Gino D'Acampo, il nuovo volto del Nove: «Quella volta che ho cucinato nudo» - VanityFair.it

In Italia, per ora, lo conoscono in pochi, mentre in Inghilterra è già una star affermata. Non c'è che vederlo all'opera: ora inizia la sua nuova trasmissione! @Ginofantastico @nove

11/06/2020 21.30.00

In Italia, per ora, lo conoscono in pochi, mentre in Inghilterra è già una star affermata. Non c'è che vederlo all'opera: ora inizia la sua nuova trasmissione! Ginofantastico nove

Famosissimo in Inghilterra, dove si è fatto conoscere anche grazie alle sfuriate diventate virali in Rete, e su Instagram, dove vanta più di un milione di follower, Gino D'Acampo approda sul Nove alla guida di «Restaurant Swap - Cambio Ristorante», il programma prodotto da Banijay Italia in onda dall'11 giugno. Dall'infanzia a Torre del Greco a quella volta che cucinò nudo in diretta, ecco cosa ci ha raccontato

Gino D’Acamporisponde al telefono dalla Sardegna, dove si è trasferito lo scorso marzo e dove rimarrà fino alla metà di settembre, quando ricomincerà la scuola per i suoi figli. «È una super vacanza. Da qui non mi muovo, e per un po’ non voglio fare un cazzo» racconta Gino con voce squillante e un marcato accento campano: in Italia, per ora, lo conoscono in pochi, mentre in Inghilterra è una star affermata, uno chef che, con i suoi 50 ristoranti, ha costruito un impero e che è ormai di casa in programmi televisivi come

Euro 2020, malore per Eriksen durante Danimarca-Finlandia Il doppio livello di Matteo Salvini: il sostegno al premier e le accuse in stile No vax Euro 2020, Danimarca-Finlandia finisce 0-1. Belgio-Russia 3-0

This MorningeLet’s Do Lunch, entrambi trasmessi da ITV. A casa nostra, dove Gino nasce e cresce a Torre del Greco fino ai 16 anni, quando decide di partire e di tentare la fortuna a Londra, lo vedremo inRestaurant Swap – Cambio Ristorante,il nuovo programma prodotto da Banijay Italia che debutta giovedì 11 giugno alle 21.25 sul canale Nove

, e, più avanti, inGino cerca Chef, sempre sulla stessa rete.Per Gino, un uomo che nella sua vita ha sempre bruciato le tappe – ha lasciato il tetto di casa a 16 anni, ha aperto il suo primo ristorante a 21 e si è sposato a 24 -, l’arrivo nella televisione italiana è oltremodo tardivo, ma non per questo meno emozionante. «Devo ringraziare due donne per questo: mia cugina Valeria, che sono 4 o 5 anni che mi dice che faccio tv in tutto il mondo e che era il caso che venissi in Italia, e il boss di Discovery Laura Carafoli, che ha creduto tantissimo in questo progetto dandomi fiducia: se sono tornato a casa e mi vedrete in tv è solo grazie a loro» fa sapere Gino che, anche dalle acque cristalline della Sardegna, gestisce da remoto le sue attività in Inghilterra. «Sono 20 anni che faccio così: dal pc puoi fare tutto. headtopics.com

Tenga conto che 41 dei miei ristoranti al momento sono chiusi. Ne ho lasciati aperti 8 che continuano ad andare avanti tra delivery e take away».La preoccupa il futuro dei suoi ristoranti nel post-Covid?«La situazione è molto triste, ma sono molto fortunato perché il governo inglese mi ha aiutato sia con i dipendenti che con i ristoranti: non mi posso lamentare, per il momento».

Anche perché sta per diventare il nuovo volto del Nove conRestaurant Swap: lei come se la caverebbe a gestire la brigata di un altro ristoratore?«Me la caverei perché, avendo più ristoranti, mi capita di lavorare con brigate diverse quasi tutti i giorni. Due cose per me sono importanti in una cucina: l’organizzazione e la felicità. Non puoi cucinare se non sei contento e non sei soddisfatto nella tua vita e nel tuo lavoro, altrimenti si vede subito. È un po’ come l’artista che quando è triste trasmette quell’emozione in un quadro o in una scultura».

Qual è il trucco per essere felici?«Svegliarsi la mattina e pensare subito a chi sta peggio di te. A volte nella vita guadagniamo un euro e un attimo dopo ne vogliamo dieci, cento e così via: non siamo mai soddisfatti. Quando ti lavi la faccia è importante pensare a chi non sta come te perché questo è capace di darti la forza giusta per affrontare la giornata in maniera positiva».

A 16 anni decide di lasciare Torre del Greco per trasferirsi in Inghilterra: come ha vissuto il distacco?«A quel tempo ero molto diverso da mio padre e da mia madre, che si accontentavano di vivere nel paesino in provincia, delle due settimane di vacanza in estate, di comprare la macchina usata, di affittare una casa anziché di comprarla. Io avevo ambizioni totalmente diverse dalle loro e, nonostante gli volessi bene, il distacco è stato facile. Avevo un obiettivo talmente preciso in testa che in quel momento non ho pensato alla famiglia, ma solo che dovevo andare via e basta». headtopics.com

Cina: “Finito il tempo che un piccolo gruppo decideva le sorti del mondo” Cts raccomanda Pfizer e Moderna per la seconda dose, Astrazeneca agli over 60 - Salute & Benessere Rapina e violenta un'anziana: arrestato 26enne nel Comasco

Da dove nasce questo obiettivo?«Da mio nonno che faceva il cuoco – ero eccitato e intrigato ogni volta che lo vedevo cucinare -, e dai miei genitori, che hanno fatto dei grandi sacrifici e che hanno sempre avuto una vita normale. Prendere una strada diversa dalla loro, poter rischiare tutto, è stata la spinta necessaria per arrivare dove sono arrivato».

