Ex Ilva, il piano di Arcelor Mittal: 3.300 esuberi e rinvio su Afo5. Cgil: “Il Covid-19 è un alibi”

Ex Ilva, il piano di Arcelor Mittal: 3.300 esuberi e rinvio su Afo5. Cgil: “Il Covid-19 è un alibi”

05/06/2020 23.03.00

Ex Ilva, il piano di Arcelor Mittal: 3.300 esuberi e rinvio su Afo5. Cgil: “Il Covid-19 è un alibi”

Tremilatrecento esuberi già nel 2020 e rinvio rifacimento Afo5. Sono alcuni dei punti del nuovo piano industriale di ArcelorMittal per Ilva arrivato in serata sui tavoli dei ministri competenti, Stefano Patuanelli (Sviluppo Economico), Roberto Gualtieri (Mef) e Catalfo (Lavoro) A rivelarlo è il segretario della Fim Cisl Marco Bentivogli. Secondo il sindacalista «il piano presentato non sarebbe lontano dall'accordo raggiunto a marzo scorso al Tribunale di Milano, quando si chiuse il contenzioso tra Ilva in amministrazione straordinaria e ArcelorMittal». «Ci aspettiamo un piano in linea con l'intesa del 4 marzo» aveva detto ancora una volta in mattinata il Ministro dello Sviluppo Economico Stefano Patuanelli in un'intervista radiofonica, ma adesso il tono era di chi ha perso la pazienza. Al clima sempre molto teso fra Governo e Azienda, non ha giovato l'incidente diplomatico del primo giugno scorso, quando ai cancelli di Taranto si sono presentati i commissari straordinari per l'annunciata ispezione agli impianti, e si sono trovati i cancelli chiusi. I top manager che dovevano accompagnarli erano in vacanza per il ponte del 2 giugno. Nel corso della giornata prima il segretario della Fim-Cisl Marco Bentivogli in un post e poi il segretario della Uilm Rocco Palombella in un comunicato hanno fatto trapelare la cifra monstre di 8.200 esuberi che ArcelorMittal vorrebbe attuare mettendo la stragrande maggioranza dei suoi dipendenti in cassa integrazione. Gli accordi siglati il 4 marzo prevedeva invece da parte della società la garanzia di mantenere i livelli occupazionali di 10.700 posti, in linea con gli impegni del settembre 2018 siglati con Governo e Sindacati. Quello di settembre è il solo accordo che i sindacati riconoscono e che si traduce nei fatti in zero esuberi «Se Mittal ha deciso di andarsene se ne andasse e la finiamo qui» - scandisce il ministro non nascondendo irritazione «Troviamo il modo per farlo andar via. ci sono delle clausole, delle penali che lo rend

05 Giugno 2020Tremilatrecento esuberi già nel 2020 e rinvio rifacimento Afo5. Sono alcuni dei punti del nuovo piano industriale  di ArcelorMittal per Ilva arrivato in serata  sui tavoli dei ministri competenti, Stefano Patuanelli (Sviluppo Economico), Roberto Gualtieri (Mef) e Catalfo (Lavoro)  A rivelarlo è il segretario della Fim Cisl Marco Bentivogli. Secondo il sindacalista  «il piano presentato non sarebbe lontano dall'accordo raggiunto a marzo scorso al Tribunale di Milano, quando si chiuse il contenzioso tra Ilva in amministrazione straordinaria e ArcelorMittal».

Riccardo Puglisi, chi è 'l'ultras liberista' chiamato a Palazzo Chigi I lavoratori del magazzino Lidl: 'Non ci sono orari, siamo pagati quanto vogliono loro e ricattati per gli straordinari. Li prende solo chi non fa storie' - Il Fatto Quotidiano In Edicola sul Fatto Quotidiano del 19 Giugno: L’autogol di Draghi 'faccio l’eterologa” - Il Fatto Quotidiano

«Ci aspettiamo un piano in linea con l'intesa del 4 marzo» aveva detto ancora una volta in mattinata il Ministro dello Sviluppo Economico Stefano Patuanelli in un'intervista radiofonica, ma adesso il tono era di chi ha perso la pazienza. Al clima sempre molto teso fra Governo e Azienda, non ha giovato l'incidente diplomatico del primo giugno scorso, quando ai cancelli di Taranto si sono presentati i commissari straordinari per l'annunciata ispezione agli impianti, e si sono trovati i cancelli chiusi. I top manager che dovevano accompagnarli erano in vacanza per il ponte del 2 giugno.

