Spettacolo%2Cpalcoscenico

È morto Peter Schreier, primo grande tenore tedesco - La Stampa

Aveva 84 anni. Cantante lirico interprete di memorabili spettacoli d'opera nei maggiori teatri europei e costante presenza per oltre un trentennio al festival di Salisburgo. Celebre la sua frase «un giorno senza musica è un giorno sprecato»

27/12/2019 15.49.00
Spettacolo%2Cpalcoscenico

Aveva 84 anni. Cantante lirico interprete di memorabili spettacoli d'opera nei maggiori teatri europei e costante presenza per oltre un trentennio al festival di Salisburgo. Celebre la sua frase «un giorno senza musica è un giorno sprecato».

Aveva 84 anni. Cantante lirico interprete di memorabili spettacoli d'opera nei maggiori teatri europei e costante presenza per oltre un trentennio al festival di Salisburgo. Celebre la sua frase «un giorno senza musica è un giorno sprecato»

13:12Il tenore e direttore d'orchestra tedesco Peter Schreier, cantante lirico interprete di memorabili spettacoli d'opera nei maggiori teatri europei, da Berlino a Vienna, Salisburgo, New York e Milano, e costante presenza per oltre un trentennio al festival di Salisburgo, è morto a Dresda, in seguito a una lunga malattia all'età di 84 anni. Dopo una lunga e prestigiosa carriera come tenore specializzato nel repertorio melodrammatico tedesco, come direttore d'orchestra debuttò a Salisburgo nel 1987 dirigendo più volte opere di Beethoven e Mozart.

Il Vaticano si scaglia contro il ddl Zan: «Fermate la legge, viola il Concordato» Covid, stop obbligo mascherine all'aperto in zona bianca dal 28 giugno Netflix: accordo con Spielberg per diversi film all'anno

Si era ritirato dalla scena operistica a 65 anni, nel 2000, aveva continuato a tenere recital per poi dedicarsi all'insegnamento, fino a quando i problemi di salute hanno avuto il sopravvento. Soffriva di problemi cardiaci e di diabete. Come direttore fu particolarmente appassionato delle opere di Bach e Mozart. Una sua frase celebre, ricordata dall'agenzia tedesca Dpa era «un giorno senza musica è un giorno sprecato». Il ministro della Cultura tedesco Monika Gruetters ha scritto in un tweet che la Germania "ha perso un grande musicista e una delle voci più straordinarie del nostro Paese".

Nel 2001 per il Teatro La Fenice di Venezia diresse la "Passione secondo Giovanni" di Bach nella Basilica di San Marco, sua ultima grande apparizione come maestro sul podio. Nato a Meissen il 29 luglio 1935, Schreier fu il primo grande tenore della Germania dell'Est debuttando a Dresda nel 1959 nel "Fidelio" di Beethoven. Al Festival di Bayreuth esordì nel 1966 nel repertorio di Richard Wagner nel "Tristan und Isolde" diretto da Karl Böhm; nel 1967 fece la sua prima apparizione all'Opera di Vienna ne "Il flauto magico" di Mozart recitando come Tamino, ruolo che riprese lo stesso anno al Metropolitan Opera House di New York. Al Teatro alla Scala di Milano nel 1968 fu Idamante nella prima di "Idomeneo, re di Creta" di Mozart diretto da Wolfgang Sawallisch con Margherita Rinaldi, Leyla Gencer e Nicola Zaccaria.  headtopics.com

Dal 1969 Schreier divenne una presenza costante del festival di Salisburgo, tenendo recital e recitando nelle maggiori opere liriche. Nel 1972 cantò il Requiem di Mozart diretto da Daniel Barenboim con Margherita Rinaldi, Franca Mattiucci e Berry alla Scala. Nel 1976 vestì i panni di Ferrando nella prima di "Così fan tutte" diretto da Böhm con Margaret Price, Agnes Baltsa, Prey e Rolando Panerai alla Scala. Ancora alla Scala nel 1979 cantò "Die schöne Müllerin". All'Edinburgh International Festival nel 1981 è l'Evangelista nella "Passione secondo Matteo" diretto da Claudio Abbado con Margaret Price e Jessye Norman. Nel 1984 venne insignito dell'Ordine al merito per la patria dalla Ddr (Germania dell'Est); nel 1988 vinse il Premio musicale Léonie Sonning ed il Premio Ernst von Siemens. 

©RIPRODUZIONE RISERVATAQui andrà inserito il messaggio del Direttore, esempio:"Chiunque ha il diritto alla libertà di opinione ed espressione; questo diritto include libertà a sostenere personali opinioni senza interferenze...."

