La lotta di Marta, Laura e gli altri contro una rara infezione batterica

La lotta di Marta, Laura e gli altri contro una rara infezione batterica

30/10/2019 16.12.00

La lotta di Marta, Laura e gli altri contro una rara infezione batterica

Il «Libro bianco sulla malattia polmonare da micobatteri non tubercolari» di Osservatorio OMAR fa luce su una patologia spesso diagnosticata in ritardo, orfana di terapie efficaci e di tutele. L'associazione Amantum: «Chiediamo l'inserimento nell’elenco delle malattie rare esenti»

Sconforto e isolamentoLe testimonianze di Marta, Laura e altri pazienti sono state raccolte nel «Libro bianco sulla malattia polmonare da micobatteri non tubercolari, una malattia rara e orfana», presentato al Senato. Realizzato da OMAR-Osservatorio Malattie Rare in collaborazione con Amantum, Associazione Nazionale Malati da NTM, col contributo di Insmed, il volume fa luce su questa patologia ancora sconosciuta, orfana di terapie efficaci e di tutele, non essendo inserita nell’elenco delle malattie rare che danno diritto all’esenzione (allegato 7 al DPCM sui Lea, Livelli essenziali di assistenza). «Il libro bianco – spiega il professor Stefano Aliberti, del comitato esecutivo di IRENE, Osservatorio italiano delle micobatteriosi polmonari non tubercolari – nasce dalla necessità di approfondire le conoscenze su questa malattia orfana e rara e di mettere a punto un percorso diagnostico basato su una virtuosa interazione fra tutti i medici e gli operatori sanitari coinvolti nella presa in carico del paziente, al fine di sviluppare i corretti approcci terapeutici». Aggiunge Giovanni Sotgiu, specialista in malattie infettive all’Università di Sassari e membro del Comitato scientifico dell’Associazione Amantum: «A differenza di chi è affetto da tubercolosi, il paziente colpito da questo tipo di infezione non ha punti di riferimento e, in preda allo sconforto e al senso di desolazione, si isola sul piano sociale». 

Riccardo Puglisi, chi è 'l'ultras liberista' chiamato a Palazzo Chigi Vescovi Usa verso la scomunica a Biden sull'aborto - Mondo I lavoratori del magazzino Lidl: 'Non ci sono orari, siamo pagati quanto vogliono loro e ricattati per gli straordinari. Li prende solo chi non fa storie' - Il Fatto Quotidiano

Chi è a rischioLa malattia polmonare da micobatteri non tubercolari è una rara e grave infezione batterica a trasmissione ambientale, provocata da micobatteri diversi da quelli che causano la tubercolosi, presenti nell’ambiente, in particolare nel suolo e nell’acqua. I più a rischio di contrarre l’infezione sono gli ultracinquantenni, le persone con infezione da HIV, i pazienti che soffrono di fibrosi cistica o patologie polmonari quali la broncopneumopatia cronica ostruttiva (BPCO), chi è in cura con terapie immunosoppressive. I sintomi più comuni sono febbre, calo di peso, tosse, stanchezza, disturbi gastrointestinali, sudorazione notturna, presenza di sangue nell'espettorato, che può richiedere frequenti e prolungati ricoveri in ospedale.

Le richieste dei pazientiSpesso la diagnosi arriva in ritardo quando il paziente ha già sviluppato una patologia polmonare; inoltre, la resistenza agli antibiotici di gran parte dei micobatteri non tubercolari rende complicato il percorso terapeutico con pesanti ripercussioni sulla qualità di vita dei malati e il lavoro, oltre ai costi economici da sostenere. Da qui le richieste dell’Associazione dei pazienti di inserire la malattia polmonare da micobatteri non tubercolari nell’elenco delle malattie rare esenti, di istituire un registro di patologia e garantire la presa in carico multidisciplinare da parte di un team di professionisti quali pneumologo, infettivologo, microbiologo, radiologo, fisioterapista respiratorio. headtopics.com

30 ottobre 2019 (modifica il 30 ottobre 2019 | 13:37) Leggi di più: Corriere della Sera »

Cos'è il certificato europeo Covid e come funziona. VIDEO - Sky TG24

Guarda Cos'è il certificato europeo Covid e come funziona su Sky Video - Sky TG24

Milano, il Comune dice sì al nuovo stadio ma salva anche il Meazza - La StampaMILANO. Il Consiglio Comunale di Milano dà l’ok alla realizzazione di un nuovo stadio riconoscendone «l’interesse pubblico»: con 27 voti favorevoli, 11 contrari e 8 astenuti (tra cui la consigliera di maggioranza Milly Moratti), l’aula di Palazzo Marino dà il via libera a Inter e Milan. Che ora dovranno attendere ... machedavero Sarebbe opportuno adattare lo stadio Meazza/San Siro al Rugby, visto che in Italia ( intendo le grandi città ) non c'è uno stadio solo del Rugby.

Ecco Cinderblock, il gatto grasso che conquista il web con il suo pigro allenamento - La StampaOltre 11 chilogrammi di ciccia, pelo e simpatia. Per innamorarsi di Cinderblock, un gatto grigio di otto anni che vive a Washington, basterebbe guardare le sue foto. Ma negli ultimi giorni è diventato un vero e proprio personaggio sui social network da quando è stato pubblicato un video che lo ... fulviocerutti 😖😖😖😖😖😖😖

Fenomeno Atalanta: anticipare il futuro senza dimenticare la storia - La StampaIl segreto della squadra è non accontentarsi mai del presente e, quindi, non smettere mai di pensare al futuro Forse un giorno rileggeremo fenomeno TorinoFC_1906

Il Toro in silenzio stampa, contro la Lazio torna Berenguer - La StampaIl tecnico Mazzarri, squalificato, ha preferito rinunciare alla conferenza stampa alla vigilia della trasferta dell’Olimpico

Gli Usa sfidano la Turchia: riconosciuto il genocidio armeno e approvate le sanzioni - La StampaArriva l’ok della Camera, ora dovrà pronunciarsi il Senato. 100 anni per riconoscere un genocidio...........un po' troppi Perchè il mondo aspetta per riconoscere quelli che USA ha fatto?

“Museo Olivetti”, il trasloco si paga con la raccolta fondi - La StampaA Ivrea raccolti in poco meno di una settimana 5 mila euro per finanziare lo spostamento di Tecnologicmente nei nuovi locali all’interno della Ico.