Senso-Civico-Dono

Senso-Civico-Dono

Luca Argentero: «Insegniamo ai bambini cosa significa il valore del dono»

Luca Argentero: «Va insegnato ai bambini il vero valore del dono»

23/06/2021 13.00.00

Luca Argentero: «Va insegnato ai bambini il vero valore del dono»

L’attore è il vip della rubrica «Ci metto la faccia» nella nuova pillola di «Senso civico» dal titolo «La potenza del dono». L’avvocato Claudia Parzani spiega il contributo di Fido ai nuovi progetti. E l’impegno della Casa delle Donne Maltrattate di Milano

Iniziando dal dono. Di cui non sono importanti tanto la misura e la quantità. Ciò che conta davvero è ladimensione (morale) del cuoreche lo dà. «Sì, perché donare non significa solo denaro. Ma anche tempo, energie, capacità professionali, competenze», precisa

Berlusconi: 'Il Green pass è uno strumento di tutela della vita e della libertà, irresponsabile fomentare divisioni' “Ora salario universale e meno ore di lavoro” - Il Fatto Quotidiano Ricciardi: con il 90% di vaccinati l'emergenza Covid sarà attenuata

l’attore Luca Argentero. Sottolineando come il vero dono è l’attenzione che si dimostra verso l’Altro, anche con piccoli gesti. Senza aspettarsi nulla in cambio. Se non un sorriso.È appunto la, tema centrale della nuova puntata di «Senso civico»,

la pillola dedicata alla cittadinanza attiva di Buone Notizie che si potrà vedere mercoledì 23 giugno, alle ore 11, suCorriere.it. E Luca Argentero è ilvip della rubrica «Ci metto la faccia»: lui, che non è tanto il testimonial di una campagna di sostegno, ma è soprattutto protagonista attivo come vicepresidente dell’ headtopics.com

associazione 1 Caffè.org. «Da 10 anni cerchiamo di scoprire tutte le declinazioni del dono», racconta l’attore torinese, che guarda al futuro: ovvero ai bambini.E spiega così il nuovo progetto«Il valore del dono»in collaborazione con

il Cpd di Torino: «Vogliamo far scoprire, fin dalla giovanissima età, quanto è importante donare». E abituarli, già da piccoli, a capire il valore sociale di un semplice gesto di aiuto. Ovverocreare una cultura solidaleQuella che è alla base dell’impegno di

Claudia Parzani, avvocato,presidente del Consiglio strategico di Fondazione Italia per il Dono, la prima realtà non profit italiana di intermediazione filantropica. Una onlus che «non vende programmi belli – precisa Parzani, protagonista della

rubrica «Dentro la call»- ma aiuta a realizzarli». Quindi una onlus «di servizio per tutti coloro che hanno trovato e trovano unnuovo sbocco per donaree vogliono poterlo realizzare». Come? «Con il nostro sostegno e con la volontà reciproca di prendersi cura di tutte le cose, come se headtopics.com

Juventus-Roma, le probabili formazioni Ricciardi: con 90% vaccinati stato emergenza si potrà attenuare Rapiti 17 missionari cristiani Usaad Haiti: tra loro anche bambini

fosse il nostro giardino di casa».E proprio nella sintesi tra dono e progetto è improntato il lavoro dell’Istituto Italiano per la Donazioneche ha certificato l’esperienza dellaCasa di Accoglienza delle Donne Maltrattate di Milano, al centro dello spazio

«Penso civico». Fin dal suo inizio lo sforzo di Cadmi si è incentrato sull’ascolto: «Così dal 1986 a oggi – sottolinea lapresidenteManuela Ulivi- abbiamo realizzato progetti in base alle necessità delle donne che ci raccontavano le loro esperienze». E prestando attenzione a storie tanto drammatiche sono nate idee, proposte,

iniziative di sostegno e di tutela. Come una casa che può accogliere: «Un riferimento per giovani donne, per madri, per chi ha trovato il coraggio di chiedere aiuto», aggiungeCristina Carelli,coordinatrice Cadmi. Perché ascoltare e difendere chi ha bisogno, è un grande dono.

Leggi di più: Corriere della Sera »

A Favignana canti della mattanza nella ex Tonnara Florio - Sicilia

Hanno ragione - VanityFair.itCosa significa vivere l'estate per chi ha appena vent'anni? dariabig

Le 100 multinazionali al top nel dopo Covid-19: vincitori e vintiDomina il tech, corrono Usa e Cina, l’Europa va al passo, Uk e Svizzera sono in stallo: ecco cosa è accaduto ai colossi mondiali dopo un anno di Covid

Mugello, la famiglia del bambino scomparso e la scelta di vivere tra api e boschi nell’AppenninoLa mamma del bambino: «Non volevo sfruttare né essere sfruttata, siamo venuti qui nel 2009»

Alberi caduti, tetti divelti, allagamenti: vento e grandine fanno contare i danniCentinaia di chiamate ai vigili del fuoco. In città il “downburst” ha portato via i dehors

Alessandria torna a correre sul progetto di retroportoIl “sogno” del retroporto di Alessandria e le nuove aree piemontesi in corsa per diventare aree logistiche collegate ai porti liguri, da Asti al Cuneese....

«Thelma & Louise»: 30 anni dopo, il bacio di Susan Sarandon e Geena Davis - VanityFair.itIn occasione del 30esimo anniversario di «Thelma & Louise», Susan Sarandon e Geena Davis salgono a bordo della mitica Ford Thunderbird decappottabile del 1966 e regalano al fotografi il bacio che infiammò il finale del film