Prevenzione e «contenimento»: le strategie per gestire la piazza

Prevenzione e «contenimento»: le strategie per gestire la piazza

19/07/2021 10.44.00

Prevenzione e «contenimento»: le strategie per gestire la piazza

Oggi i poliziotti si formano alla Scuola per l’ordine pubblico a Nettuno - La svolta con l’arrivo al vertice del dipartimento P.s. di Antonio Manganelli

La circolare Manganelli del 21 gennaio 2009La rivoluzione, dunque, ha bisogno di tempo. La nascita della Scuola per l’Ordine pubblico è un segnale. Poi arriva il 21 gennaio la circolare di Manganelli «Manifestazioni di rilievo - Lineamenti». È, a tutt’oggi, il manuale per la piazza. Allora, uno sconvolgimento silenzioso.

Covid Irlanda, via le restrizioni e stop al green pass

0Certe mentalità muscolari venivano ribaltate, delegittimate, negate alla radice. Attenzione però: «L’uso della forza legittima resta a tutti gli effetti nell’azione della polizia quando è in piazza se è costretta a farlo. È la filosofia, la cultura di fondo a cambiare. La prevenzione e l’azione preventiva diventano centrali» sottolinea Letizia.

Cambia la visuale dell’azione in piazzaIl cambio di prospettiva va introiettato da tutti: questori, dirigenti e funzionari fino all’ultimo agente di un reparto mobile o di un ufficio territoriale. Non è facile, non è scontato, c’è chi mugugna. Ci vuole tempo. headtopics.com

«Una delle indicazioni è di non rispondere alle provocazioni. Fanno il gioco dei violenti. Le conseguenze del conflitto scatenatosi annullano il senso della manifestazione» sottolinea il numero uno dell’Anfp. Manganelli chiama più funzionari e dirigenti a scrivere la circolare, ci vogliono tutti i punti di vista: Oscar Fiorolli, Armando Forgione, Roberto Massucci, Sebastiano Salvo, Giuseppe Petronzi.

La sardina dà del 'troglodita' al Cavaliere. Ma non sa che ha fatto la storia d'Italia

In piazza, allora, e tante volte, c’era Lamberto Giannini, capo della Digos di Roma, erede e amico di Franco Gabrielli. Giannini poi insegnerà alla Scuola Ordine pubblico. Quest’anno anche loro si sono scambiati il testimone alla guida del dipartimeento di P.s.

Decisiva l’attività prima della sfilataI poliziotti schierati in strada sono l’ultimo pezzo dell’azione di ordine pubblico. Prima, sotto la guida del questore, si deve scandagliare tutto: organizzatori, intenzioni ufficiali e nascoste, infiltrati in agguato, livello della minaccia, articolazione delle presenze, disponibilità al dialogo. Strumento, quest’ultimo, da utilizzare in modo ossessivo, fino all’ultimo. In questura gli organizzatori sono convocati, ci si conosce e ci si confronta.

Per la polizia il livello informativo deve essere quello massimo possibile: è il metodo per ridurre al minimo la difficoltà della sorpresa, dell’imprevisto. Quello che in una piazza diventata ingovernabile scatenò i problemi gravissimi e la tragedia del G8 di Genova. headtopics.com

Covid Irlanda, il Paese elimina quasi tutte le restrizioni

«Equilibrio tra disordine sopportabile e ordine indispensabile»È il titolo di un volume pubblicato dall’Anfp. Sottolinea Letizia: «L’azione di contenimento è strategica, continua, decisiva per il successo di tutti. A Venezia, i manifestanti non dovevano entrare nella zona delle autorità e la polizia lo ha impedito. Poi ci sono le cosiddette cariche di alleggerimento: servono, appunto, a disperdere l’azione ostile ma per ridimensionare e annullare il rischio del conflitto».

Non si rincorre a tutti i costi, non si reagisce - i lanci di bottiglie sono tuttora usuali - non si accettano le provocazioni «a differenza del passato quando le si aspettava per poter rispondere».Ogni poliziotto in piazza, oggi, dal questore fino all’ultimo agente, deve avere piena cognizione del contesto operativo. «Non è più la filosofia del pattuglione. Ma si incardina il senso della responsabilità per ciascuno dei colleghi».

Sfide difficili, non senza errori. In continuo aggiornamento.

Leggi di più: IlSole24ORE »

Discovery + | The Streaming Home of Real-Life Entertainment

Cioè tutto quello che il sindaco di Milano ha omesso di fare in 1 anno e mezzo: 'mi affido al senso di responsabilità dei cittadini' ha detto, deresponsabilizzandosi completamente. Non ce lo siamo dimenticato. Il Sindaco peggiore possibile, nel momento di maggior bisogno. Da cosa? Manifestazioni di dissenso? Cavolo dall’economia al sostegno di regime è un attimo! Giornali sempre più utili

Speranza: 'Firmato il decreto per la prevenzione e la cura della ludopatia'​L'Istituto Superiore di Sanità stima che in Italia l'azzardo è un'attività che coinvolge una popolazione di circa 5,2 milioni 'abitudinari' di cui circa 1,2 milioni sono considerati problematici, ovvero con dipendenza Le tassa di questo gioco Sono inferiori alle spese sanitarie che provocano. 😷 robersperanza Chi è speranza? Chiedo per Lucifero Gioco d'azzardo, il ministro Speranza firma un decreto per prevenire la ludopatia dipendenza pericolosa che colpisce anche i più giovani. Basterebbe vietare i giochi online e ritornare ai casinò, dove molti disgraziati avrebbero difficolta ad andare.....

Ecco perché il Green pass è costituzionale e può limitare alcune libertàLa Costituzione tutela la sanità come interesse della collettività ed è quindi ammissibile limitare la libertà di chi non si vaccina, ma le cure vanno garantite per tutti Costituzionale ormai è un modo di dire. Qua fanno quello che vogliono, quando vogliono. È “democrazia” fino a quando lo decidono loro 😂 🤡🤡🤡 mettetelo obbligatorio e finiamo sta pagliacciata del pass per fare cose

La variante e la mappa dei rischi in Lombardia. Gli ospedali pronti a gestire la quarta ondataRicoveri in lieve risalita, reparti in attesa. Profilassi con due dosi: nessun decesso. Via ai richiami per i turisti in vacanza che trascorrano in Lombardia almeno 15 giorni Incommentabile Informazione di regime..... L’ondata delle stronzate che pubblicate!!

Le Storie Siamo Noi, Francesca: «Io, vittima di pedopornografia» - VanityFair.itQuando aveva 4 anni Francesca è rimasta vittima di una rete di pedopornografia. La sua testimonianza per la rubrica Le Storie Siamo Noi

Verbania, un multipiano vicino all’ospedale permetterà di togliere le auto da piazza Garibaldi a PallanzaRaddoppiare o anche triplicare i posti auto del parcheggio tra vicolo delle Orsoline e via Crocetta a Pallanza. Il posteggio di fronte all’ospedale Castelli ha già un piano a raso e uno interrato per un centinaio di posti, ma potrebbe svilupparsi in altezza in vista della pedonalizzazione del lungolago attorno ...

Vaccini, metà della popolazione italiana immunizzata con due dosi - TGCOM24Negli over 80 ha ricevuto entrambe le dosi l'89,81%, mentre per la fascia 70-79 la copertura completa è al 77,95% Immunizzata è una parola grossa. Immunizzata? fakenews