Assalto a Capitol Hill, 'Trump voleva raggiungere manifestanti'

28/06/2022 23:39:00

Assalto a #CapitolHill, '#Trump sapeva dei manifestanti armati'. #Usa

Capitolhill, Trump

Assalto a CapitolHill, ' Trump sapeva dei manifestanti armati'. Usa

Le testimonianze davanti alla Commissione che indaga su quanto accaduto il 6 gennaio 2021

Donald Trump voleva dirigersi verso il Campidoglio assieme ai suoi sostenitoridurante l'assalto del 6 gennaio. L'allora presidente reagì"con ira" quando il vice capo dello staff Tony Ornato gli disse che la sicurezza voleva riportarlo alla Casa Bianca. Trump si rivolse ad un agente del Secret Service intimandogli di portarlo al Campidoglio. E

di fronte al suo rifiuto cercò di agguantare il volante della limousine presidenziale. Lo ha raccontato Cassidy Hutchinson, collaboratrice dell'allora capo dello staff della Casa Bianca Mark Meadows, comparendo davanti alla Commissione della Camera che indaga sul 6 gennaio, secondo quanto riferiscono i media americani.

Leggi di più:
Adnkronos »

Bianca Balti rivela cosa custodisce nella sua borsa | Vogue Italia

Bianca Balti: mamma, modella, imprenditrice, icona di stile, donna che sa sfidarsi e reinventarsi brillantemente, ha trascorso del tempo con Vogue per rivela... Leggi di più >>

vestito da Batman? 😂

Capitol Hill, l'ex assistente di Trump: «Voleva raggiungere i manifestanti». Il tycoon: «Falsa e delatrice»Donald Trump incitò i suoi fan a marciare sul Capitol per rovesciare il voto pur sapendo che c'era gente armata al suo comizio del 6 gennaio e aggredì l'agente del secret... O è falsa o è delatrice 🤣🤣🤣🤣🤣🤣🤣 cazzate

L'ex collaboratrice accusa Trump, voleva andare a Capitol Hill durante l'assalto del 6 gennaioTestimonianza davanti alla Camera: 'Afferrò per le spalle capo sicurezza che non voleva portarlo'. Secondo Cassidy Hutchinson l'ex pr… Che accusa è......?

La testimone Cassidy Hutchinson: «Trump voleva guidare l’auto all’assalto di Capitol Hill»La Commissione d’inchiesta sul fatti del 6 gennaio 2021 ha ascoltato la testimonianza di Cassidy Hutchinson, assistente dell’ex capo dello staff della Casa Bianca anche il Complotto dei Medici di Stalin aveva una testimone Mavahahahhahahqhqhqhqbahhahahhahahahaha

Assalto Capitol Hill, collaboratrice di Meadows: 'Rudy Giuliani sapeva'La sera del 2 gennaio 2021 Rudy Giuliani, l'avvocato di Donald Trump , 'mi disse che il 6 gennaio sarebbero andati a Capitol Hill'. È quanto afferma Cassidy Hutchinson, stretta collaboratrice dell'ex capo dello staff Mark Meadows. Si tratta ...

Assalto a Capitol Hill, la supertestimone: 'Trump sapeva delle armi e fece togliere metal detector''Non me ne frega un ca... se sono armati. Portate via i maledetti metal detector. Lasciate che la mia gente entri. Possono marciare fino al Campidoglio', avrebbe detto Trump , secondo l'ex assistente Cassidy Hutchinson CapitolHill Tutte bugie, e in più la gente se ne frega. Tutti i leftists stanno ancora piangendo per la decisione della corte suprema. trump 🐽 putin 🐽 🤣🤣🤣🤣🤣 quante cazzate scrivete

'Donald Trump voleva andare a Capitol Hill durante l'assalto. E sapeva che c'erano persone armate al suo comizio' - Il Fatto QuotidianoDonald Trump voleva recarsi di persona a Capitol Hill durante l’assalto al Congresso dei suoi sostenitori, il 6 gennaio del 2021. A dirlo è stato l’ex assistente del capo dello staff della Casa Bianca, Cassidy Hutchinson, nella sua testimonianza alla Commissione parlamentare che indaga sull’accaduto. Inizialmente cercò di trovare un modo per riportare il presidente … quindi testimonierete al processo vero! o sono solo chiacchiere grilline da osteria grande DonaldTrump Vergogna

(Afp) Donald Trump voleva dirigersi verso il Campidoglio assieme ai suoi sostenitori durante l'assalto del 6 gennaio.Trump e la figlia Ivanka, è scontro totale.di  Huffpost (ansa ) Testimonianza davanti alla Camera: "Afferrò per le spalle capo sicurezza che non voleva portarlo".Con il tuo abbonamento puoi accedere soltanto su un dispositivo/browser per volta.

