Usa, Usa

Morte Soleimani, proteste davanti a Casa Bianca e in 70 città Usa - Tgcom24

Morte Soleimani, proteste davanti a Casa Bianca e in 70 città Usa #usa

04/01/2020 23.07.00
Usa, Usa, Iran, Proteste

Morte Soleimani, proteste davanti a Casa Bianca e in 70 città Usa usa

Proteste in oltre 70 città americane dopo il raid Usa in cui è rimasto ucciso il generale iraniano Qassem Soleimani. Centinaia di persone si sono radunate davanti alla Casa Bianca, dove ha preso la parola anche l'attrice-a...

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazioneGrazie per il tuo commentoIl commento verrà postato sulla tua timeline FacebookRegole per i commentiI commenti in questa pagina vengono controllati

La seconda vita della verdura imperfetta Austria: come gioca l'avversaria dell'Italia agli ottavi La classifica marcatori 'per club' agli Europei

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspreIn particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni- Più in generale violino i diritti di terzi- Promuovano attività illegali- Promuovano prodotti o servizi commerciali headtopics.com

Leggi di più: Tgcom24 »

Noi domani, la scuola che verrà. Le animazioni tratte dal concorso di scrittura Zanichelli -Scuola Holden | Sky TG24

Sky TG24 ha tradotto in illustrazioni animate due tra gli scritti scelti e poi pubblicati sul sito Zanichelli (qui potete leggere tutti i testi). Le due puntate della serie NOI DOMANI sono a cura di Andrea Dambrosio e Fabio Vitale.

Chi protesta! Sono quelli che hanno dato il via alle primavere arabe. Con tutte le conseguenze che ancora oggi rendono instabile il Medio Oriente. 'Libia' Democratici Americani pieni di odio e risentimento. Perché Trump non manda a casa loro uno di questi macellai Le uniche bombe che andavano bene agli attivisti erano quelle del premio Nobel Barack🤗🎄

Uno Bianca, Alberto Savi in permesso per NataleL’ex killer ha lasciato per qualche giorno il carcere di Padova dove è detenuto per andare a casa della compagna. L’associazione dei familiari delle vittime: amarezza no, scusate, non si tratta di un ex-killer. É un killer, che stá scontando come é giusto che sia la sua pena in carcere ! ed il permesso di Natale é tanta concessione !! é troppa concessione ! Qual è la notizia... la legge lo prevede... Killer o ex killer che cambia? È un uomo che sta scontando la sua pena e la legge prevede alcune concessioni. Non vedo lo scandalo di un permesso per il giorno di Natale, suvvia!

Attacco all’arma bianca a Villejuif: 2 feriti e un mortoL’attentatore ha urlato «Allah Akbar» prima di scagliarsi contro le le 3 vittime. Dopo il blitz, ha provato a fuggire ma è stato ucciso dalla polizia

Svizzera, pagato il lavoro svolto durante il tragitto casa-ufficio | Sky TG24Leggi su Sky Tg24 l’articolo Svizzera, pagato il lavoro svolto durante il tragitto casa-ufficio | Sky TG24 Noi paghiamo Salvini pure per il tragitto Papeete osteria !! Detta così é solo uno specchietto per allodole. . Italia Contratto metalmeccanici Il tempo di viaggio viene pagato 85% della paga ordinaria pizzaspaghettimandolinomafia

Una casa per i rom di FerentariNegli ultimi due o tre anni ogni fine settimana siamo in diverse decine a fare volontariato nella zona più malfamata di Bucarest, aiutando i bambini più sfortunati della città a fare i compiti. Questo ha dato fastidio a qualche potente. Leggi Dove si possono mandare donazioni?

5 antipasti francesi (facili e veloci) da fare a casa - VanityFair.itDai popover al Brie alle cozze con salsa al Roquefort, ecco 5 mangiarini francesi da fare «très rapidement» per un antipasto come in Saint-Germain-des-Prés

Francesca Calissoni: «Un giovanotto mi arruolò a casa di Clara Agnelli: era Gianni Versace»È la figlia secondogenita di Anna Bulgari e sorella di Giorgio, rapiti dall’anonima sarda nel 1983. La «spinta» chiesta a Jack Nicholson una sera a Los Angeles