Gianfranco De Laurentiis, Paolo, Tgs, Roberto, Testata Giornalistica, Direttore, Carriera

Gianfranco De Laurentiis, Paolo

Addio al giornalista Gianfranco De Laurentiis, aveva 81 anni

Addio al giornalista Gianfranco De Laurentiis, aveva 81 anni

14/10/2020 12.23.00

Addio al giornalista Gianfranco De Laurentiis , aveva 81 anni

La sua carriera, iniziata al Corriere della Sera, decolla con l’arrivo in Rai dove divenne dal 1993 al 1994 direttore della testata giornalistica sportiva Tgs

EmailLo ricorderanno in tanti. Sempre preciso, puntuale, garbato nei modi. Si è spento a 81 anni Gianfranco de Laurentiis, storico volto del giornalismo sportivo Rai. Lascia la moglie Mirella e i figli Roberto e Paolo. Ad annunciare la morte di De Laurentiis è stato Alessandro Antinelli, cronista sportivo Rai: «Il mio primo maestro in Rai è stato Gianfranco De Laurentiis - ha scritto su Twitter - ogni sabato mattina aspettavo il suo giudizio e le sue legnate mentre vedeva i miei pezzi di Dribbling con la sigaretta all’angolo della bocca. Mi mancherai Gianfranco».

Eriksen si accascia: è a terra privo di sensi, compagni in lacrime. Diversi massaggi cardiaci Il doppio livello di Matteo Salvini: il sostegno al premier e le accuse in stile No vax Euro 2020, malore per Eriksen durante Danimarca-Finlandia

La carrieraDe Laurentiis, una volta diventato giornalista professionista, collaborò per qualche tempo con il Corriere della Sera, occupandosi di spettacolo e costume per il settimanale Tribuna Illustrata. Entrato in Rai nel 1972, ha condotto fino al 1994 Eurogol, la rubrica del TG2 sul panorama delle coppe europee di calcio, insieme al collega Giorgio Martino. Nel 1976 entrò nella redazione del neonato TG2. Dal 1987 al 1996 ha condotto Domenica Sprint assieme ad altri colleghi, poi La Domenica sportiva, Pole Position e Dribbling. Per Rai International ha presentato con Ilaria D’Amico, la trasmissione sportiva «La giostra del gol». Fu direttore della testata giornalistica sportiva Tgs dal 1993 al 1994.

14 ottobre 2020 (modifica il 14 ottobre 2020 | 11:32) Leggi di più: Corriere della Sera »

G7, un miliardo di dosi di vaccino saranno donate ai Paesi poveri

Leggi su Sky TG24 l'articolo G7, un miliardo di dosi di vaccino saranno donate ai Paesi poveri: la metà dagli Usa

Un grande giornalista Ci ha avvicinato al calcio con competenza, eleganza e senza spirito di partigianeria o urla insensate. Sentite condoglianze ai suoi cari, un professionista serio e preparato, un esempio per i più giovani. R. I. P. Grande giornalista.. la divina comedia insgea ci evdiamo ad apopi=abido egitto appio claudio

Ottimo giornalista che ha fatto sempre e solo il suo mestiere. R.I.P. ..sono cresciuto con Dribbling il sabato pomeriggio. RIP Condoglianze alla famiglia mi dispiace tantissimo era un bravo giornalista era ancora giovane un gentiluomo

Buzzi, addio alle azioni risparmio e cedola extra per tutti: doppio rimbalzo in Borsa diLa società verserà 144 milioni a tutti i soci: «Semplichiamo la struttura»

Addio a Ardeth Platte, la suora militante pacifista che ispirò personaggio Orange Is The New BlackSuor Ardeth Platte, la suora cattolica che ha passato una bella fetta della sua vita dietro le sbarre per le sue convinzioni e che ha ispirato un personaggio di 'Orange Is the New Black', la serie di Netflix sulla vita in un carcere femminile, è morta a Washington all'età di 84 anni durante la notte del primo dibattito presidenziale. Una che ispira i Black deve essere proprio in gamba se lo dite voi SICURAMENTE bah. Tristezza infinita

Alda D’Eusanio: «Se sono viva lo devo ad un pappagallo»Che farà oggi? «Piangerò tutto il giorno. Gianni se n’è andato in 15 giorni per un male fulminante. All’inizio, non mangiavo e non bevevo, ero arrivata a 34 chili, volevo solo morire. Poi, in un negozio, ho visto Giorgio, un pappagallo tutto piume e ossa» Beh certo... la politica familiare dei newyorkesi filo Trotskysti, meglio l'animale dell uomo....

Il sindaco di Vinovo positivo al coronavirusGianfranco Guerrini lo ha comunicato poco fa attraverso il proprio profilo Facebook.

Stop al doppio tampone, Maga Cnr: «Gli studi dicono che si può fare» - VanityFair.itAddio ai due tamponi per essere dichiarati guariti: 10 giorni dall’esordio dei sintomi sono un tempo sufficiente per l'eliminazione delle particelle virali infettive

Bergamo, quando Vittorio Feltri dava il nome ai bambini abbandonatiAll’inizio degli anni Sessanta, prima di darsi alla cronaca, il giornalista ha vinto un concorso in Provincia e lavorato al brefotrofio dell’ospedale cittadino: «Tenevo a quei piccoli, iniziai a dare cognomi normali come Belotti e Finazzi» Ora avrebbe dato cognomi come Barolo, Nebbiolo, Prosecco, La Grappa... Che desse loro nomi normali gli fa onore. Un bravo giornalista.....farà carriera!!