Donne nella Storia: Gemma Donati la moglie ombra di Dante Alighieri - iO Donna

Donne nella Storia: Gemma Donati la moglie ombra di Dante Alighieri

12/06/2021 09.33.00

Donne nella Storia: Gemma Donati la moglie ombra di Dante Alighieri

Crebbe i figli del Sommo Poeta mentre lui era in esilio. E lottò per riavere la sua dote. Una figura offuscata da Beatrice e ignorata nella Commedia, che ora torna protagonista grazie a un nuovo libro che racconta tutta la sua storia

(1465,) di Domenico di Michelino, Basilica di Santa Maria del Fiore, a Firenze.Alla ricerca della moglie di DanteDa questa formidabile anticipazione che di fatto ci dice nero su bianco come dopo la morte di Beatrice Dante si sposi e da lì comincino le sue avventure,

Pisa, trovato morto Francesco Pantaleo, il ragazzo scomparso da giorni LIVE: i risultati di oggi ai Giochi olimpici di Tokyo Licata, arrestato il consigliere comunale leghista che ha sparato al suo ex socio

sono partita per il mio viaggio alla ricerca di Gemma Donati, la moglie di Dante (che è anche il titolo del libro che ho scritto), di cui nessuno, nemmeno in quest’anno dantesco, si è mai preso granché la briga di approfondire e ripensare la vita

. Quando si parla di “donne di Dante”si affollano le eroine dellaDivina Commedia, protagoniste magari di una terzina o due, autentiche meteore.Leggi ancheDantedì, viaggio sulle orme di DanteLa resilienza di Gemma, vedova biancaMa la Gemma, che col sommo Dante ci ha, come si suol dire, mangiato e dormito? Quel che di lei si sa per certo già dà un’idea: headtopics.com

lo ha sposato quando lui era solamente un giovane di belle promesse e gli ha dato almeno quattro figli, tre maschi e una femmina, prima di ritrovarsi vedova bianca a neanche trent’anniin una Firenze incendiata, in senso proprio e traslato, dalla guerra delle due fazioni guelfe dei bianchi e dei neri. Siamo a cavallo tra Duecento e Trecento, in pieno Medio Evo, un’epoca feroce e fiabesca di castelli, di duelli e di fazioni, di battaglie e di scomuniche, di eretici e di santi, nella Firenze di pittori come Giotto e di baroni come Corso Donati, di capolavori dell’arte e di orrori, un’epoca nella quale già nascere femmina è una gran iattura; eppure

Gemma sopravvive a tutto e a tutti, anche se una donna non ha diritto a nulla senza un uomo accanto, e lei è forte solo della sua grande resilienza, come la chiameremmo oggi, e della incrollabile speranza nel ritorno del suo sposo perduto. Perché Dante ha commesso il grande errore di far seriamente politica per la parte bianca e quando i neri vincono viene accusato di aver abusato del suo ufficio di priore, di aver tradito la città: per questo lo condannano al rogo.

Leggi ancheEventi letterari. Dante, il poeta che “scoprì” le donneL’orgoglio del Sommo PoetaPer fortuna lui è fuori città, ambasciatore a Roma dal papa Bonifacio VIII. A Firenze non rientrerà: diventerà un esule senza colpa, exul immeritus, come lui continuerà a dichiararsi e a firmarsi in tutto quello che scriverà in volgare e in latino, senza una moneta in saccoccia, senza nemmeno i lini da gamba (più prosaicamente detti le mutande) di cambio. Perché Gemma non è andata con lui, non l’ha raggiunto? Perché per molto tempo Dante farà già fatica a badare a se stesso, a trovare un tetto, un lavoro, una sistemazione, figurarsi con la famigliola al seguito. E del resto Dante stesso spera a lungo in un ritorno. Spera nella riscossa dei bianchi, che invece vengono ripetutamente sconfitti; spera che i suoi giudici riconoscano la sua innocenza, cosa che non avviene; spera che l’imperatore Arrigo arrivi vincitore in Firenze e faccia rientrare gli esuli, ma non capita nemmeno questo.

Dopo anni il comune di Firenze proclama finalmente un’amnistia per i fuoriusciti, e Gemma, con le tempie già sbiancate, spera che finalmente ritroverà il suo Dante. Ma lui rifiuta, perché le condizioni per essere graziati comprendono una umiliante cerimonia di richiesta di perdono headtopics.com

Barillari porta una pistola in consiglio regionale Lazio e fa una diretta: 'Vaccinarsi è una roulette russa' - TGCOM24 Vaccini anti covid, boom di fake news: in 7 mesi 149mila contenuti online Sindaco dell'Alessandrino contro i No Vax: manifesto-shock con i nomi dei morti di Covid - TGCOM24

al battistero di San Giovanni, con un saio addosso e un cero in mano, e lui non si piegherebbe mai a tanto disonore.Le colpe dei padri ricadono sui figliCosì Gemma continua a tener duro, sola contro tutti. La sua famiglia originaria, quella dei Donati, è di parte nera e forse questo le salverà la vita,ma lei si sente prima di tutto una Alighieri, e si barcamena con i figli piccoli e la casa espropriata. Va a richiedere a testa alta la rendita che le spetta sulla propria dote,misurata in staia di grano .E

quando i suoi figlioli maschi, Giovanni,Pietro e Jacopo, compiono i quattordici anni, li vede andar via per raggiungere il padre,uno dopo l’altro ,perché anche loro sono soggetti a quell’età allo stesso bando che ha colpito Dante, pena la morte.

