Prato, operai della Texprint picchiati dai vertici dell'azienda: un lavoratore colpito con un mattone. Sindacato: 'Tre finiti in ospedale' - Il Fatto Quotidiano

Il pestaggio fuori dall'azienda nei confronti dei lavoratori in presidio. Guardate [Video]

16/06/2021 21.44.00

DIRIGENTI VS. OPERAI Il pestaggio fuori dall'azienda nei confronti dei lavoratori in presidio. Guardate [Video]

Il pestaggio fuori dall'azienda nei confronti dei lavoratori in presidio. Guardate [Video]

mattonatein testa. Probabilmente non è questa la linea difensiva che gli avvocati hanno consigliato alla direzione dellaTexprintper convincere il Prefetto a rimuovere l’interdittiva antimafiache recentemente è stata confermata ai danni della stamperia tessile di

Luca Mercalli: abbiamo 10 anni o si cambia o saranno scenari di fuoco - Cronaca Salvini a Sky TG24: 'Green pass a scuola? Non roviniamoci l'estate' Semestre bianco, gli ultimi sei mesi del presidente - Politica

Prato. Eppure, come si vede dalle immagini riprese dai dipendenti che da sei mesi denunciano condizioni di sfruttamento, è proprio il modo con il quale oggi pomeriggioZhang “Valerio” Sang Yu,e altri 15 dipendenti dell’azienda hanno tentato di porre fine al presidio di protesta che va avanti senza sosta da sei mesi.

Vedi Anche“Hanno approfittato di un momento in cui con altri lavoratori avevamo lasciato il presidio per unirci allo sciopero in corso in un’altra azienda del distretto tessile – spiegaLuca ToscanodelSiCobasche dall’inizio segue la vertenza – c’erano solo tre lavoratori che stavano ostacolando l’ingresso di un camion quando sono stati aggrediti”. Nonostante i tentativi di blocchi, nella pratica la produzione della Texprint non si è mai fermata nonostante il presidio e le proteste, ma la tensione è sempre più alta. headtopics.com

Vedi AncheNei giorni scorsi la Regione aveva invitato l’azienda ariaprire il dialogo con i lavoratorima per ora l’appello sembra essere caduto nel vuoto. Mentre i tre operai raggiungevano l’ospedale per medicare le ferite, i dipendenti Texprint capitanati da Zhang “Valerio” Sang Yu si premuravano di smontare, pezzo per pezzo, il presidio e gli striscioni presenti davanti ai cancelli. Il presidio è ripreso al ritorno degli altri lavoratori ai quali si è unito un folto gruppo di solidali di altre ditte del distretto tessile di Prato.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di teIn questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire Leggi di più: Il Fatto Quotidiano »

G8 di Genova, i tre giorni di caos che sconvolsero il mondo. VIDEO

Leggi su Sky TG24 l'articolo G8 di Genova, i tre giorni di caos che sconvolsero il mondo. VIDEO

Otre che PRENDITORI sono anche PICCHIATORI Ma le forze dell' ordine? Si vabbè ma checcazzo mattone in testa.... ma dai,glielo ha appoggiato.... guardare per credere..... le zuffe all'uscita della mia scuola media erano più movimentate.... Tappa buchi? Rivoluzione proletaria! Liberiamo il mondo da questa feccia umana! 🇻🇳

Quanto mi mancanoi cari e vecchi anni 70 Mafia cinese I padroni sono sempre padroni! Ormai sdoganato che il padrone può allestire squadracce per punire e picchiare lavoratori che lottano per diritti e lavoro, e il tutto impuniti! Questo se non gli diamo uno stop sarà solo l'inizio Stiamo mettendo l'economia toscana in mano a questi pirati...

Urgono lotte operaie! Personaggi già conosciuti alle forze dell'ordine si permettono di agire illegalmente e tranquillamente..mah... Avvisaglie di un autunno torrido 🌡️

«Mille»: il video di Fedez, Achille Lauro e Orietta Berti è già «cult» - VanityFair.itIl video di «Mille», la nuova hit di Fedez, Achille Lauro e Orietta Berti, è un'esplosione di colori che ci riporta all'Italia degli anni Sessanta, con le sue cuffiette e le sue bottigliette di vetro di Coca-Cola Orietta Berti che senza mai aver scoperto una coscia è sempre sulla cresta dell'onda Mitica.

Animali. Bruttissimo segnale e non è il primo... Vergognoso I dirigenti pensavano di essere in Cina.

Mottarone, ecco il video del disastroLA STRAGE IN FUNIVIA, IL VIDEO Quella spaventosa dinamica, descritta tante volte a parole, è immortalata in un video registrato dalle telecamere di sorveglianza e pubblicato in esclusiva dal Tg3 Si critica il video, dimenticando le persone lì decedute le quali se potessero al contrario mostrerebbero senz'altro volentieri i danni derivanti dal disprezzo per la vita umana. Danimarca esempio di dignità

Alberto Sordi, nuovo omaggio a 'Il marchese del Grillo': il murale nel quartiere di Roma GarbatellaNel giorno in cui avrebbe compiuto 101 anni, Alberto Sordi rivive sulla facciata di un palazzo della Garbatella, storico quartiere popolare della Capitale Grandioso! Splendido ❤️❤️❤️ il grande Albertone nato in via S.Cosimato come ben sanno a TrastevereRM alcune sensibili al tema,ma lì da anni si parla solo di cinema America.X il nativo E. Montesano Comune e municipio8 hanno pensato qualcosa x post Centenario? Roma Garbatella

Ilva, il report al ministero: se riparte è danno sanitario - Il Fatto Quotidiano“Dalla presente valutazione emerge la permanenza di un rischio sanitario residuo non accettabile relativo a uno scenario di produzione di 6 milioni di tonnellate/anno di acciaio” da parte dell’ex Ilva. Lo hanno scritto i direttori generali di Arpa Puglia, Aress Puglia e Asl di Taranto nella lettera inviata al Ministero per la Transizione Ecologica per …

Corsetto: il ritorno del corpetto bustier per il 2021 | iO DonnaSexy ed elegante. Il corsetto oggi è il top perfetto per le uscite serali

Il Fatto di Domani del 15 Giugno 2021 - Il Fatto QuotidianoQUANDO IL GENERALE PROMETTEVA: “A GIUGNO LA SPALLATA”. Per il generale Figliuolo questo doveva essere il mese “della spallata”: “In Italia ci sono circa 43mila medici di famiglia e 20mila farmacie – aveva sostenuto –. Se ogni medico inoculasse dieci vaccini al giorno, otterremmo 430.000 dosi in più alle quali se ne potrebbero aggiungere altre … Vegognatevi, bestie. Voi, del fattoquotidiano, il traguardo della fogna più grande, della carta stampata, lo avete raggiunto da tempo. Il Generale invèr no, non rompe il ghiaccio. Oggi il 99,4% dei tamponi è negativo. Sarebbe bello che si tifasse per il bene dell’ITALIA, di ognuno di noi. Ma ormai la politica è ovunque e la propaganda soppianta l’informazione. Peccato, non si può più leggervi.