratelli d’Italia, che hanno presentato 700 emendamenti in commissione, stanno facendo una battaglia contro un diritto che dovrebbe essere garantito. Per Fi, Annagrazia Calabria ha votato contro e Renata Polverini a favore.   Leggi Anche Ius Scholae, dopo 5 anni di scuola cittadinanza italiana ai minori stranieri: lo chiede una proposta di legge   Dare ai ragazzi la cittadinanza anche prima della maggiore età mette d'accordo tutto il centrosinistra (a favore sono M5S e Pd, Leu e Italia Viva) ma potrebbe spaccare il centrodestra. Ius scholae, a Roma flash mob: 'Oltre un milione lo attendono' In base a quanto previsto dai Capigruppo della Camera, il 29 giugno si inizierà con la discussione generale. "È molto grave – va avanti – che sia stata inserita nello statuto del comune una regola del genere senza un consenso generale" .

Il testo punta a riconoscere il ruolo della scuola consentendo a quasi un milione di under 18 (nati in Italia o arrivati entro i 12 anni) la possibilità di chiedere la cittadinanza italiana dopo aver frequentato"almeno 5 anni di scuola".   "Nel testo unico Pd-M5S la manifestazione di volontà è dei genitori stranieri e non dei ragazzi, il minore non è neppure ascoltato o considerato ma diventa uno strumento per un lasciapassare alla cittadinanza facile. Emarginare un ragazzo italiano solo per ideologia è un’ingiustizia”. Dare ai ragazzi la cittadinanza anche prima della maggiore età mette d'accordo tutto il centrosinistra (a favore sono M5S e Pd, Leu e Italia Viva) ma potrebbe spaccare il centrodestra. Se Forza Italia, che ha votato in commissione l'adozione di un testo base, ha una posizione più"dialogante" Lega e Fratelli d'Italia fanno muro: la cittadinanza"non è un biglietto a premi" e"si decide a 18 anni", ha detto Matteo Salvini mentre per Fdi si tratta di"uno ius soli mascherato". Il riferimento è al Consiglio comunale di Bologna che ha modificato il suo Statuto introducendo, appunto, il riconoscimento della cittadinanza onoraria per i minori stranieri."Nel testo unico Pd-M5S la manifestazione di volontà è dei genitori stranieri e non dei ragazzi, il minore non è neppure ascoltato o considerato ma diventa uno strumento per un lasciapassare alla cittadinanza facile. Il range che abbiamo scelto si riferisce solo alla scuola, ma ci sono tutti gli altri anni che i bambini passano all’interno di comunità italiane. E' uno Ius soli neanche troppo mascherato e l'iniziativa ideologica sullo statuto del comune di Bologna ne è la conferma", dicono i deputati di Fdi, Emanuele Prisco e Augusta Montaruli. Con un emendamento a dir poco folle del Pd al cosiddetto ius scholae, si vorrebbe consentire a un solo genitore straniero, residente nel nostro Paese, la possibilità di chiedere e ottenere la cittadinanza italiana per il proprio figlio indipendentemente dalla volontà del coniuge e del diretto interessato. "È un pezzo di carta che viene dato e, cosa più grave, non viene richiesto dai destinatari.

Il riferimento è al consiglio comunale di Bologna che ha modificato il suo Statuto introducendo, appunto, il riconoscimento della cittadinanza onoraria per i minori stranieri. Proprio alla vigilia del voto si è svolto in piazza Capranica, a pochi passi da Montecitorio, un flash mob organizzato dalla Rete per la riforma della cittadinanza: in piazza è stato celebrato un matrimonio tra l'Italia e oltre un milione di giovani ancora senza cittadinanza.     Proprio alla vigilia del voto si è svolto in piazza Capranica, a pochi passi da Montecitorio, un flash mob organizzato dalla Rete per la riforma della cittadinanza: in piazza è stato celebrato un matrimonio tra l'Italia e oltre un milione di giovani ancora senza cittadinanza. Matteo Salvini protesta dicendo che la cittadinanza è una cosa importante che va decisa quando si diventa maggiorenni, come la patente. Sotto un arco floreale attivisti e attiviste hanno condiviso le promesse nuziali, simbolo delle aspettative di cambiamento in caso di approvazione della Riforma, alla presenza di testimoni come la modella e attivista Bianca Balti, la designer Stella Jean e Alberto Guidetti (Bebo) de lo Stato Sociale."Italia, promettimi che 877 mila studenti riceveranno la cittadinanza, che mi considererai uguale ai miei compagni, che potrò andare a votare per la prima volta, che potrò indossare la maglia degli azzurri e non dovrò più stare in panchina", sono alcune tra le promesse espresse dagli attivisti arrivati da tutta l'Italia. Dal canto suo l'assessora alle Politiche Sociali e alla Salute di Roma, Barbara Funari, intervenendo alla manifestazione ha affermato che la Capitale"è pronta a dire sì e a stare dalla parte giusta della storia. E soprattutto la cittadinanza non scatterà automaticamente alla conclusione del ciclo di studi, ma dovrà essere richiesta dal bambino e dai genitori. "Il risultato, però – sottolinea – sarà solo una grande confusione per quei ragazzi che saranno convinti di diventare cittadini dall’oggi al domani" .

Abbiamo tanti bambini e cittadini che sono già romani e aspettano solo il riconoscimento legislativo. Nella Capitale sono più del 13% i minori residenti in attesa della cittadinanza. La norma deve essere approvata al più presto e come Comune ci impegniamo ad applicarla nel modo migliore possibile". La nostra è una battaglia sui diritti e sull’allargamento di questi ultimi. .