“Stop licenziamenti per tutto il 2020”. Il Pd vuole imporre l’agenda a Conte

I dem forti della sponda della Cgil: “Tutelare il lavoro”. E ai grillini: “Il Mes necessario per salvare la sanità”

07/06/2020 08.34.00

I dem forti della sponda della Cgil: “Tutelare il lavoro”. E ai grillini: “Il Mes necessario per salvare la sanità”.

I dem forti della sponda della Cgil: “Tutelare il lavoro”. E ai grillini: “Il Mes necessario per salvare la sanità”

fabio martini07 Giugno 2020ROMA. Certo, Nicola Zingaretti preferisce attribuire le sue punture di spillo a “fonti del Pd”, formula ufficiosa d’altri tempi. Certo, dopo un anno di coesistenza molto pacifica con Conte, il primo documento di critica al presidente del Consiglio si esprime in un politichese assai felpato: «Si apra un percorso che coinvolga in modo non superficiale le migliori energie». E anche se il Pd non le indica chiaramente, ci sono tre questioni che in queste ore hanno posto fine alla convivenza finora armoniosa tra il Pd e il premier.

Covid, stop obbligo mascherine all'aperto in zona bianca dal 28 giugno Il Vaticano si scaglia contro il ddl Zan: «Fermate la legge, viola il Concordato» Fendi presenta la collezione PE22 alla Milano Fashion Week

La prima questione, non esplicitata, riguarda centinaia di migliaia di posti di lavoro, a rischio senza un decreto del governo che prolunghi il blocco dei licenziamenti. Seconda, delicata questione: da molti ospedali sta trapelando il timore che migliaia di malati forzatamente trascurati in questi mesi, si siano aggravati e dunque in autunno potrebbero rappresentare una nuova emergenza. Anche per questo motivo i ministri del Pd stanno spingendo con Conte per l’accoglimento «immediato e senza indugi» del Mes, i 36 miliardi europei per la sanità.

Poi c’è una querelle più immediata, tutta politica ed appartiene alla sfera del bon ton: Zingaretti e i suoi ministri hanno ritenuto sconveniente la decisione di Conte di annunciare la convocazione a breve degli Stati generali dell’economia senza preavvertire gli alleati di governo su modalità e finalità. In attesa che si trovi una soluzione, Pierluigi Castagnetti (padre nobile del Pd e buon amico di Sergio Mattarella), suggerisce una soluzione che, si sa, è piaciuta a Zingaretti: «Tutti i ministri si riuniscano subito per due giorni in un convento e ne escano con una bozza di piano, senza bandierine dell’uno e dell’altro». E Castagnetti, uno dei politici più garbati degli ultimi decenni, spiazza tutti: «Risparmiateci la menata degli Stati generali!». headtopics.com

Dietro le quinte Pd sta spingendo sulla questione del divieto dei licenziamenti, che scade il 17 agosto. Se non sarà rinnovato il blocco («sino alla fine dell’anno», avrebbe promesso in via riservata Conte al leader della Cgil Maurizio Landini) il rischio molto concreto è che a partire da settembre centinaia di migliaia di lavoratori si ritrovino senza lavoro. Sette-ottocentomila? Un milione? A quel punto la Cgil ha già deciso: passerebbe al contrattacco con un’arma (quasi certamente lo sciopero generale) che troverebbe il Pd “spiazzato”. E Zingaretti, superano la stagione di Renzi, ha ricostituito un rapporto con la Cgil di Landini e con i lavoratori dipendenti e non intende rinunciarci. Ecco perché in queste ore il Pd sta spingendo, perché oltre al rinnovo della Cig in deroga (grazie al Sure europeo), il governo decida senza esitazioni il rinnovo del blocco dei licenziamenti.

