Libri, Libro, Recensione, Recensioni, Cultura, Terza Pagina, Letteratura, Narrativa, Poesia, Racconti, Saggi, Saggistica, Scrittori, Autori, Biblioteca, Letterario, Critica Letteraria, Titolo, Editore, Autore Della Recensione

Libri, Libro

Biden, Trump e la priorità dell’interesse nazionale

Biden, Trump e la priorità dell’interesse nazionale

30/07/2021 02.04.00

Biden, Trump e la priorità dell’interesse nazionale

A chi scrivere il proprio punto di vista sulle cose? A chi affidare l’ indignazione e la speranza? Vi proponiamo di dirlo a Corriere

,noi figli del XX secolo ci sentiamo spettatori impotenti. Un tronfio Trump ha fortunatamente lasciato il posto a un diplomatico Biden. Ma il filo rosso che tiene diversi avvenimenti si è spezzato? Non credo. Dall’Afghanistan se ne vanno gli occidentali e riavanza il terrorismo. La Cina si compra territori strategici in Africa ed impoverisce milioni di persone. Se non è neocolonialismo questo... l’Europa tutta è in grande ambascia. La vicepresidente Kamala Harris dice con ferma dolcezza agli emigranti del Sud del mondo «Non venite qua, restate nei vostri Paesi!» È vero, è un altro tono rispetto alla brutalità di Trump, però la sostanza è un po’ la stessa, non le pare?

Usa, il Texas vieta sport femminili agli atleti transgender Roma, sindacati in piazza: alle 14 manifestazione “Mai più fascismi” Lanciata Lucy, la sonda della Nasa diretta agli asteroidi di Giove

Marcello SassoliCaro Marcello,Qualsiasi leader avrà sempre — e dovrà sempre avere — come prima preoccupazione l’interesse nazionale; a maggior ragione se è un leader eletto dai cittadini, che ai cittadini deve rispondere. Da questo punto di vista, Trump e Biden non sono molto diversi. La vera differenza è questa. Donald Trump era convinto di tutelare meglio l’interesse nazionale ritirandosi dal mondo, abbandonando il Medio Oriente a turchi e russi, mettendo gli europei uno contro l’altro, depotenziando le istituzioni multilaterali, a cominciare dalle Nazioni Unite. In questo era in parte diverso dall’ultimo presidente repubblicano, George W. Bush, che fu invece interventista in politica estera; però — proprio come Trump — non credeva nel multilateralismo, preferendo il rapporto diretto con i singoli Paesi (anche perché quasi sempre gli Stati Uniti giocano la parte del leone). Joe Biden semplicemente pensa di tutelare meglio l’interesse nazionale del suo Paese e dei suoi elettori dialogando con i partner tradizionali e anche recuperando il rapporto con gli avversari che non considera i veri nemici. Con Putin, Trump ha fatto talora la faccia feroce, con l’aria di chi strizza l’occhio sottobanco. Ora Biden, senza presentarsi dal leader russo con il cappello in mano, vorrebbe farlo venire a più miti consigli, convincendolo che il vero problema per il mondo — Mosca compresa — non è l’America ma la Cina. In questa strategia il nuovo presidente americano vuole coinvolgere i Paesi europei, che in questi anni hanno tentato di trattare con Pechino ognuno per conto proprio, senza ricavarne grandi vantaggi. Per quanto riguarda il nostro Paese, la linea atlantista è quella giusta; anche se a volte spuntano capi o capetti di partito che sembrano più realisti del re, o più filoamericani degli americani.

LE ALTRE LETTERE DI OGGIL'addio«Caro Giorgio, sei volato via dieci anni fa. Ci manchi»Sono dieci anni che Giorgio De Rienzo, l’indimenticato moderatore del forum del Corriere Scioglilingua e illustre collaboratore del quotidiano, ci ha lasciato. Fu lui, tra l’altro, a inventare la famosa pagella letteraria, che ora è curata da Antonio D’Orrico. Desidero ricordarlo accomunando nel ricordo gli amici di quel forum: Ivana Palomba, Ines Desideri, Kinzica, Paolo Fai, Filippo Grillo, Marco Sostegni, Umberto Gamba, Paolo Sartori, Aldo Piglia, Gianni Pardo, Rino de Rienzo, Fausto Raso... Così alla rinfusa, ladies first naturalmente. Mi scuso per le omissioni, abbraccio tutti in questo ricordo. Giorgio fu un ottimo moderatore: ogni giorno, di prima mattina, moderava e noi si partiva alla carica con le parole, i modi di dire, qualche post fuori tema. Tutta salute. È antipatico fare graduatorie, ma credo che siamo tutti d’accordo nel considerare Ivana Palomba come la colonna portante del forum: tono e sapienza, miscela divina. Ideammo anche una scherzosa Laurea Honoris Causa, pergamena che consegnammo virtualmente al prof. De Rienzo. Ines Desideri ebbe l’idea di riscrivere in vari dialetti Cappuccetto Rosso: un pot-pourri gustoso, divertente. Insomma, cari amici, un gran bel forum, pieno di allegria. E pensare che il povero Giorgio vagava per casa attaccato alla bombola ad ossigeno. Ti abbracciamo, caro Giorgio. headtopics.com

Gli amici di Scioglilingua(così facemmo scrivere nel mandare i fiori per il suo ultimo viaggio) Leggi di più: Corriere della Sera »

A Favignana canti della mattanza nella ex Tonnara Florio - Sicilia

Auto, Anfia: con rivoluzione green a rischio 70.000 postiL'Associazione Nazionale Filiera Industria Automobilistica

Referendum Giustizia, anche Casapound raccoglie le firme per i quesiti promossi da Radicali e LegaBanchetti saranno allestiti alla festa nazionale del partito in programma a Grosseto a inizio settembre Ma firmiamo per EutanaSiaLegale !! LiberiFinoAllaFine Visto? Incredibile eh, come quelli che si rotolavano per terra isterici a combattere i fascisti, siano diventati loro i fascisti e quelli che hanno sempre chiamato fascisti siano, invece, gli ultimi antifascisti rimasti Ecco, adesso possiamo serenamente dire che questo referendum sia una grandissima minchiata.

Mattarella: «La vaccinazione è un dovere morale e civico» - VanityFair.itIl presidente della Repubblica ha parlato anche della scuola: «Il regolare andamento del prossimo anno scolastico deve essere un’assoluta priorità»

Covid, Mattarella: 'La vaccinazione è un dovere morale e civico. Il ritorno a scuola regolare deve essere priorità assoluta'Il monito del presidente della Repubblica durante la tradizionale cerimonia del Ventaglio al Quirinale: 'La libertà è condizione irrinunziab…

Riforma Cartabia, Conte: 'Il Parlamento decide la priorità dei reati da perseguire? Norma critica' - Il Fatto QuotidianoRiforma Cartabia, Conte: “Il Parlamento decide la priorità dei reati da perseguire? Norma critica” Decide un parlamento pieno di indagati e condannati ? Effetto governo miscuglio Non mollare mai