Nel corso della giornata prima il segretario della Fim-Cisl Marco Bentivogli in un post e poi il segretario della Uilm Rocco Palombella in un comunicato hanno fatto trapelare la cifra monstre di 8.200 esuberi che ArcelorMittal vorrebbe attuare mettendo la stragrande maggioranza dei suoi dipendenti in cassa integrazione. Gli accordi siglati il 4 marzo prevedeva invece da parte della società la garanzia di mantenere i livelli occupazionali di 10.700 posti, in linea con gli impegni del settembre 2018 siglati con Governo e Sindacati. Quello di settembre è il solo accordo che i sindacati riconoscono e che si traduce nei fatti in zero esuberi headtopics.com

«Se Mittal ha deciso di andarsene se ne andasse e la finiamo qui» - scandisce il ministro non nascondendo irritazione «Troviamo il modo per farlo andar via. ci sono delle clausole, delle penali che lo rendono possibile» dice  in un'intervista mattutina a Radio anch'io dopo aver ribadito che pur comprendendo le difficoltà della filiera, il Governo considera i tagli «inaccettabili». Patuanelli è pessimista: «Dò ormai per scontato che arriverà un piano che non è assolutamente in linea con quanto abbiamo discusso per mesi fino a marzo e con quanto si aspetta il governo» ammette.  A non avere fiducia in Mittal c'è anche l'indotto. La ditta d'appalto Ferplast ha ritirato i lavoratori dallo stabilimento siderurgico di Taranto. Si tratta di un'azienda con oltre 200 addetti tra contratto a termine e a tempo indeterminato, lamentando una `situazione insostenibile´ che riguarda i pagamenti: «hanno promesso un acconto che non è mai arrivato».

Patuanelli, uno dei ministri di punta del M5S  non nasconde che preferirebbe avere le mani libere sull'Ilva di Taranto per mettere a punto il suo piano nazionale strategico dell'acciaio, annunciato nei giorni scorsi, una piano che porti tutta la filiera a una rivoluzione eco-sostenibile, già intrapresa da altre acciaierie come Arvedi. Lo società data come possibile acquirente delle acciaierie di Terni oggi ha comprato una pagina pubblicitaria per dire che «All'Acciaieria Arvedi le Istituzioni, controllano, verificano, e certificano il rispetto della qualità ambientale nella produzione».

Nel pomeriggio l'ex ministra del Sud Barbara Lezzi (M5S) chiama in causa il ministro dell'economia Roberto Gualtieri (l'altro ministro in campo per risolvere il caso Ilva con un ingresso dello Stato nel turnaround dell'acciaieria) «Mi risulta incomprensibile la posizione di Gualtieri che preferirebbe trattenere Arcelor pur sapendo che questo comporterebbe esborsi a carico dello Stato per poi ottenere una morte graduale del polo siderurgico. Con tutto il disastro ambientale che ne deriverebbe. Perché dovremmo, noi tutti cittadini italiani, erogare soldi ad Arcelor che in meno di due anni ha cambiato idea e programmi già troppe volte ?».

©RIPRODUZIONE RISERVATAI perché dei nostri lettori“Un’informazione seria, libera, competente e autorevolecome quella de La Stampa merita un abbonamento.FrancescoI perché dei nostri lettori“Perché La Stampa è il quotidiano su cui ho imparato a leggere. La famiglia di mia mamma era di Torino. Una copia era sul tavolo, tutti i giorni. headtopics.com

Vescovi Usa verso la scomunica a Biden sull'aborto - Mondo Logistica, per cosa lottano i Si Cobas: 'Nei magazzini in cui siamo più forti gli stipendi sono raddoppiati in pochi anni. E più diritti' - Il Fatto Quotidiano Se il premier offre il corpo

Per me La Stampa è casa.PaolaI perché dei nostri lettori“informa senza distorcere i fatti, perché nella suasa prendere posizione autonoma anche a costo di andare contro corrente.FabrizioI perché dei nostri lettori“Da 50 anni sono un lettore de La Stampa. È il quotidiano che apprezzo perché è

equilibrato nei commenti, ha editoriali interessanti, giornalisti competenti Leggi di più: La Stampa »

Noi domani, la scuola che verrà. Le animazioni tratte dal concorso di scrittura Zanichelli -Scuola Holden | Sky TG24

Sky TG24 ha tradotto in illustrazioni animate due tra gli scritti scelti e poi pubblicati sul sito Zanichelli (qui potete leggere tutti i testi). Le due puntate della serie NOI DOMANI sono a cura di Andrea Dambrosio e Fabio Vitale.

