Istat: nel 2020 deficit/Pil al 9,6%. Pressione fiscale in rialzo al 42,8% - Economia

Confermato -8,9% Pil 2020, crollano investimenti (ANSA)

22/09/2021 11.55.00

Nel 2020 il rapporto deficit/Pil dell'Italia si è attestato a 9,6%, contro il 9,5% stimato dal Def. Più basso delle stime, invece, il rapporto debito/Pil, certificato dall'Istat a 155,6% contro le stime precedenti che lo davano a 155,8%. ANSA

Confermato -8,9% Pil 2020, crollano investimenti (ANSA)

La pressione fiscale complessiva nel 2020 è risultata pari al 42,8 %, in aumento rispetto al 42,4% dell'anno precedente, anche se inferiore a quanto stimato nell'ultimo Def (43,1%). Lo certifica l'Istat nei Conti economici nazionali sull'anno scorso, motivando l'aumento con"la minore flessione delle entrate fiscali e contributive (-6,7%)" rispetto a quella del Pil.

Cassazione: obbligatorio segnalare l’autovelox sulle auto dei vigili I dati settimanali, dopo quasi due mesi i casi tornano a salire: +32% Catherine Deneuve in 14 scatti vintage Leggi di più: Agenzia ANSA »

A Favignana canti della mattanza nella ex Tonnara Florio - Sicilia

Istat: rapporto deficit/Pil nel 2020 al 9,6%. Debito/Pil a 155,6%Praticamente la Rai dovrà chiudere!

Istat: rapporto deficit/Pil nel 2020 al 9,6%. Debito/Pil a 155,6%Praticamente la Rai dovrà chiudere!

Green Pass, le imprese sotto i 15 dipendenti potranno sostituire i lavoratori sospesiE’ quanto prevede una delle norme contenute nel Dl sull’estensione al certificato verde

Ivano Fossati, 70 anni tra musica d'autore e grandi amoriAuguri al sofisticato cantautore, capace di spaziare dal prog al pop con uno stile unico

Quando giocare a golf diventa un'esperienza custom madeÈ uno dei più antichi d'Italia: al Circolo Villa d'Este di Como il 21 settembre è il giorno giusto per vivere la competizione sentendosi nel salotto di casa.

Boxe, sul ring con tatuaggi nazisti: Michele Broili perde il titolo italiano e scatena le polemicheLa sua sconfitta sul ring è passata in secondo piano. Ad attirare l’attenzione su Michele Broili sono stati piuttosto i tatuaggi inneggianti al nazismo Le cazzate se le deve tatuare altrimenti coglione com'è se le scorda. Uno così è perdente sul ring come nella vita. Uno così non può fare sport a livello agonistico. Questa gente va punita duramente. Vanno messi ai margini della società. Insomma ha preso gli schiaffi pure stavolta. Bene così.