Junior Cally, l’avvocato: «Il limite alla libertà di espressione è il rispetto degli altri» - VanityFair.it

Frasi 'oscene': fino a che punto è libertà d'espressione? Lo abbiamo chiesto all'esperto

05/02/2020 21.31.00

Frasi 'oscene': fino a che punto è libertà d'espressione? Lo abbiamo chiesto all'esperto

Le parole del rapper romano sono state declamate dai commissari nel corso di una plenaria della Commissione di Vigilanza Rai. Ne abbiamo parlato con l’esperta

«Strega», il suo testo più contestato, che dice: «Lei si chiama Gioia. Balla mezza nuda, dopo te la dà. Si chiama Gioia perché fa la troia. L’ho ammazzata, le ho strappato la borsa».Ma, per i contenuti violenti e sessisti dei suoi pezzi,

18/24 giugno 2021 • Numero 1414 Hakimi verso il Chelsea, scelta la contropartita tecnica Perché difendo il video della funivia

Junior Cally è stato querelato dallo sportello contro le violenze di genere “Anna Maria Marino”: «Istiga alla violenza», ha spiegato la presidente dell’associazione, l’avvocato Consuelo Cecconi.Non solo: i suoi testi sono stati declamati dai commissari nel corso di una plenaria della Commissione di Vigilanza Rai. «È giusto», ci spiega l’avvocato Michela Scafetta. «La Commissione di Vigilanza Rai ha, tra le altre, la funzione di vigilare sulla qualità dei programmi prodotti. Sanremo rappresenta un grande evento nazionale, atteso da milioni di italiani: è chiaro che questo comporta una grande attenzione ai contenuti che il Festival ogni anno trasmette al grande pubblico».

Quale è il limite dell’espressione artistica?«L’espressione artistica è molto tutelata e garantita nel nostro Paese. La libertà di espressione, nella quale quella artistica certamente rientra, è sancita a livello costituzionale dall’articolo 21. Come tutte le libertà costituzionali, però, anche questa va bilanciata con altri diritti. Il limite alla libertà di espressione è nel rispetto dell’onore e della reputazione degli altri, generalmente intesi». headtopics.com

Per legge certi testi possono essere perseguibili?«Dipende. Se esistono riferimenti, univoci e offensivi, tali da arrivare addirittura a identificare senza dubbi una persona o una categoria di persone come destinatari, certo che è possibile agire».

Anna La Rana, presidente nazionale dell’Associazione Giuriste Italiane, chiede che il rapper romano sia allontanato dal festival. Che cosa ne pensa?« Come avvocato e come donna mi sento di dire che condivido appieno le perplessità avanzate dall’Associazione Giuriste Italiane. I testi delle canzoni del rapper e i loro video sono lesivi della dignità delle donne: quello che viene canalizzato è un inaccettabile sentimento di odio verso il genere femminile. Chi, come me, si trova ogni giorno ad essere dalla parte delle donne, è stanca di confrontarsi perennemente con visioni sessiste e di minorata considerazione. È giusto, quindi, prendere delle posizioni nette ed evitare che vengano veicolati, attraverso manifestazioni importanti come il festival di Sanremo, messaggi deplorevoli lesivi delle donne».

Ritiene che certe espressioni abbiano davvero il potere di influire negativamente?«Beh, un rischio c’è. Se si ammettono testi denigratori e discriminanti, anche su quelle che possono essere abitudini sessuali, di fatto, si finisce con l’abbassare la soglia del rispetto e della dignità dei destinatari di certe affermazioni. Se volessimo individuare un rischio, questo potrebbe essere nel considerare questo linguaggio violento, rude e, a tratti, volgare la normalità. Ed è evidente che è una cosa che, non solo nessuna donna, ma nessuna società civile, dovrebbe consentire».

Leggi di più: Vanity Fair Italia »

G7, un miliardo di dosi di vaccino saranno donate ai Paesi poveri

Leggi su Sky TG24 l'articolo G7, un miliardo di dosi di vaccino saranno donate ai Paesi poveri: la metà dagli Usa

Sanremo 2020, Junior Cally si toglie la maschera: «Mai chiesto scusa» - VanityFair.itÈ lui «il caso» di questo 70esimo Festival. Lo accusano di inneggiare al femminicidio nei testi delle sue canzoni. Ma lui non ci sta. E in riviera risponde indicendo una partita di calcetto. Dove a bordo campo racconta «il male psicologico di passare da sconosciuto a nemico pubblico numero uno». E si difende da Matteo Salvini, che è «un pesce grosso». E tira un rigore «contro il pregiudizio che, sempre, ti imprigiona in qualcosa che non sei»

Non solo Junior Cally, tutti i precedenti («illustri») di Sanremo 2020 - VanityFair.itDel rapper che, il 4 febbraio prossimo, dovrebbe calcare il palco dell'Ariston è stata chiesta la testa. Ma, nel farlo, ci si è (forse) dimenticati di un passato ingombrante. La kermesse, negli anni, ha ospitato (tra gli altri) Vasco Rossi, Marco Masini, Eminem e i Modà

Sanremo 2020 tra Junior Cally e la Nutella: tutte le polemiche (finora)Il tormentone compensi torna puntuale a ogni edizione. Quest'anno si parla di un assegno pronto da 300mila euro per Roberto Benigni, tra le star più attese del festival 2020 perche, a i parlamentari fannulloni SI e a RobertIno Nazionale NO? BASTA! Questo signore é un premio Oscar... Leotta150mila euro.. Oltre che avere due grandi bocce e attirare centinaia di pipparoli cosa sa fare di preciso? E i 140 mila di Giorgina... Che fino a ieri manco sapevo chi cazzo era.. Di che malattia soffrono quelli che vogliono le regole del mercato applicate a corrente alternata? Quest’anno tanti ricavi da pubblicità. Senza i big non arriverebbero. E i big li devi pagare. Detto da uno che non guarderà Sanremo.

Sanremo, secondo atto: c’è attesa per i Ricchi e Poveri e Junior Cally La scaletta completa della serataIl secondo appuntamento con la 70ma edizione del Festival vedrà tra i protagonisti i Ricchi e Poveri, Zucchero, Gigi d'Alessio, Massimo Ranieri, Emma D’Aquino, Laura Chimenti e Sabrina Salerno. Aprirà la gara dei Campioni Piero Pelù Attesa per i ricchi e poveri mi sembra un parolone...🤣 Ricchi e poveri, Albano che non si regge in piedi, cazzo i miei soldi del canone era meglio che li davate in benificenza ad una casa anziani

Morgan: Junior Cally, rap volgare Lo sfratto? Colleghi vili, in silenzioIl cantante in gara: «L’espulsione del 2010 per la vicenda della droga mi brucia ancora. Fu un atto di mobbing, diventai un cattivo esempio per tutti»

Non solo Junior Cally, tutti i precedenti («illustri») di Sanremo 2020 - VanityFair.itDel rapper che, il 4 febbraio prossimo, dovrebbe calcare il palco dell'Ariston è stata chiesta la testa. Ma, nel farlo, ci si è (forse) dimenticati di un passato ingombrante. La kermesse, negli anni, ha ospitato (tra gli altri) Vasco Rossi, Marco Masini, Eminem e i Modà