Prima visita dall'andrologo: la prevenzione inizia da adolescenti - iODonna

Prima visita dall’andrologo: la prevenzione dei tumori e dell’infertilità inizia da adolescenti

27/10/2021 22.22.00

Prima visita dall’andrologo: la prevenzione dei tumori e dell’infertilità inizia da adolescenti

Dall'andrologo a 12/14 anni per proteggere la salute e la fertilità. Prima dell'avvio dell'attività sessuale

varicoceleinvece, il glande non si scopre», spiega il Professore Salonia. Cosa vuol dire? «Se non si ha un’adeguata igiene, è possibile che si sviluppino patologie infiammatorie e a lungo andare un rischio oncologico».Presenza di un “gomitolo” sopra il testicolo

(sintomo di fimosi).Come avviene la prima visita e perché non averne paura(così come l’autopalpazione mammaria nelle femmine), poi si osserva il pene, la valutazione del varicocele, poi i polsi (cioè la radice del pene) per eventuali piccoli linfonodi».

Leggi di più: iodonna »

Governo all’ultima spiaggia?

Tutti i retroscena che danno il Presidente del Consiglio come stanco delle continue liti tra i partiti che continuano a tirarlo per la giacchetta Leggi di più >>

Tesla record, vale mille miliardi, è la prima casa automobilistica a toccare il traguardoTesla record, vale mille miliardi, è la prima casa automobilistica a toccare il traguardo [di Tiziano Toniutti] La scelta elettrica e' stupida. Non abbiamo bisogno di nulla che valga miliardi.

Bonus prima casa under 36, Isee penalizzante per chi vive in famiglia

Coppa Davis: prima convocazione per Sinner e Musetti - Tennis

Da Cattelan a Ilary Blasi: quando il flop va in onda in prima serataLa nuova stagione autunno-inverno è partita a settembre ma la strada è già lastricata di insuccessi, promesse mancate, spettatori in fuga, programmi che non si riprenderanno mai

Scontri Cgil, il video delle richieste di Castellino alla polizia prima del corteo: «Vogliamo Landini»Il video delle richieste di Castellino alla polizia prima del corteo: «Vogliamo Landini»

Aprire una partita Iva: 10 cose da sapere prima di avviare una nuova attivitàQuando sorge l’obbligo di aprire partita Iva?Fino a che limite si può utilizzare la prestazione occasionale? Quali sono i tempi e i costi? Ecco una mini guida fiscale per non sbagliare

Quali segnali sottoporre all’andrologo «Dopo i il secondo fattore di rischio di infertilità maschile è il varicocele , dilatazione vene prevalentemente a sinistra. Può comportare danni tossici al testicolo stesso. Sia il criptoorchidismo sia il varicocele non interessano solo il testicolo coinvolto ma anche l’altro. Nella fimosi, invece, il glande non si scopre», spiega il Professore Salonia. Cosa vuol dire? «Se non si ha un’adeguata igiene, è possibile che si sviluppino patologie infiammatorie e a lungo andare un rischio oncologico». Testicolo ad ascensore: i testicoli non bene alloggiati e tendono a salire e scendere nello scroto: potrebbe essere il segno di un rischio della torsione del testicolo (il ragazzo avverte un male acuto perché il testicolo tende a risalire verso l’attaccatura: in tal caso bisogna andare d’urgenza in Pronto Soccorso). I testicoli devono essere non mobili, ma rimanere all’interno dello scroto. Presenza di un “gomitolo” sopra il testicolo (varicocele), un rigonfiamento sopra il testicolo e dentro lo scroto. In tal caso meglio farsi vedere, anche se non con urgenza. Il Pene non si scopre a livello del glande (sintomo di fimosi). Il Pene in erezione è storto (recurvatum congenito): un’anomalia anatomica da considerare attentamente, può generare ansia da prestazione e disagio. Meglio parlarne con l’andrologo. Come avviene la prima visita e perché non averne paura «Negli ultimi tempi ho notato con piacere che iniziano ad arrivare alle prime visite alcuni padri con i figli intorno ai 12/13 anni, un buon segnale di consapevolezza», spiega il Professore Salonia. «Durante la visita si fanno domande al ragazzo per farsi raccontare come sta, poi si valutano tre aspetti fondamentali: la palpazione testicoli che va raccomandata a tutti i ragazzi (così come l’autopalpazione mammaria nelle femmine), poi si osserva il pene, la valutazione del varicocele, poi i polsi (cioè la radice del pene) per eventuali piccoli linfonodi». Getty Images L’importanza del vaccino HPV a 12 anni «A volte, poi, le fimosi nasconde un frenulo debole che a volte si associa a problemi di eiaculazione precoce . È questa un’altra patologia che può emergere in adolescenza. Oggi i primi rapporti si hanno molto precocemente: più precoce è la sessualità, maggiore l’esposizione a malattie sessualmente trasmesse. Per questo ribadiamo sempre l’importanza di fare il vaccino HPV anche ai maschi!», raccomanda il Professore. Il vaccino a 12 anni, che protegge da 9 ceppi di papillovirus, è perfetto per proteggere i ragazzi e le ragazze prima che inizino l’attività sessuale. Leggi anche Il papilloma virus non è un rischio solo “per femmine” ›