Unesco, Onu, Agenda Onu 2030, Iuav, Alba

Unesco, Onu

Creative Cities Conference 2019: il ruolo della cultura nelle città del futuro

Creative Cities Conference 2019: il ruolo della cultura nelle città del futuro

16/06/2019 18.45.00

Creative Cities Conference 2019: il ruolo della cultura nelle città del futuro

Dal 10 al 15 giugno, Fabriano ospiterà la XIII edizione della Conferenza con un dibattito internazionale sulle sfide della città del XXI secolo e dello sviluppo a base culturale e creativo

. È importante però sottolineare che sono le singole città a dover procedere con la candidatura e, proprio per questo motivo, alla lista mancano molte altri territori che sono, invece, tradizionalmente riconosciuti per il loro potenziale creativo. Le selezioni per diventare Città Creativa Unesco nell'annualità 2019 sono ancora aperte; è possibile candidarsi fino al 30 giugno al seguente

Pd, Letta: ' Mai più al governo con Salvini e la Lega' Migrante di 27 anni muore nel Brindisino: tornava da una giornata di lavoro nei campi Coronavirus, Israele verso il ritorno all’obbligo di mascherine al chiuso dopo l’aumento dei contagi

.L'eventoL'Annual Conference è l'appuntamento più importante organizzato dal Network delle Città Creative Unesco. Per questa edizione (10-15 giugno 2019), la città marchigiana di Fabriano si trasformerà in un grande laboratorio a cielo aperto dove oltre 400 ospiti, delegati Unesco, istituzioni e personalità provenienti da ogni parte del mondo, si riuniranno per ragionare sulle sfide della città del XXI secolo alla luce luce dell

'Agenda ONU 2030. Proprio secondo l'ONU, entro il 2050, il 68% della popolazione mondiale vivrà in agglomerati urbani: questo significa che in pochi decenni, oltre 2 miliardi e mezzo di persone lasceranno i piccoli centri abitati per spostarsi nelle città, riscrivendo così l'economia, i modi di vivere, le culture e la geografia mondiale ( headtopics.com

World Urbanization Prospects 2018). L'Agenda ONU 2030 invita ad ottimizzare attraverso le nuove tecnologie i servizi essenziali, a promuovere l'uso sostenibile delle risorse, muovendosi sul delicato rapporto tra cultura e creatività, fragilità e resilienza, riqualificazione e rigenerazione, innovazione e lavoro. Partendo proprio dagli orientamenti dettati dall'Agenda ONU 2030, quest'anno il tema conduttore dell'evento è “la Città Ideale”: una città antifragile che va oltre la resilienza e reagisce ai disastri ambientali e sociali attraverso la rivalutazione del proprio patrimonio culturale. Il momento principale della Conferenza è il Forum dei Sindaci: una giornata interamente dedicata al confronto tra le amministrazioni delle 150 città creative partecipanti e provenienti da 64 paesi diversi. Durante l'evento Fabriano ospita anche

sette padiglioniespositivi, ognuno dei quali è rappresentativo delle categorie in cui è suddiviso il Network e che presenta, attraverso progetti e prodotti, le peculiarità creative delle città del cluster che lo compongono. Tra le iniziative speciali bisogna citare il Padiglione RINASCO, uno spazio dedicato al racconto dei luoghi che hanno saputo reagire ai cataclismi della natura o alle violenze dell'uomo grazie all'innovazione culturale. Il Padiglione ospita, infatti, le città dell'Appennino colpite dal terremoto, Mosul città simbolo dell'Unesco per la ricostruzione, Palmira e Aleppo che presenteranno i progetti di cooperazioni e ricostruzione che stanno realizzando in collaborazione con le Università marchigiane di Camerino, Macerata, Ancona e Urbino, con lo IUAV di Venezia, con l'Università del Gran Sasso di L'Aquila, con La Triennale di Milano e l' ISTAO di Ancona.

In Europa Leggi di più: IlSole24ORE »

Covid, stop mascherine all'aperto: ecco quando potrebbe arrivare

Leggi su Sky TG24 l'articolo Covid, stop mascherine all'aperto: ecco quando potrebbe arrivare

Il clima e l’appello del Papa: «È a rischio il futuro dei giovani»L’appello del pontefice nel corso dell’udienza a porte chiuse a cui hanno partecipato i manager delle compagnie petrolifere più grandi al mondo tra cui Exxon, Bp, Royal Dutch Shell, Eni e Total. Presenti anche i vertici delle grandi società di risparmio gestito come BlackRock. Dichiarazione congiunta alla fine sui sistemi di tariffazione del carbone in vista di una riduzione delle emissioni Nei giorni pari parla di migranti, in quelli dispari di clima. Se questo è un Papa, io sono John Travolta. SE C'E' IL 'RISCHIO DEI GIOVANI' SIGNIFICA CHE IL 'NON GIOVANE' NON SAPPIA GESTIRE LA SITUAZIONE. PAPA COMPRESO.

Le donne nelle carceri italiane, il progetto fotografico «La bellezza dentro» - VanityFair.itLe donne sono solo il 4% delle persone in carcere, hanno spazi più piccoli e meno fondi degli uomini. Nelle immagini la loro umanità e quella delle altre donne che vivono i penitenziari come agenti e lavoratrici

Juve, Bentancur è il futuro: rinnovo fino al 2024I bianconeri puntano forte sul centrocampista uruguaiano, che con Sarri potrebbe crescere ancora. Aumenta lo stipendio: saranno 2,5 milioni netti a stagione

Betty Vignotto: In Francia inizia il futuroLa presidentessa del Sassuolo femminile, stella dell'Italia anni 70 e 80, sa che la manifestazione internazionale può essere una vetrina per traghettare il calcio femminile italiano verso il professionismo e l'assistenza pensionistica

Il problema non è Lucci E’ la cultura paramafiosaA chi scrivere il proprio punto di vista sulle cose? A chi affidare l’ indignazione e la speranza? Vi proponiamo di dirlo a Corriere Nessuno parla Mai della MASSONERIA ITALIANA! Anche I Media stanno zitti?! E MASSONERIA e della Cultura Massonica non ne parlate..Lo storico Aldo Alessandro Mola scrive che 'l'attuale pontefice Francesco dal suo insediamento si è pronunciato tre sole volte sulla massoneria: poche parole di dileggio -l'ha definita una lobby- e di scostante condanna.

Corriere della Sera on Instagram: “Prima messa nella cattedrale di Notre-Dame a Parigi, a due mesi dall'incendio che il 15 aprile ha devastato il tetto della celebre chiesa…”Prima messa nella cattedrale di Notre-Dame a Parigi, a due mesi dall'incendio che il 15 aprile ha devastato il tetto della celebre chiesa gotica e ne ha fatto crollare la guglia. Il rito per circa 30 fedeli - tutti con il casco protettivo sulla testa - è… E magari è venuto Macron a fare la comunione per raccomandare al Signore tutte le anime dei centinaia di morti che ha sulla sua coscienza.