Merkel tenta l’ultima magia: salvare il soldato Armin Laschet

Merkel tenta l’ultima magia: salvare il soldato Armin Laschet

22/09/2021 01.16.00

Merkel tenta l’ultima magia: salvare il soldato Armin Laschet

Con la cancelliera e il candidato del suo partito sul Mare del Nord, dove Angela Merkel viene eletta dal 1990. Ma le speranze di passargli il testimone sono sempre meno

, solidamente attestata intorno al 26%.Un diluvio impietoso e anche molti fischi accolgono Merkel nella città anseatica, dove nel 2006 fece da guida a un estasiato George W. Bush.Tutti ricordano il barbecuein cui l’allora presidente americano si occupò personalmente delle bistecche di maiale, girandole e rigirandole come solo un texano sa fare, sotto lo sguardo divertito della cancelliera. E quando un giornalista gli chiese se avrebbe fatto la stessa cosa con

Fisco, Di Maio: “Abbassare le tasse non è più rinviabile” Covid, variante Omicron si chiamerebbe così per non offendere la Cina In Edicola sul Fatto Quotidiano del 28 Novembre: Omicron c’è da luglio, ma all’Africa zero dosi - Il Fatto Quotidiano

Vladimir Putin, che doveva incontrare il giorno dopo, Bush rispose. «I am looking forward to that pig». Nel senso dell’arrosto, probabilmente.Fra il pubblico c’è ancheWolfhard Molkentin, che nel dicembre 1990 era il responsabile locale della Cdu e che oggi ha 80 anni

. Fu a lui, in cerca febbrile di un candidato per la circoscrizione 267, che un dirigente del partito suggerì di «prendere Merkel», allora sconosciuta portavoce dell’ultimo governo della Ddr. «Chi è Merkel?», fu la sua risposta. Ma accettò il consiglio. L’avrebbero rieletta per sette volte: «Già quando la vidi ai primi incontri con i militanti ho pensato che con lei avremmo potuto qualcosa», racconta Molkentin. headtopics.com

Angela Merkel non è mai stata una grande oratrice. E neppure stasera si smentisce. Parla meno di dieci minuti e il suo sembra un appoggio senza pathos per Laschet, che appare provato dalla campagna. La cancelliera ricorda che la disoccupazione nel Meclenburgo-Pomerania Anteriore è scesa dal 24% del 2005 all’8% di oggi. «Molto è in gioco domenica prossima, la scelta è tra chi vuole dare alle persone e alle imprese la libertà di contribuire al benessere della Germania, creando buoni posti di lavoro, e chi pensa solo a distribuire invece di creare ricchezza».

Come già al Bundestag la scorsa settimana, Merkel cerca dimarcandole differenze tra lei e il candidato socialdemocratico: «Non è uguale chi sarà al governo della Germania». E anche lei abbraccia l’argomento della disperazione, agitando lo spettro di una coalizione «rosso-rosso-verde», tra la Spd, la Linke e

, invero molto improbabile e per nulla nei piani di Scholz, che tuttavia si rifiuta di escluderla per ragioni tattiche.«Non sarebbe un bene per l’Europa»e non darebbe alla Germania le «finanze solide a cui bisognerà tornare dopo il debito imposto dalla pandemia», avverte la cancelliera.

Merkel fa un timido elenco delle priorità per il prossimo governo, a cominciare dalla digitalizzazione, dove però è proprio lei sul banco degli imputati,la Germania rimanendo uno dei Paesi meno digitalizzati d’Europa. Le è più facile accusare i socialdemocratici di voler aumentare le tasse e rimettere lo Stato al centro dell’iniziativa economica, mentre «creare posti di lavoro è compito dei piccoli e grandi imprenditori». Poi, tendendo il braccio verso il candidato della Cdu-Csu, aggiunge: headtopics.com

Autolesionismo nei giovani, Sky TG24 nel centro di cura del Niguarda Spagna: è morta Almudena Grandes, figura chiave della letteratura nazionale Tennis, Coppa Davis: l'Italia batte la Colombia e va ai quarti

«Conosco Armin Laschet come premier del Nord Reno-Vestfalia e so che un esecutivo guidato da lui può continuare a garantire benessere e sicurezza alla Germania anche negli anni a venire».Non c’è entusiasmo, non c’è mai stato per la verità, nella perorazione della cancelliera. Ma ad Armin Laschet basta. L’importante per lui è averla accanto, smentire con la prossimità fisica la narrazione che ha dominato la campagna, quella secondo cui sarebbe Scholz a incarnare la continuità. Perché dopo sedici anni è ancora lei la personalità politica più amata dai tedeschi, incerti e nervosi di fronte alla prospettiva di perdere la madre della nazione. Il candidato conservatore ringrazia e rende omaggio alla donna che «ci ha guidati con successo attraverso quatt

ro grandi crisi».Venerdì e sabato Angela Merkel sarà nuovamente con Laschet nella sua Aquisgrana, ultima chiamata alle armi per il popolo cristiano-democratico. Anche nel 2017, quando Laschet correva per guidare il Nord Reno-Vestfalia, la cancelliera chiuse con lui la campagna elettorale. Fu eletto a sorpresa, battendo la popolarissima socialdemocratica Hannelore Kraft. Ripetere la Grande Magia questa volta appare molto più complicato.

21 settembre 2021 (modifica il 21 settembre 2021 | 23:45) Leggi di più: Corriere della Sera »

Guarda - Il Fatto Quotidiano

Sasageyo

Germania alle urne, inizia il lungo addio di Angela MerkelLeggi su Sky TG24 l'articolo Germania alle urne, inizia il lungo addio di Angela Merkel Chissà se andrà meglio o peggio… Rimane una Grande in assoluto

Il caso Evergrande frena ancora le Borse asiatiche, l’Europa tenta il riscattoI listini del Vecchio Continente alla prova del rimbalzo dopo il 'lunedì nero' a causa del possibile default del colosso immobiliare cinese. Euro stabile a 1,17 contro il biglietto verde, mentre il petrolio Wti risale a 71 dollari Si prospetta un 2022 peggiore del 2021...🤔

Germania alle urne, inizia il lungo addio di Angela MerkelLeggi su Sky TG24 l'articolo Germania alle urne, inizia il lungo addio di Angela Merkel Chissà se andrà meglio o peggio… Rimane una Grande in assoluto

Incendi in California. Le fiamme arrivano nel bosco delle 100 sequoie giganti. Le immaginiSi tenta di proteggere il Generale Sherman, l'organismo vivente più grande della Terra, la cui base è stata avvolta in teli ignifughi 👏🏼👏🏼👏🏼👏🏼👏🏼👏🏼👏🏼

Villa Sormani a Missaglia, il conte Alberto Uva racconta i suoi misteri: dai resti dei soldati romani ai cavalieri templariUna dimora che racchiude secoli di storia e ha ispirato registi e scrittori di thriller esoterici. Teschi e urne funebri emergono dai restauri. Dalle ossa delle vittime della peste alle uniformi militari

Allegri furioso a fine partita, la frase urlata uscendo dal campo: «E vogliono giocare nella Juve»Allegri furioso dopo il Milan, la frase urlata uscendo dal campo: «E questi vogliono giocare nella Juve» Juve veramente scarsa...2 punti persi dal Milan anche se rimaneggiato... I calciatori non vogliono sudare solo soldi e donne non c'è più serietà.