Torino, Berenguer, Torino, Alejandro Berenguer, Collocazione, Fratello, Mister, Iago Falque, Mazzarri, Torino

Torino, Berenguer

Berenguer ha messo le ali: 'Sono più forte dell’anno scorso. I gol? Ne farò più di 9'

#Torino, #Berenguer ha messo le ali: 'Sono più forte dell’anno scorso. I gol? Ne farò più di 9' #serieA #torino

16/07/2019 15.15.00

Torino, Berenguer ha messo le ali: 'Sono più forte dell’anno scorso. I gol? Ne farò più di 9' serieA torino

Il nuovo schema utilizzato da Mazzarri gli calza a pennello. Lo spagnolo fa l'ala vera. E la collocazione lo soddisfa: 'Ho sempre giocato lì. L'Europa League? È un mondo nuovo ma...'

Salvato nella pagina"I miei bookmark"Il nuovo schema utilizzato da Mazzarri gli calza a pennello. Lo spagnolo fa l'ala vera. E la collocazione lo soddisfa:"Ho sempre giocato lì. L'Europa League? È un mondo nuovo ma..."

Gli azzurri hanno deciso: mai più divisi, tutti inginocchiati o tutti in piedi. Giovedì la scelta Gabriele Paolini in carcere: la condanna definitiva a 8 anni da scontare nella casa circondariale di Rieti Covid: nuovo picco contagi Delta in Gb, oltre 16.000 - Europa

Dal nostro inviato Nicola Cecere16 luglio - 14:14- Bormio (Sondrio)Alejandro Berenguer.Alejandro Berenguer è tra i granata in ascesa. Ha disputato un girone di ritorno a mille, e in questi giorni di preparazione qui a Bormio figura stabilmente nell'undici che affronterà il debutto in Coppa. Tra l'altro il nuovo schema utilizzato da Mazzarri, il 3-4-3, gli calza a pennello. Lui fa l'ala vera, e la collocazione lo soddisfa moltissimo."Da quando ero piccolo ho sempre giocato davanti. Ho sempre detto che preferisco giocare esterno alto. Con Mazzarri mi sono completato, posso giocare in più ruoli adesso. Mi sento ancora più forte dell’anno scorso, perché il mister mi ha dato fiducia e conto di segnare di più. Otto-nove reti sono alla mia portata, spero di fare ancora più gol".

Mazzarri in cosa l'ha aiutata? Leggi di più: LaGazzettadelloSport »

Noi domani, la scuola che verrà. Le animazioni tratte dal concorso di scrittura Zanichelli -Scuola Holden | Sky TG24

Sky TG24 ha tradotto in illustrazioni animate due tra gli scritti scelti e poi pubblicati sul sito Zanichelli (qui potete leggere tutti i testi). Le due puntate della serie NOI DOMANI sono a cura di Andrea Dambrosio e Fabio Vitale.

Mihajlovic, il video del piccolo Nicolò: «Sono malato anch’io, battiamo insieme la leucemia»Foggia, il ragazzino tiene un canale su Youtube che si chiama «Nicoforza»: «So come ci si sente in questi momenti, ma ora valorizzo le cose positive» Forzaaaaa 💪🤞❤️ Bellissimo, poco da dire Forza Niccoló 💚

“A fine giornata sentiamo il gusto di cemento in bocca” - La StampaLe testimonianze raccolte dall’opposizione sul cantiere all’ex Montefibre: “Il Comune spieghi se ci sono rischi”.

