Negozi senza Green pass, ok per ottici e benzinai. Certificato obbligatorio dal tabaccaio

18/01/2022 00.43.00

#negozi senza #green pass, ok per ottici e benzinai. Certificato obbligatorio dal tabaccaio

Negozi, Green

negozi senza green pass , ok per ottici e benzinai. Certificato obbligatorio dal tabaccaio

Profumi e balocchi, servirà il Green pass. E sarà obbligatorio anche per comprare le sigarette. Esentate invece le farmacie, le parafarmacie e tutti i negozi che...

Parrucchiere e barbiere, serve il certificatoIl Green pass base sarà obbligatorio da giovedì anche per i clienti delle attività che assicurano servizi alla persona. In particolare, si parla di barbieri, parrucchieri ed estetisti. Si legge nel testo del decreto che era stato pubblicato sulla Gazzetta ufficiale l’8 gennaio: «Fino al 31 marzo 2022, è consentito esclusivamente ai soggetti in possesso di una delle certificazioni verdi Covid-19, di cui all’articolo 9, comma 2, l’accesso ai servizi alla persona». Di quale tipo di certificazione verde si sta parlando? Di quella base, che si può ottenere non solo con la vaccinazione o con il superamento dell’infezione, ma anche con l’esecuzione di un test antigenico (o molecolare) con risultato negativo. Dal primo febbraio la durata dei Green pass da vaccino o guarigione sarà di sei mesi, mentre resta invariata quella da test antigenico: quarantott’ore. Di fatto un No vax per andare dal barbiere deve, ogni volta, sottoporsi al tampone. 

Leggi di più: Il Messaggero »

Ucraina, nave arrivata a Ravenna: le operazioni di scarico dureranno 30 ore - Italia

A bordo 15mila tonnellate di semi di mais destinate ai mangimi animali (ANSA) Leggi di più >>

Dpcm? Da toccarsi le palle! Ci svegliamo ansiosi di sapere, dopo il ricatto criminale del Green Pass obbligatorio per lavorare mentre riempie l’Italia di clandestini, restrizioni e aumenti dei beni di prima necessità a quali ulteriori oscenità Draghi vorrà sottoporre i cittadini! Il governo è impazzito!!!! Divieti allucinanti COVID

Giuro se non leggessi con i miei occhi... Qualche dubbio ce lo avrei....I pellet? hanno veramente perso tempo ad elencare le categorie merceologiche? Si, no? Per comprare un francobollo...🙊🙉🙈 Vorrei essere nel 78 ma che minkiata è l'ottico no è il tabaccaio sì?!? boh cazzari tutti

Covid, verso l'intesa: ecco i negozi dove non servirà il Green passLeggi su Sky TG24 l'articolo Covid, verso l'intesa: ecco i negozi dove non servirà il Green pass per entrare Attendo il cartello 'chiuso per fallimento' Povera Italia! Siamo nelle mani di politici che scambiano in modo verisimile l'accanimento persecutorio per scienza!

A Baghdad le milizie si contendono il racket delle estorsioni ai negoziA Baghdad aumentano i casi di esercizi commerciali dati alle fiamme: le milizie responsabili si nascondono dietro motivazioni religiose, ma in realtà vogliono estorcere soldi ai negozianti. L'articolo di Zuhair al Jezairy. Un po' come a Foggia.

Cossato, una cabina di regia per il rilancio dei negoziNasce il Distretto urbano del commercio: si occuperà di iniziative di marketing ed eventi Si sentono tutti artisti, è così chic... FARE I REGISTI! o sono occupazioni fittizie, verisimilmente per fare da paravento ad incapacità, queste diventate, sì endemiche....?

Negozi senza Green pass, verso intesa per ottici e pellet. Esentati edicole e mercati all'apertoOltre ad alimentari e sanitari, tra i negozi  “ Green pass free” ci sarebbero anche quelli di ottica o per l'acquisto di pellet o legna per il riscaldamento,... Forse ancora non vi è chiaro...va abolito e mai più tirato fuori. Avete rotto i COGLIONI

Green pass, la lista dei negozi dove non serve dal 1 febbraio: ci sono gli alimentari, non i tabaccaiIl governo vincola alla certificazione base, che si ottiene con il tampone, anche per acquistare cosmetici. Niente obbligo invece per i prodotti per animali Interessante. Senza greenpass si può andare in edicola a comprare i fogli della propaganda, ma non dal tabacchi per aumentare il gettito fiscale in entrata dello stato 😅 Nell'agenda 2030 é prevista la bancarotta? Just asking. Ma alla fine faranno anche i lager si o no? Chiedo per un amico a quando le docce con GasNervino ?

Negozi senza Green pass, verso intesa per ottici e pellet. Esentati edicole e mercati all'apertoOltre ad alimentari e sanitari, tra i negozi  “ Green pass free” ci sarebbero anche quelli di ottica o per l'acquisto di pellet o legna per il riscaldamento,... Forse ancora non vi è chiaro...va abolito e mai più tirato fuori. Avete rotto i COGLIONI

20 GENNAIO Parrucchiere e barbiere, serve il certificato Il Green pass base sarà obbligatorio da giovedì anche per i clienti delle attività che assicurano servizi alla persona.12 foto Ansa/Ipa Il ministero della Pubblica amministrazione e quello dello Sviluppo economico lavorano al Dpcm che conterrà la lista delle attività per cui non sarà necessario avere la certificazione verde.Un negozio di alcolici nel centro di Baghdad, 5 dicembre 2020.francesca fossati Modificato il: 16 Gennaio 2022 1 minuti di lettura Domani a Cossato decollerà il Distretto urbano del commercio.

