Gismondi 1754: disegnatori di emozioni - VanityFair.it

Incontro con Massimo Gismondi, rappresentante della settima generazione di una famiglia di grandi gioiellieri italiani. Il loro segreto? Anteporre i valori al business. E lavorare come si faceva una volta

24/07/2021 20.31.00

Incontro con Massimo Gismondi, rappresentante della settima generazione di una famiglia di grandi gioiellieri italiani. Il loro segreto? Anteporre i valori al business. E lavorare come si faceva una volta

Incontro con Massimo Gismondi, rappresentante della settima generazione di una famiglia di grandi gioiellieri italiani. Il loro segreto? Anteporre i valori al business. E lavorare come si faceva una volta

«Prima del business iGismondihanno sempre avuto un altro obiettivo: la famiglia. E il desiderio di trasmettere ai figli e ai nipoti la passione per il proprio lavoro».Comincia così la nostra chiacchierata con Massimo Gismondi, dimostrazione vivente del fatto che sono i valori a fare un marchio di successo. Quarantanove anni, genovese, rappresenta la settima generazione di una dinastia che si dedica al bello e ai gioielli dal 1754, anno di nascita del capostipite, Giovan Battista, che in poco tempo con il suo atelier diviene fornitore della famiglia Doria e di papa Pio VI.

Strasburgo, David Sassoli ricoverato per polmonite da 5 giorni Allegri furioso a fine partita, la frase urlata uscendo dal campo: «E vogliono giocare nella Juve» Covid, dall'1 ottobre obbligo Green pass per entrare in Vaticano

«Ho avuto la fortuna di avere due genitori che mi hanno sempre fatto respirare l’aria della nostra azienda, portandomi in negozio o in viaggio con loro, ma senza forzare mai le mie decisioni. La scelta è stata mia. Con gli anni mi sono reso conto di quanta responsabilità avessi, ma anche della straordinaria fortuna che mi era capitata: davvero poche realtà, anche in un Paese di grande tradizione come il nostro, possono vantare una storia pluricentenaria. Lì è scattata la volontà di metterci qualcosa di mio, di dare il mio apporto».

E così è stato. Dopo l’ingresso ufficiale nel 1995, nel 2011 Massimo «spicca il volo» aprendo una boutique a Portofino, seguita poi da quelle di Sankt Moritz, Milano e in altre location strategiche in giro per il mondo. Fino alla consacrazione internazionale nel 2019, quando una sua collana vince il primo premio nella categoria People’s Choice dei Couture Design Awards, la prestigiosa fiera della gioielleria di Las Vegas. «Dietro a questo traguardo c’è come sempre la famiglia», continua Gismondi, che con questo termine include anche le persone che lavorano per lui: «Quando scelgo un nuovo collaboratore voglio essere sicuro che sia allineato ai miei valori. Ciò conta molto di più delle competenze, che si acquisiscono nel tempo e sul campo». headtopics.com

A proposito del capitale umano e in questo caso dei maestri orafi, «il banchetto è ancora la migliore delle scuole» per una griffe che crede nella forza, tutta italiana, di tramandare le tecniche da una generazione all’altra. «Ai laboratori che producono i gioielli per noi ho chiesto di tornare indietro di cinquant’anni, di chiamare i nonni e gli zii per farsi spiegare come si facevano le cose allora. Le nuove tecnologie ovviamente sono imprescindibili, ma vanno considerate come un supporto al lavoro manuale e artigiano. Solo così si ottengono quella leggerezza e qualità che distinguono i nostri gioielli».

Leggi di più: Vanity Fair Italia »

11 settembre, Biden ricorda le vittime: “L’unità è la nostra forza”

Leggi su Sky TG24 l'articolo 11 settembre, Biden ricorda le vittime degli attentati: “L’unità è la nostra forza”. VIDEO

Baby George, la foto di compleanno è un omaggio al Principe Filippo - VanityFair.itNello scatto di Kate Middleton, il piccolo erede al trono siede sul cofano di una Land Rover Defender, l’automobile preferita dal compianto marito della regina: «I miei figli hanno ricordi speciali del bisnonno», ha scritto William RoyalFamily

La novità di Instagram per migliorare la sicurezza degli account - VanityFair.itDal controllo delle informazioni del profilo al monitoraggio delle attività di login, ecco la funzione dedicata per evitare che l'account ci venga violato

Il principe Felix di Danimarca, 19 anni e un futuro da rubacuori - VanityFair.itIl secondo nipote della regina Margrethe II compie gli anni lo stesso giorno di baby George. Ed è destinato, come dimostra la nuova foto pubblicata per l'occasione dalla casa reale, a spezzare molti cuori

Harry e il «libro bomba»: «Focus sulla morte di Diana e le cause dell’incidente» - VanityFair.itSecondo l’esperta Angela Levin, il duca concentrerà il suo memoir sulla dolorosa perdita della mamma e sui «colpevoli» di quello schianto. Ma per i maligni, dietro alla biografia c’è lo zampino di Meghan Markle...

Gambe pesanti, cosa fare in estate se si soffre di insufficienza venosa - VanityFair.itLa patologia venosa cronica in estate peggiora a causa della dilatazione delle vene e al ristagno dei liquidi. L'esperto spiega come riconoscere i sintomi e quale prevenzione mettere in pratica. Le bevande drenanti e i cosmetici defaticanti sono degli alleati per gambe più leggere adatti a tutti

Le esperienze taylor made di Belmond Villa San Michele - VanityFair.itUn emozionante tour tra Firenze e Fiesole alla scoperta di artigiani locali, celebri artisti ed esclusive proposte culinarie