Quirinale, Conte-Letta-Speranza: 'Via Berlusconi, di nome parleremo con centrodestra'

19/01/2022 15.10.00

I tre in un post su Twitter: 'Nessuno ha prelazione'

Letta, Conte

'Via Berlusconi, del nome parleremo con il centrodestra'. L'incontro tra Letta , Conte e Speranza :

I tre in un post su Twitter: 'Nessuno ha prelazione'

Lo stesso tweet è stato postato da Conte e Speranza dopo l'incontro."L'incontro è andato bene, siamo pronti ad un'azione forte, ad un confronto ampio e condiviso. Ovviamente andranno rimosse dal tavolo candidature di parte, in particolare quella di Berlusconi, ma assolutamente siamo pronti ad offrire al Paese e a tuti i cittadini che aspettano, un Presidente o una Presidente autorevole che possa rappresentare tutti", ha aggiunto il

leader di M5S Conteal termine dell'incontro.Il tema che filtra, al termine dell'incontro, è che si cercherà"un nome condiviso per garantire continuità al governo, nella consapevolezza dei problemi che ne seguirebbero e della difficoltà di proseguire in un quadro di maggioranza di governo che, senza Draghi, difficilmente potrebbe reggere", spiegano all'Adnkronos fonti M5S di primo piano, riassumendo il pensiero espresso dal leader pentastellato durante il summit. Conte, Letta e Speranza, nel corso del colloquio di questa mattina, si sono anche confrontati sulla contrarietà della stragrande maggioranza dei loro gruppi alla soluzione Draghi al Quirinale, viene inoltre rimarcato.

Leggi di più: Adnkronos »

Scioglimento dei ghiacciai in Italia: lo stato dei ghiacciai Careser e La Mare | Il Sole 24 ORE

Gli studi sul ritiro del ghiacciaio Careser nelle Alpi italiane ci dice qualcosa sullo stato del clima e sul nostro futuro. I dati, i confronti e le immagini Leggi di più >>

Via l unico che crea lavoro dentro chi mantiene i nullafacenti avanti così

Quirinale, Vittorio Sgarbi: 'Berlusconi è triste, l'operazione si è fermata. Cerca una via d'uscita onorevole'. Colle, addio?'L'operazione si è fermata oggettivamente'. Secondo il 'telefonista' VittorioSgarbi, non ci sono i numeri per l'elezione di SilvioBerlusconi al Quirinale: il Cav studia la via d'uscita Brutto quando un sogno s'infrange, ma il sogno del cavaliere sarebbe stato un incubo per milioni di italiani, non solo di sinistra. (Ovviamente questo mio commento è valido in toto solo se la notizia sarà confermata.) I VOTI SI OTTENGONO MINACCIANDO ELEZIONI !!!! LA DESTRA DEVE ESSERE UNITA,SALVINI NON FACCIA REGALI VISTO CHE HA GIA SBAGLIATO UNA VOLTA,MEGLIO SE IL GIOCO LO CONDUCE CALDEROLI !!!!!!! proponete un giovane TIPO DI MAIO

Sarri travolto da Pussetto: volano via gli occhialiLeggi su corrieredellosport.it le ultime news sportive e di cronaca, segui i live, consulta i risultati, le statistiche, le foto ed i video di calcio, basket, F1, tennis e molto altro.

G7 e G20 yout summit: al via la selezione di 7 delegati italiani - iO DonnaPer chi fosse interessato a entrare a far parte della Delegazione italiana degli engagement group ufficiali dedicati ai giovani del G7 Germania e del G20 Indonesia

Varriale, stalking e lesioni alla ex: via al processo, tra i testi Paola FerrariPrima udienza del processo a carico dell'ex vicedirettore di Rai Sport, Enrico Varriale, accusato di stalking e lesioni nei confronti della ex compagna. Ieri, in aula, il giornalista ha...

Turista picchiata: «Vado via da qui, quel tassista mi ha detto di essere talebano»Turista Usa picchiata a Firenze: «Vado via da qui, quel tassista mi ha detto di essere talebano» Ehm.... Alla faccia dei tassisti e chi li deve controllare

Variante Omicron, Cina: 'Arriva via posta, non comprate all'estero'Il Covid viaggia via posta, nel mirino della Cina un pacco arrivato dal Canada. Servirebbe una multa per chi ripropone queste stronzate onestamente. Questa è palese propaganda Cinese ed il panico da pacchi è stato scientificamente sbugiardato nei primi mesi di pandemia, quando tutti avevano paura dei pacchi cinesi. Via email no? 😂 I Simpson l'avevano previsto!

Quirinale, Letta:"Assalto destra fallito, ora nome condiviso" Lo stesso tweet è stato postato da Conte e Speranza dopo l'incontro.“si è fermata oggettivamente”.Piccolo fuori programma nella sfida di Coppa Italia tra Lazio e Udinese: l’argentino si scontra involontariamente con il tecnico biancoceleste, che cade e si rialza subito Per approfondire.a ricevere le candidature per gli engagement group ufficiali dedicati ai giovani del G7 Germania e del G20 Indonesia e a scegliere le figure più adatte.

