“Come Gesù Cristo costretti a fuggire”

“Come Gesù Cristo costretti a fuggire”

27/09/2020 11.51.00

“Come Gesù Cristo costretti a fuggire”

Quest’anno la Fondazione Migrantes, l’organismo pastorale e della Conferenza dei vescovi italiani, ha scelto le diocesi del Piemonte e della Valle d’Aosta come sede principale per la 106ª Giornata Mondiale del Migrante e del Rifugiato, che viene celebrata oggi. In Duomo, in diretta su Raiuno, alle ore 11, l’arcivescovo Cesare Nosiglia presiederà la celebrazione eucaristica della Giornata ricordando il messaggio di Papa Francesco dal titolo «Come Gesù Cristo costretti a fuggire», del 13 maggio scorso. Il coordinamento regionale Migrantes ha organizzato in preparazione alla Giornata un fitto calendario di eventi, in territori diversi, diventando così occasione di confronto, scambio, formazione su temi legati alla mobilità umana. Su quanto lo spostamento di milioni di persone ogni anno nel mondo provoca: sulla vita di coloro che devono o scelgono di partire e sulle società di approdo. Una convivenza che in alcuni contesti testimonia comunità attente e aperte, altrove registra maggiori difficoltà. Una realtà che nella nostra regione presenta ancora alcuni tratti emergenziali, come ad esempio il tempo della raccolta della frutta a Saluzzo o la diocesi di Susa in prima linea nell’accoglienza di coloro che rischiano la vita per varcare il confine francese o, ancora, il difficile periodo dell’emergenza Covid che ha visto le diocesi impegnate nel dare aiuto alle fasce più deboli della popolazione, tra cui gli immigrati. Il messaggio di Papa Francesco per la Giornata evidenzia un’attenzione verso tutti gli uomini e le donne che nel nostro paese e nel mondo si trovano costretti a partire o in generale, “spiazzati” spaesati” da eventi improvvisi. Richiama gli stranieri... Richiama i rifugiati che nell’immaginario sono coloro che sbarcano e invadono l’Italia. Eppure sappiamo che se i numeri di migranti nel mondo crescono ogni anno, in Italia sono diminuiti e non sono tali da compensare un’emorragia di italiani che ormai è risaputa, ma di cui non si parla per evitare di far emerg

Quest’anno la Fondazione Migrantes, l’organismo pastorale e della Conferenza dei vescovi italiani, ha scelto le diocesi del Piemonte e della Valle d’Aosta come sede principale per la 106ª Giornata Mondiale del Migrante e del Rifugiato, che viene celebrata oggi. In Duomo, in diretta su Raiuno, alle ore 11, l’arcivescovo Cesare Nosiglia presiederà la celebrazione eucaristica della Giornata ricordando il messaggio di Papa Francesco dal titolo «Come Gesù Cristo costretti a fuggire», del 13 maggio scorso.

Riccardo Puglisi, chi è 'l'ultras liberista' chiamato a Palazzo Chigi Vescovi Usa verso la scomunica a Biden sull'aborto - Mondo I lavoratori del magazzino Lidl: 'Non ci sono orari, siamo pagati quanto vogliono loro e ricattati per gli straordinari. Li prende solo chi non fa storie' - Il Fatto Quotidiano

Il coordinamento regionale Migrantes ha organizzato in preparazione alla Giornata un fitto calendario di eventi, in territori diversi, diventando così occasione di confronto, scambio, formazione su temi legati alla mobilità umana. Su quanto lo spostamento di milioni di persone ogni anno nel mondo provoca: sulla vita di coloro che devono o scelgono di partire e sulle società di approdo.

Una convivenza che in alcuni contesti testimonia comunità attente e aperte, altrove registra maggiori difficoltà. Una realtà che nella nostra regione presenta ancora alcuni tratti emergenziali, come ad esempio il tempo della raccolta della frutta a Saluzzo o la diocesi di Susa in prima linea nell’accoglienza di coloro che rischiano la vita per varcare il confine francese o, ancora, il difficile periodo dell’emergenza Covid che ha visto le diocesi impegnate nel dare aiuto alle fasce più deboli della popolazione, tra cui gli immigrati. headtopics.com

Il messaggio di Papa Francesco per la Giornata evidenzia un’attenzione verso tutti gli uomini e le donne che nel nostro paese e nel mondo si trovano costretti a partire o in generale, “spiazzati” spaesati” da eventi improvvisi. Richiama gli stranieri... Richiama i rifugiati che nell’immaginario sono coloro che sbarcano e invadono l’Italia. E

ppure sappiamo che se i numeri di migranti nel mondo crescono ogni anno, in Italia sono diminuiti e non sono tali da compensare un’emorragia di italiani che ormai è risaputa, ma di cui non si parla per evitare di far emergere le cause che spingono giovani, famiglie, pensionati, professionisti, laureati, ricercatori ad andarsene altrove perché questo paese non offre le condizioni per starci.