E loro come hanno preso la sua decisione di partire?«All’inizio fu difficilissima. Poi, quando hanno visto che a 21 anni ho aperto il mio primo ristorante, hanno capito che non c’erano modi di tenermi a Torre del Greco, a Napoli».Lei ha 3 figli: che rapporto hanno con la cucina?

«Luciano, che ha 18 anni, non vuole fare il cuoco ma mi aiuta nel controllo dei ristoranti; Rocco, che ha 16 anni, non ha fretta di prendere decisioni, mentre Mia, la piccolina, che ha 8 anni, canta e balla e alla cucina per ora non ci pensa proprio».

Nel documentarioWho’s That Ginotrasmesso sul Nove ho visto che bacia spesso le clienti dei suoi ristoranti a stampo sulla bocca: sua moglie Jessica non è gelosa?«Ma no. La mia fortuna è avere incontrato e sposato una delle donne più intelligenti del mondo: sa come sono fatto, che abbraccio e bacio chi mi capita, non è mai stata gelosa. Anche perché, alla fine della serata, mi metto nel suo letto, quindi è tutto a posto». headtopics.com

Una volta in Inghilterra ha cucinato nudo in diretta: come l’è venuto?«Fu per una scommessa: il programmaThis Morningfino a quel momento non aveva mai vinto il National Tv Award, che sarebbe il nostro Telegatto, e io dissi che semmai lo avessimo vinto avrei cucinato nudo, ma non avevo idea che sarebbe successo davvero. Siccome sono un uomo che mantiene le promesse, lo feci: sono l’unico uomo in Inghilterra ad aver cucinato nudo in diretta tv».

Sempre in quel programma ha spesso rimproverato i colleghi inglesi di storpiare le ricette italiane: la bestemmia culinaria che l’ha fatta più arrabbiare qual è?«Quando parlano della carbonara e vogliono metterci le creme, i funghi, le zucchine, i prosciutti. Io alla cucina e alle tradizioni italiane ci tengo tantissimo e mi incazzo quando viene rappresentata male. Siamo il Paese più bello del mondo: non fate cazzate sull’Italia, al massimo fatele sulla Francia».

Europei, il momento in cui Eriksen si accascia a terra La grande paura per Eriksen, i medici lo resuscitano in campo Droga a Torino, spacciatore arrestato per la quarta volta in un anno

Piatto preferito? Leggi di più: Vanity Fair Italia »

Noi domani, la scuola che verrà. Le animazioni tratte dal concorso di scrittura Zanichelli -Scuola Holden | Sky TG24

Sky TG24 ha tradotto in illustrazioni animate due tra gli scritti scelti e poi pubblicati sul sito Zanichelli (qui potete leggere tutti i testi). Le due puntate della serie NOI DOMANI sono a cura di Andrea Dambrosio e Fabio Vitale.

Bar Refaeli, nove mesi di servizi sociali per evasione fiscale - VanityFair.itSecondo i report da Israele, la modella avrebbe fornito informazioni errate riguardo la propria residenza: il periodo in questione risale a circa dieci anni fa, oggi il patteggiamento. Per la madre Tzipi, sua agente, 16 mesi di carcere per omessa dichiarazione dei redditi

Lizzo contro il body shaming: «Giudicate il vostro corpo, non il mio» - VanityFair.itLa cantante, che più volte ha rimesso al proprio posto i bulli, è tornata a parlare a chi la vorrebbe più magra: «Non faccio esercizio per avere il corpo dei vostri sogni, ma quello dei miei. E la salute non è solo quel che appare all'esterno»

llary Blasi: nuovo look su Instagram e Totti risponde - VanityFair.itSi è messa alla prova con i boccoli fai da te, ma il risultato non sembra aver soddisfatto gli uomini di casa ilaryblasi Capelli

I momenti in cui i Royals hanno pianto in pubblicoAnche la Regina (e i Duchi e le Duchesse) piangono. Ecco le volte che i Royals si sono commossi in pubblico

David Beckham, l’uomo di campagna che fa impazzire «le ragazze» - VanityFair.itMaglione verde e coppola alla «Peaky Blinders», l’ex calciatore ritratto dalla moglie Victoria durante un pomeriggio nei prati insieme ai suoi tre cani, Olive, Fig e Sage: «Family Time» victoriabeckham Bello da giovane, bello da vecchio, bello sempre! 🥰

Moleskine Journey, la app che ti organizza la vita e ti cambia (in meglio) - VanityFair.itUna sola app per pianificare la giornata e renderla più creativa e più bella. Nata da un sogno partito dalla Silicon Valley ma realizzato in Italia, da un team di quattro amici (quasi) per caso