Il biologo Bucci: “Ecco perché oggi i tamponi contengono meno coronavirus”

Perché i tamponi che oggi risultano positivi a Sars-CoV-2 contengono meno virus rispetto a quelli dei pazienti Covid dei giorni più caldi dell'emergenza? Il biologo Enrico Bucci, rice.

01/06/2020 15.33.00

Perché i tamponi che oggi risultano positivi a Sars-CoV-2 contengono meno virus rispetto a quelli dei pazienti Covid dei giorni più caldi dell'emergenza? Il biologo Enrico Bucci, rice.

Perché i tamponi che oggi risultano positivi a Sars-CoV-2 contengono meno virus rispetto a quelli dei pazienti Covid dei giorni più caldi dell'emergenza? Il biologo Enrico Bucci, ricercatore in Biochimica e Biologia molecolare e professore alla Temple University di Philadelphia, lo spiega con 'la piramide'. Un grafico che rappresenta le ...

01 Giugno 2020Perché i tamponi che oggi risultano positivi a Sars-CoV-2 contengono meno virus rispetto a quelli dei pazienti Covid dei giorni più caldi dell'emergenza? Il biologo Enrico Bucci, ricercatore in Biochimica e Biologia molecolare e professore alla Temple University di Philadelphia, lo spiega con "la piramide". Un grafico che rappresenta le infezioni registrate nella pandemia in corso utilizzando appunto la figura geometrica a forma di cono.

Vaticano contro la legge Zan: «Viola il Concordato». La Santa Sede scrive una nota ufficiale al Governo Alfredino – Una storia italiana, Anna Foglietta è Franca Rampi Via le mascherine siamo liberi di respirare e di scoprire il volto, ma il Covid non è una farsa

«Al vertice ci sono i casi più gravi, che sono pochi», mentre «alla base ci sono i casi asintomatici o lievemente sintomatici, che sono molti di più». Ebbene, «quando eravamo nel massimo dell'epidemia - sottolinea su Facebook lo scienziato italiano in forze negli Usa –  si faceva il tampone solamente ai casi con sintomi respiratori o peggio», invece «chi aveva sintomi lievi veniva rimandato a casa. Si campionava cioè il vertice della piramide. Oggi per fortuna i pazienti 'rimasti' sono quelli con sintomi meno gravi» e «si fanno anche più tamponi, permettendosi il lusso di campionare addirittura degli asintomatici». E siccome "è noto da tempo - ricorda Bucci citando un lavoro pubblicato su 'The Lancet' - che per Covid la carica virale nei casi severi, quantificata sui tamponi, è mediamente 60 volte superiore a quella dei casi lievi o asintomatici», nei tamponi eseguiti oggi, su persone con pochi sintomi o nessuno, quando il virus c'è è comunque meno presente.

«Come ho già scritto abbondantemente, e come credo sia sotto gli occhi di tutti - osserva il biologo in un post pubblicato dopo il dibattito riacceso dalle ultime dichiarazioni di Alberto Zangrillo del San Raffaele di Milano, sul virus "clinicamente scomparso" - oggi negli ospedali abbiamo sempre meno casi gravi in percentuale sul numero complessivo dei casi, che in ogni caso è pure esso calante. Siamo cioè nella coda dell'ondata epidemica, dove ci si aspetta di vedere gli effetti di harvesting (mietitura delle 'prede' più fragili della malattia, ndr) e di protezione dei soggetti più sensibili, e dove quindi la clinica in ospedale appare cambiata. Senza necessità che sia cambiato il virus - precisa Bucci - anche se questa resta una possibilità aggiuntiva». headtopics.com

«Se confrontassimo 200 tamponi raccolti nel pieno dell'epidemia con 200 presi a caso oggi - evidenzia il ricercatore - certamente ci aspetteremmo di trovare una carica virale molto più bassa. Questo dato, quando arriverà, sarà un'ulteriore importante conferma della correlazione tra severità dei sintomi e carica virale, al netto di una serie di variabili da controllare, che sono nell'ordine: data di esecuzione del tampone rispetto al primo sintomo dichiarato; data di esecuzione del tampone rispetto all'eventuale ospedalizzazione; sesso, età e quadro clinico (gravità dei sintomi e loro tipo) dei soggetti paragonati. Aspettiamo quindi con fiducia di poter aggiungere questo tassello di informazioni alla nostra conoscenza del virus - conclude lo scienziato - quando saranno pubblicati i lavori opportuni».

©RIPRODUZIONE RISERVATAI perché dei nostri lettori“Perché ritengo il giornale valido con articoli interessanti, redatti da validi giornalisti ed opinionisti. Non ultimo, nonostante sia lontano, sono rimasto attaccato alla mia città, Torino. La possibilità di leggere il giornale online, puntualmente, è per me un vantaggio.

RobertoI perché dei nostri lettori“La Stampa è autorevole, lineare, ed essenziale. Senza fronzoli. E’ locale e globale. Copre spesso temi e aree geografiche lontane dalle luci della ribalta.Matteo, MantovaI perché dei nostri lettori“Sento il bisogno di avere

notizie affidabilie controllate sia a livello nazionale che locali. I commenti degli editorialisti sonopreziosi, aiutano a leggere tra le righe i fatti.Angelo, (TO)I perché dei nostri lettori“Nel 1956 avevo 5 anni e guardavo le foto (le figure) della Stampa che mio padre acquistava ogni giorno. Ho mantenuto l’abitudine paterna, ed in questo periodo, mi è arrivato, da mia figlia, headtopics.com

Sostegni bis, Confesercenti: 'Fare chiarezza sul perché gli aiuti non arrivano e risolvere il blocco. Per ripartire serve liquidità' - Il Fatto Quotidiano Battiato, un concerto-tributo all’Arena di Verona con le star della musica Mascherine, via all’aperto dal 28 giugno: domande e risposte sulle regole da rispettare

un abbonamento digitale: la ringraziai dicendole che quel cibo per la mia mente, valeva molto di più di una torta di compleanno.Ezio, Pocapaglia (CN)I perché dei nostri lettori“Perchè è comodissimo: a disposizione ovunque si sia, disponibile già di notte e a minor costo; ora anche email d'aggiornamento lungo la giornata: cosa si può chiedere di più?