Nel 2019, l’afflusso di nuovi immigrati (misurato in base ai trasferimenti di residenza) è calato dell’8,6%. Intanto, ha continuato ad aumentare il deflusso di cittadini italiani (182mila, +8,1% rispetto al 2018). Ma è cresciuto ancora di più l’esodo di immigrati regolari: 56.000 cancellazioni per l’estero, pari a un +39,2%. N

on dobbiamo inoltre dimenticarci dei 5 milioni di migranti cosiddetti “regolari” e “integrati”. Persone che fino a ieri si consideravano “arrivate” e invece oggi si trovano senza più alcuna certezza circa il proprio impiego, il proprio reddito e il proprio futuro e stanno valutando se rimanere o tornare indietro o provare a ripartire. headtopics.com

Inghilterra-Scozia, le pagelle: Mount il più illuminato, 6,5. McGinn domina: 7,5 Dritti alla meta: quest'Italia vuol solo vincere e sognare Morto Paolo Armando, partecipò a Masterchef: lo chiamavano «tigre»

Servono politiche serie per il lavoro, per la casa, per i giovani, per i quartieri periferici. Per tutti. Per gli immigrati di ieri, di oggi, per i giovani e non solo. Diminuiscono le forme di protezione sociale il welfare è sempre più esiguo e inegualitario.

Anche la Chiesa fatica a immaginare una società sempre più interculturale dove la mobilità umana non è più un tema da addetti ai lavori, una pastorale da affidare a qualche prete straniero, ma una condizione strutturale delle nostre comunità. Una visione che superi l’emergenza, l’assistenza al migrante “povero” ma invece si accorga di presenze da conoscere, ascoltare, valorizzare. La fatica di parlare altre lingue, il pensare allo straniero come il povero da accogliere, e non come risorsa per le nostre città e le nostre chiese, fa sì che realmente si faccia fatica a trovare spazi condivisi di costruzione di una comunità nuova. Chissà se da Torino, la città dei santi sociali, la città laboratorio sociale, la città che ha saputo inserire migliaia di uomini e donne provenienti da altre regioni saprà disegnare un futuro che fa delle persone una risorsa, della comunità un processo e non si siede sui problemi. Torino, con il contributo di tutti, ce la può far

e.*Direttore Ufficio Migranti della Diocesi di Torino Leggi di più: La Stampa »

Cos'è il certificato europeo Covid e come funziona. VIDEO - Sky TG24

Guarda Cos'è il certificato europeo Covid e come funziona su Sky Video - Sky TG24

Gesù non è fuggito! Viscidi e distorti . Cosa non si dice per pappare le diarie dei mikranti. Matteo 2,13 Lasciate in pace il povero Gesù 😑 Chi è costretto a fuggire può rientrare nei corridoi umanitari, che sarebbero l'unico modo per salvare vite di chi davvero a casa sua non può vivere e garantiscono pure che quei 'Gesù' non finiscano a fare gli schiavi.. Così eh. Poi vedete voi

se fosse fuggito non se ne sarebbe mai sentito parlare Gesù non è fuggito di fronte a nulla. Stateci, brutti corvacci eretici. La sua famiglia ha espatriato quanto ero un infante, e sono tornati in patria appena possibile. Altro che. Non mi stancherò mai di ripeterlo. No non e' cosi...Gesu' Cristo non e' mai fuggito ...Bergoglio infama il Cristo Risorto questa e blasfemia

Se c'è qualcuno che non è fuggito è proprio Gesù... Buffoni ignoranti Una bestemmia al giorno toglie i giornalisti di torno. È pure tornato a casa. A riprendersela. Questo non lo vedete eh?

Malta, l’ex capo di gabinetto del governo vendeva passaportiCostretto a dimettersi a novembre, è stato arrestato e i sui beni sono stati sequestrati

Ma basta! Avete rotto il cazzo! Ma andatevene a fare in culo detto di tutto cuore e non bestemmiate più il nome di Cristo Gesù nn è mai fuggito!!! portichiusi Il mio catechismo è differente. Ma quando mai Gesù è fuggito?Ma si sono rimbecilliti in Vaticano? Ma quando mai, pagliacci

Costretto alla sedia a rotelle, spara alla moglie e si uccideTorino, si stavano separando con difficoltà. I familiari della donna avevano allertato la procura Sembra che fosse costretto dalla moglie! Vergogna!

Grande Fratello Vip, Gabriel Garko fa coming outNella lettera scritta alla (finta) ex fidanzata l’attore, con voce e mani tremanti, svela «il segreto di Pulcinella». Stai a vedere che domani annuncerá le sue nozze con Ludopedro patico dos amantes Garbatico...dai scherziamo ci su' dico saranno fatti suoi... Che peccato di Dio!! 😱 Ma come si fa!! Non era inseminetor? Ma possibile che un giornale serio si debba interessare del grande fratello?che schifo

Gabriel Garko, la lettera commossa al Grande Fratello Vip e il coming out - VanityFair.itGabriel Garko legge una lettera al Grande Fratello Vip raccontando della vita libera che vuole cominciare lasciandosi alle spalle il passato Applausi 👏

Gabriel Garko ha fatto coming out al Grande Fratello Vip?«Ho ritrovato il bambino dentro di me, gli ho fatto ripercorrere tutta la mia vita fino ad oggi. Il mio bambino nonostante tutto si è accorto che non ero felice. Dopo anni mi sento libero, ho voglia di vivere la mia vita» Sereno, a noi non frega un cazzo. Mha comunque si vedeva... Non per fare obbligatoriamente il 'politically correct' ma sarà devastante immagino dovere reprimere la propria sessualità perché fai l'attore. Detto questo ognuno dovrebbe essere veramente libero di amare chi gli pare nel rispetto di tutti.

Uccide la moglie a colpi di pistola e si suicida, sembra che la coppia si stesse separandoLa donna è stata uccisa in strada dal compagno, costretto su una sedia a rotelle. Pochi minuti dopo l'uomo si è tolto la vita con la medesima arma 'Oggi la gente non sopporta più niente': è la frase che tante persone dicono a proposito delle separazioni. In effetti le separazioni sono davvero troppe, c'è un eccesso di intolleranza all'interno della coppia.