"L'incontro è andato bene, siamo pronti ad un'azione forte, ad un confronto ampio e condiviso. Ovviamente andranno rimosse dal tavolo candidature di parte, in particolare quella di Berlusconi, ma assolutamente siamo pronti ad offrire al Paese e a tuti i cittadini che aspettano, un Presidente o una Presidente autorevole che possa rappresentare tutti", ha aggiunto il leader di M5S Conte al termine dell'incontro. Intervenuto ai microfoni di Un giorno da pecora su Rai Radio1, il critico d’arte ha fatto il punto della situazione. Il tema che filtra, al termine dell'incontro, è che si cercherà"un nome condiviso per garantire continuità al governo, nella consapevolezza dei problemi che ne seguirebbero e della difficoltà di proseguire in un quadro di maggioranza di governo che, senza Draghi, difficilmente potrebbe reggere", spiegano all'Adnkronos fonti M5S di primo piano, riassumendo il pensiero espresso dal leader pentastellato durante il summit. Conte, Letta e Speranza, nel corso del colloquio di questa mattina, si sono anche confrontati sulla contrarietà della stragrande maggioranza dei loro gruppi alla soluzione Draghi al Quirinale, viene inoltre rimarcato. Credo che questa pausa dipenda dal fatto che starà pensando se c’è una via d’uscita onorevole, con un nome che sia gradito a lui, forse Mattarella”. "Siamo disposti ad adottare qualsiasi strategia per far saltare la candidatura di Silvio Berlusconi, compresa l'uscita dall'Aula", è quanto trapela all'Adnkronos da fonti M5S di primo piano al termine dell'incontro. Offre loro opportunità di dialogo e cooperazione in campo internazionale e l’opportunità di condividere le proprie idee con i policy makers globali.

"C'è totale sintonia - rimarcano le stesse fonti - nel dire che la candidatura di Silvio Berlusconi va assolutamente superata". “Il centrodestra parte da 450 voti, ne servono 505 - ha riassunto il critico d’arte - allo stato attuale dobbiamo contare la defezione di 10 o 20 per malattia, 10 o 20 perché sono no vax e non possono raggiungere Roma, altri 20 franchi tiratori”. Il leader pentastellato, nel corso del summit, avrebbe inoltre insistito sulla necessità di"trovare un nome alternativo" perché - il ragionamento dell'ex premier - è"opportuno che Mario Draghi resti alla guida di Palazzo Chigi". Non trapelano nomi, al termine del vertice, ma le stesse fonti spiegano che l'incontro è stato"franco e diretto": un colloquio tra persone che"si conoscono molto bene, che hanno confidenza". Io posso fare una ricerca sul piano della speranza, ma la situazione è complicata."Bisogna continuare compatti come fronte progressista", viene spiegato. E il tweet-fotocopia postato dai tre leader va proprio in questa direzione. Quando capirà che non c’è spazio può garantirsi un’ultima via di uscita”.

"Aspettiamo un segnale dal centrodestra per superare la candidatura di Berlusconi", concludono le fonti. A intervenire sulla corsa al Quirinale oggi anche il ministro del Lavoro Orlando. Oggi c'è il vertice del centrosinistra:"Il tema fondamentale, e che è uscito dalla direzione del Pd, resta se si vuole o meno proseguire sulla strada che ha visto la nascita del governo Draghi, se si vuole o meno mantenere un quadro di unità nazionale". E osserva che allora"se lo si vuole si mantiene la strada che si è scelta, che si sta seguendo fino a qui se non lo si vuole si prosegue e si butta alle ortiche un tentativo faticoso e complesso che però ha provato a dare una risposta complessa all'altezza della situazione che stiamo vivendo"."Perché è del tutto evidente che se una parte politica si sceglie qualunque nome, e se lo cucina mettendolo sul tavolo senza interlocuzione con il resto del Parlamento.

...", dice ancora Orlando. "Non parlo di nomi" e"dubito che l'ipotesi di nomi secchi possa toglierci da questa situazione", ha scandito quindi il ministro del Lavoro secondo il quale"il tema non è soltanto Berlusconi, che ha tutto un portato che conosciamo, il tema è anche l'idea di una autosufficienza e di 'un prendere o lasciare' che oggettivamente non può essere il metodo sul quale si costruisce un percorso e una figura condivisa".

E riguardo ai rumors di una suo scetticismo sull'opzione Draghi al Quirinale:"Io questo gioco non voglio giocarlo. Ho parlato in chiaro alla direzione del Partito, ho detto cosa penso e cioè che Draghi è assolutamente un nome che può dare una risposta in questo momento. Ma il tema fondamentale è come si arriva a questa scelta, cioè qual è il quadro che si arriva a determinare e il metodo che si individua, perché in questo caso il metodo è sostanza"."Come ho detto precedentemente, l'idea di una elezione, del mantenimento dello spirito che ci ha portato fin qui, espone il Paese a una serie di contraccolpi. Non c'è nessuno scetticismo, Draghi è una delle carte fondamentali e la nostra preoccupazione deve essere quella di non bruciarla" afferma Orlando.

"Ma - aggiunge- la carta di Draghi e delle altre che si stanno discutendo saranno più o meno utilizzabili in base alla capacità di dialogo che si aprirà fra le forze politiche". Riproduzione riservata .