I giovani più pronti a credere alle fake news sul coronavirus - VanityFair.it

Secondo uno studio fatto negli Usa e riportato dal New York Time, la disinformazione sul coronavirus colpisce di più la fascia fra i 18 e il 24 anni

25/09/2020 11.00.00

Secondo uno studio fatto negli Usa e riportato dal New York Time, la disinformazione sul coronavirus colpisce di più la fascia fra i 18 e il 24 anni 😕

Secondo uno studio fatto negli Usa e riportato dal New York Time, la disinformazione sul coronavirus colpisce di più la fascia fra i 18 e il 24 anni

Chiara PizzimentiGli americani sotto i 25 anni sono più propensi a credere a fake news sul coronavirus, in particolare sulla gravità della malattia e su come abbia avuto origine. Lo studio è fatto negli Stati Uniti e arriva in un momento in cui proprio oltreoceano stanno crescendo i casi di Covid-19 fra i più giovani.

Billionaire, le carte dell'inchiesta sul focolaio Covid: mascherine vietate, sintomi e contagi ignorati. Mentre Briatore (non indagato) attaccava i virologi e il sindaco 'grillino' - Il Fatto Quotidiano Covid: nuovo picco contagi Delta in Gb, oltre 16.000 - Europa Covid, 'a fine estate variante delta sarà il 90% dei contagi ue' - Salute & Benessere

In una ricerca fatta su 21.196 persone in tutti i gli stati americani,gli esperti hanno individuato un chiaro stacco generazionale. I giovani fra i 18 e i 24 anni hanno un 18% di probabilità di credere a false informazioni contro il 9% degli over 65 secondo gli studiosi di Harvard University, Rutgers University, Northeastern University e Northwestern University.

Il risultato èin contrasto anche con quelli passatiin cui abitualmente emergeva che le persone più anziane erano più propense a condividere articoli con notizie non veritiere sui social. Uno studio pubblicato lo scorso anno su Science, con tema la campagna elettorale del 2016, diceva che gli ultrasessantacinquenni erano 7 volte più propensi a condividere bufale e fake news rispetto a trentenni e quarantenni. headtopics.com

Tutto il contrario invece sulle 11 false affermazioni proposte nella nuova ricerca. Fra queste ci sono cose palesemente false comel’idea che il virus si sia originato in persone che mangiano pipistrellie anche affermazioni con erronee indicazioni mediche: prendere antibiotici protegge dalla malattia, dai 60 anni in su le persone sono più a rischio. I giovani hanno creduto ad alcune di queste, gli anziani molto meno.

Si nasconde dietro queste risposte anchel’atteggiamento di parte della popolazione fra i 18 e 30 anni, quella che più spesso si è messa in situazioni a rischio, dalle feste alle discoteche. Leggi di più: Vanity Fair Italia »

Covid, stop mascherine all'aperto: ecco quando potrebbe arrivare

Leggi su Sky TG24 l'articolo Covid, stop mascherine all'aperto: ecco quando potrebbe arrivare

Mentre qui da noi vincono i vecchi generacomplotti Per questo non c'è bisogno di andare a guardare statistiche e dagli USA. Basta vedere su Twitter. Quell'età, in tutte le generazioni, è sempre stata la più soggetta ad essere colpita. Quello che più è orribile, è la fascia d'età dei loro genitori, che dovrebbero educare i figli.

Emergenza Coronavirus: tutto quello che abbiamo imparato noi genitori - VanityFair.itCovid-19 e lockdown hanno rivoluzionato la vita delle famiglie. Eppure, in mezzo alla crisi, è sorta l’opportunità di scoprire (o riscoprire) alcune cose

Meghan Markle sempre più hollywoodiana (e meno reale): l'apparizione ad «America's Got Talent» - VanityFair.itLa Duchessa di Sussex ha inviato un messaggio speciale al concorrente dello show statunitense Archie Williams, dicendosi parte «della tua squadra». «Siamo fieri di te e tifiamo per te», ha detto l'attrice, che ormai segue solo le sue regole

Borse, il logo sempre più superstar - VanityFair.itScritto a chiare lettere: il brand - soprattutto quando oggetto di desiderio e devozione - si prende tutto lo spazio che vuole. Capita sulle borse più sognate della stagione

«Temptation Island»: Gennaro e Anna e il falò più breve di sempre - VanityFair.itLa seconda puntata dell'edizione autunnale di «Temptation Island» vede il falò anticipato di Anna e Gennaro, che spostano la discussione dai sentimenti ai soldi. Il tutto condito da urla e sceneggiate che mettono in imbarazzo non solo il pubblico da casa, ma anche la padrona di casa Alessia Marcuzzi

Povertà: Sicilia, Campania e Calabria fra le regioni più a rischio in Europa - VanityFair.itAumenta la povertà in Italia. Alcune regioni sono fra le più a rischio in Europa e il covid potrebbe far raddoppiare i numeri delle famiglie in difficoltà E certo, è l’unica pericolosità di questo virus Purtroppo si tratta di realtà!

Coronavirus, lo studio che rivela perché alcuni malati sono più graviIl 10 per cento dei pazienti in condizioni serie ha anticorpi che attaccano il sistema immunitario. Il 3,5 per cento ha una mutazione genetica. Il ruolo dell’interferone Perché fanno l'abbonamento al sito del Corriere