Spagna: svolta sulla Catalogna, governo annuncia indulto per 9 separatisti

21/06/2021 22.54.00

In relazione al referendum non autorizzato del 2017, duramente represso dalla polizia, e alla conseguente dichiarazione unilaterale di indipendenza, 12 leader separatisti sono stati condannati per sedizione e altri crimini: a 9 di loro sono state imposte pene detentive lunghe, mentre 3 furono riconosciuti colpevoli di disobbedienza ma non incarcerati. Nel suo discorso tenuto al Teatro dell'opera di Barcellona, Sanchez non ha precisato se gli indulti copriranno del tutto o solo in parte le pene comprese fra 9 e 13 anni di carcere. In ogni caso, dopo l'ok del Gabinetto, sarà necessario il via libera di re Felipe VI, prima che la Corte suprema emetta pronunciamenti individuali sull'effetto degli indulti su ciascuna delle condanne.

Tokyo 2020, la grande festa azzurra alla cerimonia di apertura: il video di Aldo Montano Mattarella scrive a Governo e Parlamento: 'In caso di gravi anomalie valuterò rinvio alle camere' Dal Piemonte alla Calabria è «effetto Draghi» sulle vaccinazioni: richieste raddoppiate

L'intenzione dichiarata di Madrid è quella di tendere la mano per una riappacificazione, come dimostra il titolo scelto da Sanchez per il discorso con cui a Barcellona ha fatto l'annuncio: 'Riunione: un progetto per il futuro di tutta la Spagna'. Ma la mossa ha spaccato l'opinione pubblica a livello nazionale e non pare essere risolutiva: gli indipendentisti protestano, sostenendo che sarebbe stata più opportuna un'amnistia totale anziché un indulto (l'indulto viene concesso dal governo come modo per risparmiare la pena ai condannati, l'amnistia viene considerata invece un riconoscimento di mancata colpa) e insistendo sulla necessità di un referendum. Mentre la potente Chiesa cattolica catalana e le principali associazioni di imprenditori si sono schierati a favore degli indulti, la Corte suprema spagnola si è opposta sottolineando che i separatisti non avevano mostrato pentimento, oltre il 60% degli spagnoli in un sondaggio si è detto contrario (compresa metà degli elettori che hanno votato per i socialisti di Sanchez nelle ultime elezioni) e il mese scorso migliaia di persone sono scese in piazza a Madrid per chiedere addirittura le dimissioni del primo ministro, rispondendo all'appello di tre partiti d'opposizione che andavano dal centro all'estrema destra.

Su Sanchez fioccano accuse da una parte e dall'altra. Oriol Junqueras, ex vice presidente della Catalogna e il separatista di più alto rango finito in carcere, nel fine settimana ha dichiarato che gli indulti"mostrano la debolezza dell'apparato statale", suggerendo che il tempismo dipenda dal fatto che l'esecutivo teme che Corti europee di livello più alto possano ribaltare le condanne degli indipendentisti pronunciate in Spagna."Lo Stato adesso prova a proteggersi dalle misure ingiuriose che ha adottato prima", ha detto a Catalunya Radio. Mentre il leader d'opposizione Pablo Casado del Partito popolare ha accusato Sanchez di cedere alla pressione dei separatisti in cambio del sostegno dei deputati catalani in Parlamento dunque, alla fine, per restare al potere. headtopics.com

Leggi di più: Rainews »

Aldo Mancini: 'Che emozione la vittoria di mio figlio Roberto'

Leggi su Sky TG24 l'articolo Aldo Mancini a Sky TG24: “La vittoria di mio figlio Roberto? Figlia di un lavoro sano”

E ci hanno perso tempo!

Sanchez: «Indulto per i leader della Catalogna che hanno tentato la secessione»Il provvedimento porterà alla scarcerazione dei nove esponenti politici catalani condannati per sedizione dopo il referendum illegale e la dichiarazione unilaterale di indipendenza del 2017 Cercano di passare per buoni con un indulto ma la verità è che continuerebbero a tenere incarcerati i loro avversari politici se non fosse che ormai non sanno come giustificare questa persecuzione di fronte a un'EU che è sempre più stanca di far finta di non vedere i loro abusi.

Svezia, sfiduciato il premier Lofven: il governo cade sulla questione degli “affitti calmierati”E’ la prima volta che accade nel Paese: ora una settimana di tempo per una (improbabile) nuova coalizione o per convocare le elezioni

Corsa contro il tempo per tracciare la variante Delta: il governo promuove una “indagine rapida”L’allarme del virologo Galli: «Non la si sta seguendo abbastanza». Da oggi in Italia anche tamponi di nuova generazione capaci di identificarla Ma se non ci foste vi dovrebbero inventare.

Etna, spettacolare fontana di lava. Catania coperta di cenereE' tornato operativo l'aeroporto internazionale Vincenzo Bellini di Catania che aveva sospeso l'attività per la presenza di cenere eruttiva sulla pista. You must abandon the lies, the Bible, the Quran, stupidity, devils, satans, eves, wars, etc, and to take your love, truth, respect, Eternal Order, etc. The end of the galaxy is near.

Foggia, il sogno di un’altra “Zemanlandia”. Il boemo torna in panchina per la 4ª volta - Il Fatto QuotidianoIl passato, quello bello, che ritorna. Zdenek Zeman siederà per la quarta volta sulla panchina del Foggia, in Lega Pro. Nel club rossonero il tecnico boemo, classe ‘47, aveva vissuto uno dei momenti più significativi della sua carriera quando, tra il 1989 e il 1994, era stato il protagonista della nascita di “Zemanlandia”, la massima … Benissimo : tra antipatici ci si comprende meglio.

Lo zio diventa “orco”: arrestato a Messina per violenza sulla nipote di 14 anni e due amicheSul telefonino di una delle tre ragazzine scoperte chat inequivocabili a sfondo sessuale Castrazione chimica, senza indugio! 😡