“Voglio solo fare il mio lavoro”: il camionista che si è ribellato ai No Tav

I manifestanti hanno bloccato l’uomo a San Didero e postato un video su Fb

18/07/2021 11.42.00

“Voglio solo fare il mio lavoro”: il camionista che si è ribellato ai No Tav

I manifestanti hanno bloccato l’uomo a San Didero e postato un video su Fb

18 Luglio 2021TORINO. «Sono sveglio dalle 4 del mattino. Non voglio ascoltare, non sono tranquillo, lasciatemi in pace». Da un lato un camionista della Eslo Silos, ditta che si occupa di logistica all’interno del nuovo autoporto autostradale a San Didero, in Valle di Susa. «Mi chiamo Natale. Qui mi conoscono tutti», urla esasperato. Dall’altro una trentina di attivisti contro la linea ad alta velocità.

Omicidio Colleferro, la madre dei fratelli Bianchi su Willy: 'Manco fosse morta la regina' Letta: 'Fiducia in Renzi? Sì, lui e Italia viva sostengono la mia candidatura a Siena' - Video - Il Fatto Quotidiano Tutti i vincitori degli Emmy 2021: a «The Crown» miglior regia e sceneggiatura

Questo contenuto è riservato agli abbonati1€/mese per i primi 3 mesipoi 4,99€/mese per 3 mesiTutti i contenuti del sito Leggi di più: La Stampa »

Salvini a Sky TG24: 'Non sono no vax, prudenza su vaccino ai bimbi'

Leggi su Sky TG24 l'articolo Salvini a Sky TG24: “Non sono no vax ma serve prudenza su vaccino ai bimbi'

Mi sa che persone che non hanno voglia di lavorare I no TAV hanno rotto i coglioni basta e poi siamo sicuri che siano comunisti Lavoratore vs zecche rosse. Ancora esistono sti no TAV? Anche io che viaggio tanto per lavoro quando mi trovo in mezzo a cortei di sciopero e manifestazioni mi fermo e aspetto con pazienza

I soliti comunistelli che non fanno un cazzo e campano o con il reddito di parassitanza o grazie ai soldi di papà. Ha ragione , i no tav hanno già rotto fortemente i coglioni .

Blog | Il nostro lavoro non è solo un ruolo, è una parte di noi - Alley OopQuanto di noi esprimiamo nel nostro lavoro è una scelta che facciamo e che influenza come stiamo con noi stessi ogni giorno.

Rientrato in Italia il broker che truffò i vip: è ai domiciliariBochicchio atterrato a Roma da Doha: ad attenderlo gli agenti della giudiziaria. Avrebbe raccolto oltre 500 milioni dal 2011 in avanti

Germania, corsa contro il tempo per salvare i dispersiSono oltre un migliaio le persone che non rispondono alle chiamate, complice anche il danneggiamento delle reti telefoniche. Soccorsi al lavoro, il presidente …

Nelson Mandela, un libro per ricordare ai più giovani chi era Madiba'Il perdono è un'arma potente' porta il lettore curioso a scoprire la figura del premio Nobel per la pace e del movimento di liberazione che cambiò la storia del Sudafrica Dovreste imparare voi del Fake Quotidiano giustizialisti da sempre che neanche davanti alle assoluzioni dei magistrati che sbagliano vi pentite e continuate a denigrare chi non vi piace sul vostro giornale! Facile parlare di Mandela, parliamo dei BOERI, forse un popolo in cerca di fortuna, come furono i Fratelli Pellegrini nel 1620? “ Il perdono è un’arma potente” ma il male lo è ancora di più. Tanto da uccidere anche chi perdona.

A Trento laurea onoraria ad Antonio Megalizzi, vittima dell'attentato di StrasburgoMattarella: 'Ue, alla base pace, collaborazione, diritti'. Sassoli: 'Antonio era una persona che credeva fortemente nel sogno europeo. Per lui Ue era 'chiave del futuro'' Quindi? Il sacrificio di questa povera vittima è solo un'eccezione alla regola dell'integrazione a tutti i costi? Questa commemorazione è puro cinismo.E poi la sede parlamentare di Strasburgo è solo un'inutile sperpero di soldi per soddisfare la grandeur della Francia. Va chiusa

Milano punta sulla bellezza, il Centro Poliestetico sarà la sua accademiaVoluto dall’imprenditore Giannantonio Negretti, partirà a Paderno Dugnano il 6 ottobre per dare ai giovani innovative opportunità di formazione e lavoro