Nella Firenze del tempo, le colpe dei padri ricadono sui figli. Questa era Gemma, una donna eccezionale, e attraverso i suoi occhi innamorati ma anche onestamente impietosi traspare un Dante molto diverso dalla famosa immaginetta presa di profilo: lei si innamora di un bell’uomo atletico e barbuto che sa combattere e lo dimostrerà a Campaldino, pieno di imprevedibili talenti, di virtù e difetti, ambizioso, appassionato di musica, di disegno, di astrologia, di caccia e soprattutto di donne, tormentato dal mal caduco e dai sensi di colpa, fissato con la politica e idealista fino all’ingenuità, marito imperfetto e padre molto amato, sempre deciso ad anteporre l’onore vero o presunto a tutto il resto, compresa la felicità di sua moglie e della sua famiglia.

Per la sposa non c’è posto nellaDivina Commedia‘Dante and Beatrice’, 1883, (1912). A colour print from Famous Paintings with an Introduction by Gilbert Chesterton, (Cassell and Company, London, New York, Toronto, 1912). (Photo by The Print Collector/Print Collector/Getty Images)’Dante and Beatrice’, 1883, (1912). A colour print from Famous Paintings with an Introduction by Gilbert Chesterton, (Cassell and Company, London, New York, Toronto, 1912). (Photo by The Print Collector/Print Collector/Getty Images) headtopics.com

Si ritroveranno, i due sposi, a Ravenna, dopo quasi vent’anni di lontananza? Così pare. Con i figli già grandi, destinati a diventare i primi commentatori di quella Commedia che durante gli anni dell’esilio ha trasformato il giovanotto di belle speranze che lei ha sposato in una celebrità.

L’amore di Gemma ha resistito nel tempo alla solitudine, alle privazioni, agli spaventi, alle speranze deluse. E in questo contestolei davvero risplende nel suo nomen omen di pietra preziosa, come e più che se fosse stata posta nell’empireo della

Impresa Battocletti: vola in finale nei 5000 donne Incendi Catania, case evacuate in un rione e distrutto lido - TGCOM24 I difensori più costosi di sempre. CLASSIFICA

Divina Commedia, dove invece brilla per la sua misteriosa assenza.È lei la donna che racconto nel mio libroLa moglie di Dante(Solferino, vedi riquadro a sinistra). Beatrice è spirito, idea, finzione poetica; Gemma è carne, sangue, dolore, passione e resilienza. Una di noi. Un’altra da tirar fuori dall’ombra della Storia, che l’ha dimenticata.

iO DonnaEntra in un club fatto di novità,consigli personalizzati ed esperienze esclusivePer te subito in regaloUn anno di Amica in DigitaleUn omaggio per le lettrici diiO DonnaLa moglie di Dante, di Marina MigliavaccaEsce in libreria il 17 giugno il romanzo edito da Solferino

La moglie di Dantedi Marina Migliavacca Marazza, autrice di questo articolo, che narra la vicenda di Gemma Donati in una dimensione molto lontana da quella celebrativa, retorica e ricorrente. L’autrice del libro, firma del nostro settimanale,ha voluto omaggiare

le lettriciselezionando, in anteprima esclusiva per voi, alcuni passaggi significativi del volume che troverete in libreria. Per ricevere l’anteprima speciale,basta cliccare sul sitomarimara.it/la-moglie-di-dantee lasciare una vostra mail: vi verrà inviato il file con un “assaggio” particolare

. Oppure inquadrate con lo smartphone il QRcode qui a fianco e lasciate la vostra mail nella finestra web che si aprirà. E se dopo aver letto il romanzovolete far sapere all’autrice che cosa ne pensate Leggi di più: IO donna »

Green pass, Federfarma Roma: 'Boom richieste, non siamo stamperie'

Leggi su Sky TG24 l'articolo Green Pass, boom di richieste nelle farmacie. Federfarma Roma: 'Ormai siamo stamperie'

Cento anni di tumultuosa storia italiana fra gli estremismi e le visioni di GramsciGli interventi dello storico Gianni Oliva e del politologo Marco Revelli a Passepartout Partito di massa i fascisti ? Quando Vittorio Emanuele III dopo la marcia su Roma dei 4 gatti fascisti diede l'incarico a Mussolini per formare il governo,in parlamento i deputati fasciati erano 35 su 530 parlamentari. Senza il re e Agnelli,Mussolini non avrebbe mai governato.

Roland Garros donne, finale inedita tra Pavlyuchenkova e KrejcíkováDomani in programma le semifinali del singolare maschile:  Zverev-Tsitsipas e Djokovic-Nadal Molto femminile...

Kanye West e Irina Shayk paparazzati in una 'fuga d'amore' in Francia: storia seria? - iO DonnaIrina e Kanye: grandi amici o coppia shock dell'anno?

'Le Gattoparde' di Stefania Aphel Barzini: un romanzo storico che mette in luce le donne - iO DonnaUn manipolo di narratrici appassionate scopre biografie dimenticate dagli storici: donne che hanno fatto la storia, mai ricordate nei libri o da statue in piazza. 'Le Gattoparde' è una di queste

Keira Knightley e il rimpianto di non aver parlato prima del suo #metoo - iO DonnaL'attrice di Sognando Beckam si confessa: «Ogni donna che conosco è stata molestata almeno una volta nella vita in vari modi e io non faccio eccezione»

Ernestine Shepherd, ha 85 anni la 'nonna con gli addominali di ferro' - iO DonnaSì. 85 anni avete letto bene. E probabilmente ha più addominali della maggior parte di noi