Fıgc, Fıfa

Betty Vignotto: In Francia inizia il futuro

Betty Vignotto: In Francia inizia il futuro

14/06/2019 19.29.00
Fıgc, Fıfa, Lega Nord, Sassuolo, Betty Vignotto, Mariolino Corso, Carolina Morace, Milena Bertolini, Daniela Sabatino

Betty Vignotto : In Francia inizia il futuro

La presidentessa del Sassuolo femminile, stella dell'Italia anni 70 e 80, sa che la manifestazione internazionale può essere una vetrina per traghettare il calcio femminile italiano verso il professionismo e l'assistenza pensionistica

Maria Luisa Colledani14 giugno 2019«Non cantiamo vittoria: il Mondiale di Francia è solo il punto di partenza per arrivare alla nascita di una Lega di Serie A femminile con lo status di professionismo o semi-professionismo per la calciatrici italiane». Betty Vignotto, 65 anni, presidentessa del Sassuolo femminile, è chirurgica con le parole come lo era quando, negli anni 70 e 80, furoreggiava nelle aree di rigore e segnava gol a grappoli. Quinta di 13 figli, debutta in serie A nel 1970, dopo infinite partite coi ragazzini di Via Sabbioni a San Donà di Piave (Venezia). Con i suoi 107 gol in 109 gare con la maglia azzurra (immaginate lo stile di Mariolino Corso), è stata, insieme a Carolina Morace, il simbolo di un'Italia che esportava il calcio Made in Italy nel mondo.

Omicidio Desireé: tutti condannati, due all'ergastolo - Cronaca «Se si può andare al ristorante, si può tornare in ufficio»: perché le parole del Ceo di Morgan Stanley sono solo la punta dell'iceberg 'Certi amori non finiscono', Zeman torna a Foggia - Calcio

Calcio femminile, una ricorsa lunga cent’anniC'è stata una fase in cui l'Italia era leader nel calcio femminile?Nel 1971 partecipai a una manifestazione di livello internazionale che potremmo avvicinare al Mondiale, anche se non era organizzata dalla Fifa. C'erano le nazionali più importanti di allora e noi con loro: il movimento c'era ed era vitalissimo. Negli anni seguenti, nel 1984 e poi, anche durante il Mondiale del 1991 in Cina, mi è capitato di organizzare dimostrazioni per tante squadre straniere.

Poi, un lento declino, vent'anni di difficoltà, fino alla qualificazione per France 2019?La decisione della Figc a favore del calcio femminile è stata una svolta; poi, l'arrivo di Milena Bertolini alla guida della Nazionale ha fatto il resto per i successi della Nazionale. Milena è molto preparata e conosce bene tutto l'ambiente, oltre ad allenare ragazze che si presentano in Nazionale già fisicamente preparate. headtopics.com

Dove arriverà l'Italia?Il gruppo è unito, questo conta, non serve il Messi della situazione. La Nazionale è partita bene con l’Australia, e il morale è alto. Poi, ci toccherà la Giamaica che nessuno conosce bene e il Brasile, tutto estro e fantasia, della funambolica Marta. I punti ottenuti domenica scorsa sono una bella iniezione di autostima e aiutano a sgombrare la mente.

Le piacerebbe giocare nel calcio di oggi?Ce lo chiediamo spesso con Carolina Morace: sarebbe ancora più esaltante con la preparazione ad hoc che viene fatta oggi.C'è una azzurra a cui assomiglia?Non mi piace fare nomi ma credo che Daniela Sabatino mi assomigli molto. È una veterana con uno spirito freschissimo, da ragazzina, è una faina dell'area di rigore. Un po' come me che anche con il passare degli anni riuscivo a trafiggere i portieri, perché avendo meno forza atletica facevo macinare di più la testa: l'esperienza conta tantissimo nel calcio.

Magari abbinata anche a mezzi economici…Certo, sono fondamentali. Pensate che nel 1986, dopo che la Federazione femminile fu accorpata alla Lega nazionale dilettanti, in Nazionale vestivamo le maglie dismesse dei colleghi maschi… Stessi problemi di budget oggi: la serie A italiana non è appetibile per atlete straniere che renderebbero, in un virtuoso scambio, più ricco anche il nostro campionato. E non vengono in Italia per una questione economica: in Europa ci sono atlete di vertice che guadagnano 3/400mila euro all'anno, in Italia non si superano i 30mila euro. Sono necessari professionismo e assistenza pensionistica.

Perché altrimenti che futuro avranno queste atlete?Se le carte in tavola saranno chiare – spero che la Figc continui a essere attiva nel progetto intrapreso, visti anche i risultati di questi due anni di lavoro – le famiglie potranno pensare di assecondare il desiderio delle figlie di andare a calcio perché in qualche modo, quella passione potrà diventare un lavoro, una fonte di reddito, e non solo se quelle figlie diventeranno calciatrici ma anche se sceglieranno la carriera manageriale nel calcio. headtopics.com

Roma, autobus in fiamme sulla Portuense, nessun ferito Report, dal Tar ok all'accesso agli atti - Politica Scontro Orban-Ue: il premier ungherese vuole depotenziare la plenaria di Strasburgo

Per immaginare finalmente uno sport diverso, con pari opportunità per uomini e donne. Leggi di più: IlSole24ORE »

G7, un miliardo di dosi di vaccino saranno donate ai Paesi poveri

Leggi su Sky TG24 l'articolo G7, un miliardo di dosi di vaccino saranno donate ai Paesi poveri: la metà dagli Usa

Usa e Iran, manovre sottomarine e sabotaggi: così inizia una guerraAccuse incrociate tra Washington e Teheran: alibi per entrambi. Un mese fa, il primo di una serie di incidenti simili: furono danneggiate quattro petroliere

Mondiale di calcio femminile: la Francia supera la NorvegiaNelle altre due gare di oggi vittoria della Nigeria sulla Corea del Sud, mentre la Germania ha battuto la Spagna 1-0

Casellati a Parigi: “Italia e Francia unite da uno storico protagonismo in Europa”Di fronte agli studenti italiani all’Università La Sorbona ha parlato di «amicizia fra i due Stati, figli della stessa civiltà». 😨 ma!

Inter per il tris. I protagonisti, da Colidio a Gavioli e Dekic: prezzi, caratteristiche, futuroDomani finale con l'Atalanta a caccia del terzo scudetto di fila: i talenti della squadra di Madonna e le loro prospettive

Caterina Caselli: «Ho combattuto il cancro e sono tornata» Il nuovo 7 è in edicola oggiLa produttrice discografica e ex cantate si racconta in una lunga intervista. I ricordi di infanzia, il successo, i tanti talenti musicali scoperti e la lotta contro la malattia

Il renziano che apre la bocca solamente per nomine e potere - Il Fatto QuotidianoPasso lento, capigliatura elettrica. Ogni mattina il misterioso Luca Lotti porta a spasso i pensieri del suo capo e qualche volta i suoi. Dei primi sappiamo tutto, dei secondi quasi nulla. Salvo che devono avere la forma degli algoritmi coi quali ha accudito la maestosa parabola del capo, da Rignano fino a Palazzo Chigi, poi … marcotravaglio Poi parlano di Moralità PD se li conosci li eviti altro che facciamorete qua tra poco noi facciamo la retata marcotravaglio attenti a Lotti! primo pensiero è 'ma nò, troppo scemo per condizionare simili nomine!' purtroppo non lo è, sua presenza è inquietante perché toscano e membro del 'giglio magico', quindi massoneria La Toscana è un pericolo per tutti, leggetevi la storia di Gelli per capire Starebbe bene nel M5S