In particolare, si parla di barbieri, parrucchieri ed estetisti. Si legge nel testo del decreto che era stato pubblicato sulla Gazzetta ufficiale l’8 gennaio: «Fino al 31 marzo 2022, è consentito esclusivamente ai soggetti in possesso di una delle certificazioni verdi Covid-19, di cui all’articolo 9, comma 2, l’accesso ai servizi alla persona». Gli acquisti all’aperto - ad esempio nei mercati o nei distributori di benzina - dovrebbero essere sempre consentiti, mentre potrebbe servire il pass per andare dal tabaccaio. Di quale tipo di certificazione verde si sta parlando? Di quella base, che si può ottenere non solo con la vaccinazione o con il superamento dell’infezione, ma anche con l’esecuzione di un test antigenico (o molecolare) con risultato negativo. I guai sono cominciati qualche settimana fa, quando uno dei suoi negozi è stato colpito da bombe a mano. Dal primo febbraio la durata dei Green pass da vaccino o guarigione sarà di sei mesi, mentre resta invariata quella da test antigenico: quarantott’ore. Di fatto un No vax per andare dal barbiere deve, ogni volta, sottoporsi al tampone. «Promuovere il commercio da solo, però, non basta - dice Borin -.

  I° FEBBRAIO  Poste e banca, si entra con il Pass semplice Dal primo febbraio sarà richiesto il Green pass per base anche pubblici uffici, servizi postali, bancari e finanziari e per le attività commerciali. Prima la tangente da pagare alle milizie, affinché lo “proteggessero” dagli altri gruppi armati, era di 800 dollari al mese per ciascuno dei suoi punti vendita. Sul nodo dei pubblici uffici però sono state fatte delle precisazioni. Chi deve presentarsi in tribunale come testimone sarà esentato dall’obbligo di mostrare la certificazione verde. Stesso discorso per chi deve andare a presentare una denuncia. Via Abu Nawas, una strada che costeggia il fiume, è celebre per i suoi negozi di alcolici, ma per legge questi esercizi commerciali devono chiudere i battenti al tramonto, in particolare quelli che non pagano royalties e tangenti alle bande che prendono di mira i negozi di liquori, incendiandoli o facendoli esplodere. Il Dpcm spiega anche che il Green pass base è richiesto per «colloqui visivi in presenza con i detenuti e gli internati, all’interno degli istituti penitenziari per adulti e minori». Al primo si parlerà di argomenti come il visual marketing, la strategia del punto vendita, la centralità del cliente e le vetrine come strumento di comunicazione.

Per le banche e gli uffici postali ora dovrà essere organizzato un servizio di controllo dei Green pass, facendo attenzione che queste non causi assembramenti. Per quanto riguarda le attività sanitarie, in linea di massima non ci saranno cambiamenti rispetto alla situazione attuale. Nonostante tutti questi pericoli Abu Yaqub rimane aperto: “Gli affari sono buoni, la gente beve ancora”.  I° FEBBRAIO  Limitazioni per i mercati al chiuso Quali sono le attività commerciali che non dovranno richiedere il Green pass? Il decreto pubblicato in Gazzetta ufficiale l’8 gennaio dice che «entro 15 giorni» un nuovo provvedimento stilerà l’elenco. Prima di tutto, vengono esclusi negozi o supermercati che vendono generi alimentari. Stesso discorso per le farmacie, ma anche tutte le strutture che vendano dispositivi medici, come ad esempio gli ottici..

Per quanto riguarda i mercati, la linea è di escludere gli stand allestiti all’aperto e non all’interno di strutture chiuse. Questa regola vale anche per le edicole che vendono i giornali: la stragrande maggioranza si affaccia all’aperto, con il clienti che non entra in una struttura chiusa, dunque il Green pass non serve. Chi invece sta al chiuso deve richiederlo. Non ci sono eccezioni - serve la certificazione verde - per le tabaccherie e i negozi di giocattoli.  15 FEBBRAIO  Solo i vaccinati sopra i 50 anni possono lavorare L’obbligo vaccinale per chi ha compiuto 50 anni è già in vigore dall’8 gennaio.

Dal primo febbraio però saranno inviate le sanzioni dall’Agenzia delle Entrate: 100 euro una tantum. Ma la data più importante è quella del 15 febbraio quando il Green pass rafforzato (quindi solo da vaccino o da superamento dell’infezione) sarà obbligatorio nel posto di lavoro per tutti gli over 50. Cosa succederà a chi si presenterà senza? Prima di tutto ci sarà una multa che può arrivare anche a 1.500 euro, ma il datore di lavoro, che è tenuto a svolgere le verifica, dovrà sospendere il dipendente senza Green pass rafforzato. Durante il periodo di sospensione, il soggetto non perderà il posto, ma potrà essere sostituito e comunque non riceverà lo stipendio.

Negli ultimi giorni c’è stato un incremento dei non vaccinati che sono andati a ricevere la prima dose. Tra gli over 50 siamo nell’ordine dei 15mila al giorno. © RIPRODUZIONE RISERVATA .