Leggi di più: La Stampa »

Cos'è il certificato europeo Covid e come funziona. VIDEO - Sky TG24

Guarda Cos'è il certificato europeo Covid e come funziona su Sky Video - Sky TG24

E’ morto Paolo Pesando, l’oculista che curava poveri e bambini - La StampaAveva 69 anni. Originario di Ivrea era tra i più stimati e conosciuti professionisti del settore in Piemonte. Era impegnato in una missione umanitaria in Messico. ♥️🙏 EugenioCardi I migliori se ne vanno Grazie di tutto. R.i.p. ❤⚘⚘⚘

La Cassazione: coltivare Cannabis non è reato - La StampaI paletti della minima quantità e dell’uso personale. Per la Suprema Corte la salute pubblica non può risultare pregiudicata dal singolo che fa crescere in casa una piantina di marijuana.

Santo Stefano, perché festeggiamo il 26 dicembre? - VanityFair.itSanto Stefano è il primo martire della cristianità, è lui che si ricorda nella giornata del 26 dicembre, festiva però anche in molti altri paesi

Per due settimane Torino è capitale del tango - La StampaTORINO. Dal oggi, giorno di Santo Stefano, al 6 gennaio, giorno dell'Epifania, Torino si trasforma nella capitale internazionale del tango. «Torino Anima Tango» porta all’Albobaraldo di via Parma 29/ b maestri tangueri da tutto il mondo. Ospiti speciali: Fernando Andres Rodriguez ed Estefania Belen Gomez, la coppia vincitrice della competizione mondiale di tango che si è tenuta a Buenos Aires lo scorso agosto. Durante le due settimane di danza, sono previsti anche eventi speciali come il «tangoaperitivo» per gli spettacoli pomeridiani, tra le 17 e le 18, e il «controcapodanno», la notte di San Silvestro. Un modo alternativo di passare la serata: cenone e balli assicurati e compresi nel prezzo. Sono previste lezioni per principianti con i maestri consentono agli appassionati di perfezionare i loro passi nei seminari dedicati rispettivamente a tango, milonga e vals e nelle ore di pratica sotto la guida di coppie di professionisti famosi, come Tanya Gutierrez e Sebastian Avendano, Estefania Gomez e Fernando Rodriguez, Giusy Santoro e Diego Ledesma, Leslie Folcarelli e Thomas Barbier e gli immancabili Los Guardiola. La rassegna si chiude all’Epifania con uno dei vari ' tangoaperitivi' a partire dalle 17.30. Dal 13 gennaio ad aprile riparte invece l’Ateneo del tango.

Ibrahimovic è tornato, giocherà nel Milan per 6 mesi - La StampaL’attaccante svedese ha scelto l’Italia per la nuova avventura europea dopo l’esperienza in Mls. La firma attesa entro 24 ore

Belinelli, Magnini e Vonn: a Natale il regalo è una proposta di nozze - La StampaProposta di matrimonio sotto l'albero. Il campione Nba Marco Belinelli, l'ex numero del nuoto Filippo Magnini e la regina delle nevi, Lindsay Vonn, hanno scelto il giorno di Natale per annunciare il grande passo, naturalmente sui social, e con una formula che accomuna tutti: «Ha detto sì...» hanno scritto il cestista e il nuotatore riferendosi alle fidanzate. «Ha detto si» scrive l'americana che ha spiazzato tutti regalando l'anello di fidanzamento al campione di hockey Subban. Insomma voglia di nozze e missione compiuta: Belinelli sposerà la sua storica fidanzata, Martina Serapini, che da due anni lo ha seguito negli Usa, a San Antonio: la guardia degli Spurs, 33 anni, unico italiano ad aver vinto il titolo del basket oltreoceano, ha condiviso la foto che ritrae la foto della mano della compagna sulla sua e un vistoso anello di fidanzamento. «Buon Natale a tutti, ha detto sì» scrive il campione Nba. E giù una valanga di congratulazioni da amici e fan. Visualizza questo post su Instagram Merry Christmas from the Beli’s She said Yes 😍 Un post condiviso da Marco Belinelli (mbeli21) in data: 25 Dic 2019 alle ore 12:31 PST Stessa scelta per Magnini che legato all'ex velina, Giorgia Palmas dal marzo 2018, non aveva nascosto negli ultimi mesi il desiderio del matrimonio. E così dopo aver fatto le prove generali a inizio dicembre con una foto che lo ritraeva con la dolce metà già in abito bianco, l'albero di Natale sullo sfondo e la dedica «I sogni sono desideri di felicità», adesso ha ufficializzato il grande passo. «She said yes...» scrive Re Magno, postando una foto abbracciato con la Palmas e circondato da alberi addobbati. «Sono la persona più felice del mondo - l'immediata replica, sempre via social della futura sposa -. Sono tanto emozionata, ed è difficile trovare le parole giuste per descrivere la meraviglia di questo momento ma so per certo che questo Natale rimarrà nel mio cuore per sempre, magico e indimenticabile ed io, anzi noi, abbiamo vissuto una favola. romantico con il fotografo dietro. Patetici.