Raoul Bova, il primo romanzo: «Ho scritto per ricordare le cose belle» - VanityFair.it

Ha raccontato che a 13 anni non dormiva la notte per paura della morte, Raoul Bova si confessa come mai prima

18/10/2020 14.00.00

Ha raccontato che a 13 anni non dormiva la notte per paura della morte, Raoul Bova si confessa come mai prima

L'attore è in libreria con il suo primo romanzo «Le regole dell'acqua» (Rizzoli): un racconto sincero dai suoi 13 anni ad oggi

«Le regole dell’acqua»(Rizzoli). «Mi chiedevano di farlo da quando avevo 25 anni, ma non volevo essere banale. Adesso, però, avevo un po’ di cose da raccontare», ha spiegato in una lunga intervista alCorriere della Sera.Un romanzo dedicato ai suoi quattro figli

Il Vaticano si scaglia contro il ddl Zan: «Fermate la legge, viola il Concordato» Covid, stop obbligo mascherine all'aperto in zona bianca dal 28 giugno Netflix: accordo con Spielberg per diversi film all'anno

, Alessandro e Francesco, nati dal matrimonio con Chiara Giordano, e Luna e Alma, avute dalla compagna Rocío Muñoz Morales.Un racconto sincero in cui Raoul Bova lascia uscire le sue emozioni insieme alle parole e ai ricordi. Quelli di quando aveva 13 anni e la notte non dormiva a causa degli incubi e la paura della morte, fino a quelli più recenti legati alla perdita a poco tempo di distanza l’uno dall’altro, di entrambi i suoi genitori.

«Queste cose, prima che succedano, non le puoi neanche immaginare. Non riesci a farti un’idea del dolore che proverai.Dopo, attraversi tutte le fasi: dal sentirti perso al sentirti solo. Vedi crollare le fondamenta, ti mancano gli sguardi di approvazione o di rimprovero che ti avevano sempre fatto sentire un figlio». E scrivere lo ha aiutato a riportare alla mente i ricordi belli, quelli da salvare. «Il libro è stato una valvola di scarico e rimessa a punto. headtopics.com

Mi sono detto: cominciamo a ricordare le cose belle. Era arrivato il momento che il bambino crescesse e diventasse uomo.Ritrovare gli sguardi, le risate, le lezioni dei miei genitori mi ha fatto capire che resteranno per sempre dentro di me».Del padre, insieme ai ricordi preziosi di una vita, Raoul Bova conserva i sughi al pomodoro in credenza. «Le tengo per ricordo. Altre le ho utilizzate. Era meticoloso, mi piaceva la sua calligrafia, aveva una sua eleganza anche in stampatello: scriveva l’anno, la qualità del pomodoro, era molto preciso». Non è riuscito a salutarlo, prima della morte, così com’è accaduto per sua madre, morta in ospedale in seguito all’aggravarsi di un’ulcera. «Era entrata all’ospedale per quella che sembrava un’ulcera e invece si è aggravata. Usava già l’ossigeno. Penso sia morta di Covid, ma ancora non era esplosa l’epidemia, è solo una ricostruzione che mi sono fatto nelle notti insonni.

Il giorno che mamma è morta mi sono rotto la gamba destra.Una semplice storta sulle foglie bagnate, ero a Torino per lavoro. Penso sia stato il dolore: mi aveva spezzato».Di recente l’attore ha pubblicato sul suo profiloAlessandro e Francesco nati dal matrimonio con Chiara Giordano. «Entrambi fanno i fratelli maggiori», ha raccontato al

Corriere della Sera, riferendosi al rapporto con le due sorelle Luna ed Alma.«Rispetto per i figli significa ascoltarli e non imporre nulla che non sentano davvero. Così ho aspettato che si sentissero liberi di vederle e oggi sono felice. Tante volte mi sono domandato o accusato e giudicato come poco forte su alcune decisioni e invece la mia strada e il mio modo di essere sta portando i suoi frutti. I miei figli sono felici, si stanno conoscendo, stanno cominciando a volersi bene e questo è un passo che ne porterà un altro e ancora uno».

Leggi di più: Vanity Fair Italia »

Cos'è il certificato europeo Covid e come funziona. VIDEO - Sky TG24

Guarda Cos'è il certificato europeo Covid e come funziona su Sky Video - Sky TG24

Raoul Bova: «È bello vedere i miei 4 figli che iniziano a volersi bene»L’attore: «Conservo i sughi di mio padre, sono un ricordo del suo amore. Quando è mancata anche mia mamma mi sono rotto una gamba mentre camminavo: il dolore mi aveva spezzato». Il 20 ottobre esce il libro «Le regole dell’acqua» (Rizzoli) U suco perpetuo de nonna merda?

Skin: «Ho lottato per non diventare un cliché» - VanityFair.itIn «It Takes Blood and Guts», la sua autobiografia pubblicata da Solferino, Skin parla per la prima volta della sua vita privata senza filtri: dalla scoperta della sua sessualità al razzismo, dal successo con gli Skunk Anansie al suo lato femminista. Noi l'abbiamo intervistata, ecco cosa ci ha raccontato

«Viva gli sposi» (anche se in piena pandemia): le foto - VanityFair.itIl portale This is Reportage ha raccolto le più belle foto documentaristiche realizzate per raccontare i matrimoni che si sono svolti nel 2020, nonostante il coronavirus

Cucina Milanese Contemporanea, il nuovo libro che diventerà un classico - VanityFair.itFirmato dallo chef Cesare Battisti e dal giornalista Gabriele Zanatta, è un libro che fa il punto sulle ricette della tradizone pensate con tecniche e cotture nuove. Un piccolo atlante del gusto cittadino da avere e consultare a casa per tutti quelli che, anche se non lo sono, si sentono un po' milanesi

Covid, il vicesindaco ricoverato negli Usa: «Un conto da centomila dollari» - VanityFair.itIl racconto di Francesco Persico, ricoverato per Covid a inizio marzo a New York e rientrato in Italia dopo circa un mese. «Per fortuna, ero assicurato» 🧐🧐🧐 Sembra di capire che abbia pagato l’assicurazione.

Elezioni Usa, Jennifer Lopez e il marito Alex Rodriguez al fianco di Joe Biden - VanityFair.itIn vista delle presidenziali Usa del 3 novembre, JLo e il marito Alex Rodriguez hanno pubblicamente appoggiato il candidato del partito democratico Joe Biden