Seconda questione che bolle: i ministri di punta del Pd, Dario Franceschini e Roberto Gualtieri, hanno chiesto in queste ore a Conte di «avviare senza indugio le procedure» per accettare il Mes, i prestiti europei per 37 miliardi. Non soltanto perché non farlo – sostiene Zingaretti - sarebbe buttare dalla finestra «l’occasione per riuscire a trasformare il nostro sistema sanitario nel migliore d’Europa». Ma c’è una seconda ragione finora restata sotto traccia: «Il ministero della Salute ha inviato una circolare alle Regioni – spiega Enrico Borghi, l’uomo del Pd nel Copasir – per chiedere entro fine giugno un rapporto su come si intenda fronteggiare l’eventuale recrudescenza del Covid 19. Ma dal fronte ospedaliero, al Pd e non solo a noi, arriva un allarme: quello che riguarda le patologie latenti, ovvero le patologie non curate o curate male in questi ultimi tre mesi. C’è il timore di un’ondata, destinata ad investire reparti e terapie intensive. Una cosa seria». I ministri del Pd lo hanno detto a Conte: accelera sul Mes, anche senza passare dal Parlamento.

©RIPRODUZIONE RISERVATAI perché dei nostri lettori“Un’informazione seria, libera, competente e autorevolecome quella de La Stampa merita un abbonamento.FrancescoI perché dei nostri lettori“Perché La Stampa è il quotidiano su cui ho imparato a leggere. La famiglia di mia mamma era di Torino. Una copia era sul tavolo, tutti i giorni.

Per me La Stampa è casa.PaolaI perché dei nostri lettori“informa senza distorcere i fatti, perché nella suasa prendere posizione autonoma anche a costo di andare contro corrente.FabrizioI perché dei nostri lettori“Da 50 anni sono un lettore de La Stampa. È il quotidiano che apprezzo perché è headtopics.com

Netflix: accordo con Spielberg per diversi film all'anno 'Io e tanti altri espatriati non torneremo se l'Italia non ci tutela' Carl Nassib fa coming out: è il primo nella storia della Nfl

equilibrato nei commenti, ha editoriali interessanti, giornalisti competenti Leggi di più: La Stampa »

G7, un miliardo di dosi di vaccino saranno donate ai Paesi poveri

Leggi su Sky TG24 l'articolo G7, un miliardo di dosi di vaccino saranno donate ai Paesi poveri: la metà dagli Usa

Ancora una volta il Ministro della Sanità Sottotraccia non dice una parola x rimanere a galla. Sono impazziti o cosa?

Pianeta 2020, come ripartire dopo il virus rispettando l’ambientePianeta 2020, come ripartire dopo il virus rispettando l’ambiente La diretta video in corso

Clima, maggio 2020 il più caldo nel mondoSecondo il C3S in Europa invece temperature più basse, ma l'aumento della temperatura della terra danneggia le specie animali soprattutto quelle di grandi dimensioni. Lo studio dell'Università La Sapienza di Roma. 0,63 gradi cioè praticamente zero, nessuna differenza dalla media... Ma dove? Ma quando? In quale continente No, perché qui maggio ha visto una settimana complessiva di caldo e bel tempo..! Per il resto è stato pioggia, freddo, felpa dentro casa e giubbino, che non ho usato in primavera perché ai domiciliari. 🤨 ma andate a cagare

Moda 2020, le scarpe dopo il lockdown: tacchi vs sneakersLeggi su Sky TG24 l'articolo Moda 2020, le scarpe dopo il lockdown: tacchi vs sneakers E con notizie del genere avete il coraggio di chiamarvi TG?!

L’Oroscopo di sabato 6 giugno 2020: il troppo non serveVuoi sapere cosa ti riservano gli astri nel giorno di sabato 6 giugno 2020? Leggi l'oroscopo. Il mantra di oggi: il troppo non serve

Giornata mondiale dell’Ambiente 2020: i film della rassegna online 'Movies for nature'Giornata mondiale dell’Ambiente 2020. Imperdibile la rassegna organizzata dal sito cineambiente: film e cortometraggi che raccontano l'urgenza ambientale.

L’Oroscopo di venerdì 5 giugno 2020: libertà di pensieroVuoi sapere cosa ti riservano gli astri nel giorno di venerdì 5 giugno 2020? Leggi l'oroscopo. Il mantra di oggi: libertà di pensiero