Ilva, oggi il piano Mittal 5mila lavoratori a casa - Il Fatto QuotidianoLe carte sul futuro dell’Ilva di Taranto saranno scoperte oggi, quando Arcelor Mittal, la multinazionale che gestisce il siderurgico di Taranto e gli stabilimenti di Novi Ligure e Cornigliano, invierà il piano industriale al ministero dello Sviluppo economico. Sarà spedito, non presentato. Non ci sarà alcun incontro al Mise: la proposta sarà valutata prima dallo … DARE ILVA DI TARANTO A CDP E INVITALIA. IN MANO DELLO STATO RIPARTE E SI RILANCIA Governo di m...a ,solo capaci di fare proclami che schifo Quand’è che giggino e giggetto ammetteranno di aver fatto una cazzata con mittal?!? Vogliono far chiudere ilva affinché l’Italia non sia più un competitor in Europa, ma lo volete capire?!?

Ex Ilva, ArcelorMittal chiede altre 9 settimane di cassa integrazioneIn attesa del nuovo piano industriale la richiesta per un massimo di 8.157 dipendenti si va a inserire tra altre due tranche di Cassa Covid La cassa integrazione a poco più di 800€ è un vero scandalo sociale.

Case, -15% le compravendite nei primi tre mesi del 2020Le città più colpite dal lockdown per il Covid-19 sono Milano, Napoli e Genova Perche non è stata del 100%? ... ma che statistiche del cavolo .... le fate solo su Gennaio?... oppure vendete anche sui pianeti oppure sul Web come caramelle ... le Agenzie non erano chiuse anch’esse... o si sbaglia..! SICURAMENTE COLPA DI conte CHE NON COMPRA NIENTE ALLE SVENDITE ,LE CASE DA SEMPRE SONO COSTATE UN PATRIMONIO E QUESTO TANGHERO METTE IL CALO DEI PREZZI A UN COSTO RAGIONEVOLE E SI INCAZZA PER AVERE DEPREDATO GLI STIPENDI CON COSTI ENORMI AL RETAGGIO IMMORALE MAFIOSO

Intesa Sanpaolo: via libera preventivo della Bce all’acquisizione di Ubi BancaNell’Ops non verranno inclusi gli effetti negativi del covid-19 su Ubi Banca

Co2 e covid-19, l’aria pulita è stata solo un’illusione - Il Fatto QuotidianoPrima la buona notizia. “Con il lockdown abbiamo registrato un calo delle emissioni di CO2 fino al 35%, cioè il target previsto per il 2030”, racconta Andrea Barbabella, responsabile Clima ed Energia della Fondazione Sviluppo Sostenibile. Poi la cattiva notizia: “Se per raggiungere gli obiettivi futuri abbiamo dovuto chiudere mezzo Paese, questo ci dimostra quanto … Mondo perfetto mondo disabitato.Solo bestie e piante. In pratica questo lockdown non è servito a un cazzo se non a a distruggere l’economia Italiana per poterla dare in pasto ai maiali della finanza guidati dai nuovi burattinai del Bilderberg. ilfattoisthenewRepubblica marcotravaglio Non possiamo ritornare indietro, mai più!

Ilva, oggi il piano Mittal 5mila lavoratori a casa - Il Fatto QuotidianoLe carte sul futuro dell’Ilva di Taranto saranno scoperte oggi, quando Arcelor Mittal, la multinazionale che gestisce il siderurgico di Taranto e gli stabilimenti di Novi Ligure e Cornigliano, invierà il piano industriale al ministero dello Sviluppo economico. Sarà spedito, non presentato. Non ci sarà alcun incontro al Mise: la proposta sarà valutata prima dallo … DARE ILVA DI TARANTO A CDP E INVITALIA. IN MANO DELLO STATO RIPARTE E SI RILANCIA Governo di m...a ,solo capaci di fare proclami che schifo Quand’è che giggino e giggetto ammetteranno di aver fatto una cazzata con mittal?!? Vogliono far chiudere ilva affinché l’Italia non sia più un competitor in Europa, ma lo volete capire?!?