Leggi di più: La Stampa »

G7, un miliardo di dosi di vaccino saranno donate ai Paesi poveri

Leggi su Sky TG24 l'articolo G7, un miliardo di dosi di vaccino saranno donate ai Paesi poveri: la metà dagli Usa

Vuoi dire che tutti I colleghi di Zangrillo (99%) si sono comprati lla laurea o peggio ancora fanno terrorismo informativo per tenerci bravi e cauti? Be io mi fido più dei 99% Zangrillo ha ragione. Se il 99% dei suoi dementi colleghi non sanno come si comporta un virus non è colpa sua Oooooh, meno male che avete trovato qualcuno che confuta quanto detto da Zangrillo... Mi stavo preoccupando.

Coronavirus, il cardinale Maradiaga: ecco il piano del Vaticano per superare crisi economica e pandemiaIl coordinatore del C6: massima trasparenza, spending review e sobrietà; nuove leggi sugli appalti, gli investimenti e i bilanci saranno centralizzati

Perché le banche centrali non hanno esaurito il loro compitoLa cassetta degli attrezzi delle autorità monetaria non si è esaurita: dagli acquisti di azioni ai tassi «profondamente negativi» fino al controllo della curva dei rendimenti sono diverse le opzioni ancora possibili.L’analisi di 24+, la sezione premium ...

Fase 2, ecco cosa non si potra' ancora fare dal 3 giugno - Il Sole 24 OREFase 2, ecco cosa non si potra' ancora fare dal 3 giugno - Video Finché non scoppia la rivolta totale non siete contenti ! Continuate con il diffondere false notizie su infetti e morti continuate ! Siamo stanchi non avete nessun diritto di arrestare la vita è il lavoro nessuno! Qualunque essa sia la causa ! Poi è tutto falso’ Bending Spoons ma chi cazz'è? Visto che è milanese non scaricheró mai l'app immuni. Fanculo

Gravina a Sky: 'Ecco come ripartirà il calcio'Leggi su Sky Sport l'articolo Serie A, Gravina a Sky: 'Il calcio esce rafforzato, piano B playoff e playout'

Spostamenti, ecco i 5 divieti che resteranno in vigore anche dopo il 3 giugnoDopo il 3 giugno avremo una maggiore libertà e spariranno alcuni dei divieti più odiati della fase 1 della pandemia. Ma non tutto tornerà come prima: alcune cose resteranno vietate. Ecco le 5 regole che bisognerà continuare a rispettare: 1. La mascherina Resterà obbligatoria nei luoghi al chiuso accessibili al pubblico, inclusi i mezzi di trasporto. 2. Distanziamento sociale: niente baci o abbracci Dovremo continuare a mantenere la distanza di sicurezza di un metro. Quindi vietati baci, abbracci, strette di mano. A meno che non si viva nella stessa casa. 3. Movida solo seduti e con limiti orari La bella stagione porterà più persone a uscire la sera, ma resta in piedi il divieto di assembramenti quindi la movida – regolamentata anche da ordinanze locali – avrà le sue prescrizioni: consumazione solo ai tavoli ed entro una certa ora. 4. In casa chi ha la febbre Resta in piedi anche l’obbligo di restare in casa per chi ha un’infezione respiratoria o febbre con temperatura superiore ai 37,5 gradi. Obbligo di restare in casa, ovviamente, per chi è in quarantena. 5. Divieto di assembramenti in strada E’ uno dei punti più controversi, perché rischia di ledere direttamente il diritto delle persone a manifestare. Tuttavia restando in piedi il divieto di assembramento, cortei e manifestazioni si potranno svolgere solo a distanza di sicurezza e con mascherina. Accanto a queste prescrizioni, tuttavia, arriveranno nuove aperture. In particolare tre: a) Via l’autocertificazione Dal 3 giugno non sarà più obbligatoria l’autocertificazione, neanche per gli spostamenti tra una regione e l’altra. Ci si potrà spostare senza più addurre motivi di estrema urgenza, salute, esigenze lavorative e visite ai congiunti. La mobilità torna un diritto. b) Spostamenti tra regioni Ci si potrà spostare liberamente da una regione all’altra essendo caduto l’obbligo dell’autocertificazione. Via libera dunque alle vacanze. c) Apertura dei confini con gli altri Paesi europei Cade l’obbligo di quarantena d Forse per alcune regioni avrei atteso ancora qualche giorno prima di riaprire gli spostamenti Maaaa... perchè niente quarantena a chi arriva dalla perfida Albione? Troppi manager italiani che vanno e vengono dalla City? 🙄

Formula 1, il Mondiale 2020 partirà dall’Austria il prossimo 5 luglioLeggi su Sky TG24 l'articolo Formula 1, il Mondiale 2020 partirà dall’Austria il prossimo 5 luglio Austriaci de merda Credo sì possa fare.. Ma attendiamo prima quali tipi di protocolli di Sicurezza Adotteranno ! 🙂🖐 ..salve ! . AUSTRIA?!? Permetteranno a Ferrari, piloti e meccanici della ferrari di entrare in pista? 🤣