Celebrare il Programma Apollo significa contribuire a realizzare una parte del nostro futuro - La StampaCaro Beccaria,c’è grande frenesia intorno alle celebrazioni per il 50° anniversario dell’uomo sulla Luna: mi chiedo, però, quale sia stata la vera eredità di quella serie di missioni. Più il tempo passa e l’emozione si attenua e più mi chiedo se ritornerà un’epoca eroica come quella tra gli Anni 60 e 70. Vedremo davvero il ritorno dell’uomo sulla Luna? E, se sì, stavolta a cosa servirà questa nuova corsa allo spazio?Marisa Bassani, Torino Cara Marisa,l’eredità del Programma Apollo è in mezzo a noi, anche se a volte non ce ne rendiamo pienamente conto. Dal velcro delle scarpe da ginnastica fino ai chip che regalano super-prestazioni ai nostri smartphone, sono migliaia le tecnologie che, sviluppate per il grande balzo sulla Luna, sono tornate rapidamente qui sulla Terra. Elenchi dettagliati li può trovare in molti siti e sono così affollati di sigle, nomi e curiosità che è difficile arrivare fino in fondo. Ma l’aspetto interessante è che c’è ancora molto di più. Il Programma voluto da John Kennedy diede vita a un approccio ai problemi e a una mentalità operativa - la «filosofia Apollo», appunto - che ha fatto scuola e che oggi, nel XXI secolo, può servirci per raggiungere nuovi e ambiziosi obiettivi. Per tornare sulla Luna e, stavolta, trasformarla in una base permanente: sia scientifica sia, in prospettiva, mineraria e industriale. E poi per portare il primo equipaggio umano su Marte e, intanto, dare nuovo impulso alla «space economy», quell’insieme di prodotti e servizi che già oggi genera miliardi di dollari di fatturato, anche in Italia, e coinvolge aziende di tutti i tipi, dalle start-up ai colossi. Come vede, celebrare l’Apollo è tutt’altro che abbandonarsi alla malinconia del tempo che fu o, peggio, a una vuota retorica. Significa contribuire a realizzare una parte significativa del nostro presente e del nostro futuro prossimo. Anche in termini di nuove professioni e di prosperità.Gabriele Beccaria è responsabile degli inserti settimanali «Tuttoscienze» e «Tutto Ma farsa come il pd l’allunaggio

Niccolò Ciatti, una morte assurda e un processo che ancora non c’è (dopo due anni)Un’udienza per capire chi andrà a processo. Tutti e tre i ceceni sono indagati ma due di loro, all’indomani della tragedia, sono stati liberati e hanno fatto ritorno in Francia, una notizia che i familiari di Ciatti non hanno digerito. «Quel video dell’aggressione, ripreso dalle telecamere della discoteca, l’ho visto bene e si capisce come anche gli altri due ceceni siano corresponsabili di quanto accaduto». Unico imputato resta invece Rassoul Bissoultanov, atleta professionista di lotta libera, con un passato militare in Cecenia. Ha 26 anni ed è fuggito dalla Cecenia all’indomani della guerra con la Russia per chiedere asilo politico in Francia, dove è tesserato all’Academie Europenne di Strasburgo. Nel processo, la Città metropolitana di Firenze e il Comune di Scandicci, comune di residenza di Niccolò, saranno rappresentati dalla città spagnola di Lloret de Mar. Nel frattempo, anche tutto il paesino di Scandicci, comune di residenza di Niccolò, chiede giustizia per la morte del giovane. In tantissime strade sono comparsi striscioni e cartelli con cuori e foto di Niccolò, dove le parole che riecheggiano sono sempre le stesse, quelle che da mesi vanno ripetendo anche i suoi genitori: “Giustizia per Niccolò Ciatti”. Niccolò Ciatti era in vacanza coi suoi amici a Lloret de Mar, sulla Costa Brava in Spagna. Quella sera decisero di uscire. Prima la cena, poi entrarono, dopo mezzanotte, nella discoteca St.Trop’s’. Qualche chiacchiera, poi in pista a ballare. A un certo punto scoppia il caos, un gruppo di ceceni, inspiegabilmente, comincia ad aggredire il gruppo di Ciatti. I ceceni picchiano Niccolò, che cade in ginocchio, poi uno di loro scarica sul volto di Niccolò una pedata violentissima alla tempia. Il giovane fiorentino rimane a terra inerme, con gli altri clienti della discoteca altrettanto inermi a guardare, alcuni addirittura a riprendere la scena coi telefonini. L’orologio segnava le 3 di notte, Ciatti fu portato urgentemente all’ospedale «Doctor Josep Trueta» d

Boeing 737, Ryanair cambia il nome al modello dei velivoli coinvolti in due incidenti aerei: ne ha ordinati 135 - Il Fatto QuotidianoRyanair ha ordinato centotrentacinque Boeing 737 Max, ma cambierà il loro nome. Il modello aereo protagonista di due incidenti che hanno provocato la morte di 346 persone, secondo quanto riporta il Guardian, diventerà “Boeing 737 8200“. Per ora non ci sono conferme da parte della compagnia aerea irlandese, ma il giornale scrive che un 737 Max è …

I Ferragnez come Naruto e Sailor Moon e gli altri gossip del weekend - VanityFair.itIl viaggio in Giappone di Fedez e Chiara Ferragni, con conseguente metamorfosi in personaggi presi a prestito da manga e videogiochi, la dichiarazione di Eros Ramazzotti in difesa dell'ex moglie, il malcontento dei sudditi inglesi, il matrimonio (italiano) di Tiziano Ferro e le altre storie che (forse) vi siete persi Fedez ChiaraFerragni RamazzottiEros TizianoFerro Tutti argomenti di altissimo interesse sociale e Culturale, ovviamente