Franco Berrino, le 15 regole per perdere peso nel corpo e nell'anima

Berrino, le 15 regole per perdere peso nel corpo e nell'anima

05/07/2019 11.17.00

Berrino, le 15 regole per perdere peso nel corpo e nell'anima

La Cucina del Corriere della Sera ti offre migliaia di ricette, una guida per scegliere i migliori vini e consigli per cucinare in modo sano e gustoso.

La leggerezzaPerdere peso nel corpo e nello spirito. Secondo il medico Franco Berrino, direttore del Dipartimento di Medicina Preventiva e Predittiva dell’Istituto Nazionale dei Tumori di Milano, è questo il modo migliore per liberare energia vitale e raggiunge una condizione esistenziale di leggerezza. Come? Intraprendendo un percorso che passa necessariamente anche attraverso l'alimentazione. «La leggerezza non è solo questione di peso corporeo e di massa grassa – spiega Berrino nel suo ultimo libro

La moglie di Johnson al G7 con abiti noleggiati Djokovic regala la racchetta al piccolo tifoso: «Mi incitava e mi dava consigli tattici» Auto elettrica, la rivoluzione è partita. Presto diremo addio al motore termico

La via della leggerezza Leggi di più: Corriere della Sera »

Brusca torna libero, tra gli artefici della strage di Capaci - Sicilia

Fuori con 45 giorni di anticipo. Sciolse nell'acido il piccolo Di Matteo (ANSA)

La coppia franco-tedesca al comando dell’Unione - Il Fatto QuotidianoNon è il dream team di Giuseppe Conte, sicuramente non è quello di Luigi Di Maio e Matteo Salvini, ma è quello che offre l’Europa. Ursula von der Leyen è stata designata come nuova presidente della Commissione europea dal Consiglio europeo con un voto unanime, a parte l’astensione della Germania. Christine Lagarde, attuale presidente del … dovevamo spazzare la vecchia Europa ....invece non abbiamo neanche una posizione di rilievo .... i grandi successi del governo del cambiamento ... il peggio è successo adesso tenerle sotto stretta osservazione e mettere paletti dove necessario anche con il mandarle a casa se necessario senza aspettare come successo con l'ultima commissione se no gli anno passano e ci troviamo sempre più nella melma marcotravaglio Il governo in Italia non ne sbaglia una ma va detto che in Europa da proprio il meglio di se...

La lotta di Marielle Franco continua nel Brasile di BolsonaroEra una leader politica nera, femminista e impegnata per i diritti delle persone lgbt. È stata uccisa nel 2018. Nel Brasile di Bolsonaro, la compagna Mônica Benício ha deciso di portare avanti la sua battaglia a favore degli ultimi. Leggi

Johnny Depp contro Amber Heard, entra in scena James Franco - VanityFair.itNella battaglia legale tra gli ex coniugi - che si accusano a vicenda di violenze domestiche - spunta l’attore, beccato dalle telecamere di sorveglianza della vecchia casa della coppia: sarà chiamato a testimoniare

Vercelli, il talento letterario di Primo Levi debuttò sul settimanale del Pci - La Stampa - News dall'Italia e dal mondoVERCELLI. La prima storia è famosa: Einaudi che rifiuta il manoscritto di «Se questo è un uomo», futuro best-seller mondiale. È il 1946 e Primo Levi ci resta male. Dovrà ripiegare su una casa minore, De Silva di Torino, illuminata dal faro di Franco Antonicelli. L’altra storia, meno famosa, è che prima che il libro uscisse è stata Vercelli a lanciare Levi come scrittore. Prima con la poesia «Buna Lager», nel giugno 1946. E poi con quelli che sarebbero stati i primi 5 capitoli di «Se questo è un uomo». Uscì tutto sull’«Amico del popolo», il settimanale della Federazione comunista di Vercelli. Per puro caso: a dirigere il Pci locale fu mandato il torinese Silvio Ortona, nome di battaglia «Lungo», ex partigiano e amico di Levi, di cui aveva sposato la cugina Ada Della Torre. Sicuramente ambiva a un debutto più nobile uno dei più grandi autori del Novecento e nato un secolo fa, il 31 luglio 1919. Ma aveva troppo bisogno di raccontare l’inferno dei lager. Dopo il rientro da Auschwitz nell’autunno 1945 frequentò molto Vercelli, dove s’erano trasferiti gli Ortona. A loro, un giorno, mostrò una poesia. Era «Buna Lager», e Silvio Ortona gliela pubblicò. A quanto risulta, è il primo testo di Levi dato alle stampe. La lirica era dedicata alla fabbrica di gomma Buna, che doveva nascere ad Auschwitz e alla quale lavorò anche Levi, con centinaia di altri schiavi. Nel marzo 1947, «Lungo» annunciò sull’«Amico del popolo» una nuova serie di brani, li definì «passi di un libro di prossima pubblicazione». L’ultimo dei 5 capitoli si chiamava «L’incidente», e comprendeva la poesia «Salmo», forse il brano più famoso di Levi: «Voi che vivete sicuri / nelle vostre tiepide case, / considerate se questo è un uomo...». Fu un pubblico di militanti comunisti di provincia, a giudicare quel capolavoro. Antonicelli credeva nel libro, che uscirà nell’ottobre ’47 vendendo poco. Einaudi rimedierà nel ’58 al gran rifiuto pubblicando «Se questo è un uomo» nei Saggi. Da quando è nel catalogo dello Struz

Attenzione, ci sono due Vladimir PutinIl primo è ragionevole e seducente, il secondo è il legittimo erede di un impero | L'editoriale di Franco Venturini per il Corriere Come ci sono due Trump, il primo affarista multimiliardario ed il secondo presidente degli Stati Uniti, affarista multimiliardario. Stati Uniti che tra l'altro praticamente circondano da anni la Russia con le loro basi nei territori dei sudditi. Chi è il vero pericolo? There is only one Vladimir Putin and falling for his ‘charme’ is very risky.. He does not represent Russia’s best interests. „E perché le simpatie di Putin vanno ai Farage, alle Le Pen, al Afd tedesco, a Viktor Orbán, al nostro Salvini che continua a sparare sull’Europa, e vanno persino a Donald Trump?“ Randy Newman (🇺🇸)🎶: :)

Corriere della Sera on Instagram: “Sul Corriere della Sera di oggi il regista-attore Alessandro Siani, intervistato da Renato Franco, racconta il suo nuovo film 'Il giorno…”Sul Corriere della Sera di oggi il regista-attore Alessandro Siani, intervistato da Renato Franco, racconta il suo nuovo film 'Il giorno più bello del mondo'. Ma parla anche del cinema in Italia e dell'importanza di conquistare il pubblico 👉 corriere parli chi ci mette i soldi ...... più realistica l'opinione