Marco De Veglia morto di Covid a Miami, il manager no vax che diceva: «Nella narrazione pandemica neanche un 1% di verità»

Diceva: «Se muori di infarto è Covid, se muori di vaccino è infarto»

27/07/2021 10.35.00

Diceva: «Se muori di infarto è Covid, se muori di vaccino è infarto»

Marco De Veglia, esperto di marketing, è deceduto a Miami. Era convinto che il vaccino non fosse necessario e che le mascherine fossero inutili

De Veglia e la scelta di non vaccinarsiA darne notizia l’amico Stefano Versace, imprenditore del gelato in Florida, che non aveva condiviso le sue posizioni no vax ma che ora avverte a non trarre conclusioni affrettate: «È facile puntare il dito contro un uomo che ha scelto di non vaccinarsi e poi muore di Covid

Pallavolo: Europei; 3-1 alla Serbia, Italia in finale - Sport Preside di Ferrara pubblica un post contro il green pass che rievoca Auschwitz. Il ministero avvia procedimento disciplinare - Il Fatto Quotidiano Covid, morto l'operatore sanitario Gabriele Gazzani: era fra i vaccinati del VaccineDay - Il Fatto Quotidiano

. Più difficile chiedersi come possa accadere che una persona intelligente, un ottimo professionista, finisca per diventare vittima di un flusso continuo di fake news che lo invitano a non tutelare la propria salute».I ricordi sui socialDe Veglia, triestino, sposato e padre di un ragazzo, nel 2009 si era trasferito a New York seguendo principalmente aziende italiane e diventando un punto di riferimento nel

brand positioninge nella creazione e valorizzazione di marchi. Consulente di multinazionali e di startup, aveva creato «Brand facile» e teneva corsi per aiutare le aziende a essere riconoscibili nel mercato. Autore anche di un manuale (Zero concorrenti headtopics.com

) rivolto agli imprenditori, negli ultimi mesi aveva assunto attraverso i social posizioni apertamente no vax. Condivideva giudizi di questo tenore: «Nella narrazione pandemica fatichiamo a trovare anche solo un 1% di verità, c’è una contraddizione dietro l’altra a fare da eco ad una propaganda buffa quanto asfissiante». E ancora: «Se muori di infarto è Covid, se muori di vaccino è infarto». Sui social molti i messaggi di chi lo aveva conosciuto, ricordando soprattutto i tanti progetti in cui era coinvolto.

27 luglio 2021 (modifica il 27 luglio 2021 | 09:31) Leggi di più: Corriere della Sera »

Salvini a Sky TG24: 'Non sono no vax, prudenza su vaccino ai bimbi'

Leggi su Sky TG24 l'articolo Salvini a Sky TG24: “Non sono no vax ma serve prudenza su vaccino ai bimbi'

Speriamo che possa servire a convincere altri One less. Se questi sono i sanitari, c'è da aver paura ad andare in ospedale da non vaccinati. E non per il covid. Siete 💩, sempre Su, adesso basta. Avete leccato abbastanza per oggi. Fate vomitare anche con una scatola di plasil in corpo fate ribrezzo. dovete fallire.

Il Corriere della Merda Quando si muore per qualsiasi malattia il cuore si ferma! Forse i vostri lettori non leggono anche quando ce ne date l'opportunità !! Ma voi siete giornalai della peggior specie perché il tizio non era NOVAX come dite nel titolo ma NEGAZIONISTA !! Affrontare il virus come fosse un'influenza è deleterio ma anche affrontarlo ➡️➡️➡️

propaganda

I Darwin Awards quest'anno hanno un casino di pretendenti Neppure il rispetto per I deceduti. Vergogna ODG_CNOG Ed aveva ragione È morto di infarto? sciacalli.