L'allora presidente reagì"con ira" quando il vice capo dello staff Tony Ornato gli disse che la sicurezza voleva riportarlo alla Casa Bianca. Trump si rivolse ad un agente del Secret Service intimandogli di portarlo al Campidoglio. Un'udienza a sorpresa con un effetto devastante, che ricorda quella annunciata nel luglio del 1973 dalla commissione senatoriale che indagava sul Watergate con un testimone di secondo piano che cambiò però le sorti dell' indagine: Alexander Butterfield, responsabile dell'agenda giornaliera di Richard Nixon, che rivelò l'esistenza di apparecchi di registrazione nell'ufficio Ovale, portando poi al loro sequestro e alla 'smoking gun' contro il presidente. E di fronte al suo rifiuto cercò di agguantare il volante della limousine presidenziale . Il secret service inizialmente cercò di trovare un modo per riportare il presidente al Campidoglio ma poi decise che non era il caso. Lo ha raccontato Cassidy Hutchinson, collaboratrice dell'allora capo dello staff della Casa Bianca Mark Meadows, comparendo davanti alla Commissione della Camera che indaga sul 6 gennaio, secondo quanto riferiscono i media americani. E la sua deposizione shock con resoconti di prima mano è sembrata cristallina, scevra da ogni pregiudizio o risentimento, infliggendo finora il colpo più potente, potenzialmente fatale alla ricandidatura di Trump, nell'inchiesta della Camera sull'attacco al Capitol. Dalla testimonianza resa oggi da Cassidy Hutchinson, ex collaboratrice dell'allora capo dello staff della Casa Bianca, Mark Meadows, emerge che l'ex presidente americano Donald Trump sapeva che molti dei suoi sostenitori erano armati quando esortò la folla a marciare sul Campidoglio .

Convocata dalla Commissione d'inchiesta della Camera sul 6 gennaio, Hutchinson ha raccontato che Trump era"furioso" che molti dei suoi sostenitori non fossero stati fatti entrare al suo comizio all'Ellipse , vicino Capitol Hill, perché erano armati. L'assistente andò quindi da Meadows, che le disse di essere preoccupato per quello che sarebbe potuto succedere quel giorno: anche lui, quindi, era a conoscenza del piano.   Donald Trump sapeva che c'erano persone armate e con giubbotti anti proiettili al comizio che aveva organizzato il 6 gennaio, poco prima di incitare la folla dei suoi fan ad andare al Capitol per bloccare la certificazione della vittoria di Joe Biden, ha detto Cassidy Hutchinson, riferendo che Trump aveva chiesto di rimuovere i "fottuti metal detector" al suo raduno."Ho sentito il presidente dire: non me ne f.. E lo sapeva anche Meadows ma ignorò i moniti di un altro dirigente della Casa Bianca, Tony Ornato, limitandosi a chiedere: »Quanto deve parlare ancora Trump?«. niente che hanno armi. Hutchinson ha rivelato anche che un altro funzionario della Casa Bianca, Tony Ornato, aveva avvertito il presidente della presenza di armi. Non mi faranno del male. Poi, come se non bastasse, il presidente chiese al secret service di portarlo in mezzo ai manifestanti in marcia verso il Congresso ma quando gli fu negato per motivi di sicurezza non esitò a prendere per le spalle e per la gola l'autista della 'Beast' tentando di afferrare il volante.

Portate via quei f.. Dalla deposizione è emerso anche che Trump voleva concedere la grazia ai rivoltosi e che alcuni parlamentari repubblicani coinvolti negli sforzi per ribaltare il voto gliela chiesero, così come Giuliani e Meadows. mag", ha riferito Hutchinson, riferendosi ai magnetometri usati dal Secret Service per controllare gli ingressi e fermare chi portava armi. La vice presidente della commissione Liz Cheney, una dei due soli repubblicani che hanno accettato di far parte dell'inchiesta, ha fatto anche ascoltare trasmissioni radio delle forze dell'ordine in servizio al comizio di Trump. Era antipatriottico. Gli agenti parlavano di persone arrivate con fucili Ar-15 e pistole Glock.

C'era anche chi aveva tirapugni, coltelli e taser. Assistevamo al Campidoglio che veniva deturpato per una menzogna«. "Il presidente Trump era consapevole che parte delle persone nella folla erano armate.. »Il presidente vuole che ti faccia sapere che sta pensando a te.. ed ecco quello che gli ha chiesto di fare", ha detto Cheney, mostrando il video di Trump che dice ai sostenitori:"Marceremo sul Campidoglio". »La nostra nazione - ha sottolineato - è tenuta in vita da coloro che rispettano il loro giuramento di fedeltà Costituzione.

L'ESORTAZIONE A IMPICCARE PENCE - Donald Trump avrebbe appoggiato i suoi sostenitori che urlavano di voler impiccare il suo vice Mike Pence perché intendeva certificare la sua sconfitta elettorale . E' quanto emerge dalla testimonianza di Cassidy Hutchinson, collaboratrice dell'allora capo dello staff della Casa Bianca Mark Meadows, comparsa oggi davanti alla Commissione della Camera che indaga sull'assalto al Campidoglio del 6 gennaio 2021. Voglio che tutti gli americani sappiano che quello che fatto oggi miss Hutchinson non è facile. Hutchinson ha riferito il contenuto di una conversazione fatta in sua presenza fra Meadows e il consigliere legale della Casa Bianca, Pat Cipollone. I due parlavano degli insorti che stavano gridando"impiccate Mike Pence". Cipollone ha detto qualcosa del tipo:"Mark dobbiamo fare qualcosa di più.

Stanno letteralmente chiedendo di impiccare il vicepresidente!". Meadows gli allora riposto, riferendosi a Trump,"Lo hai sentito, Pat. Pensa che Mike se lo meriti. Non pensa che facciano nulla di sbagliato". Riproduzione riservata .