Ferrarini, Prosciutto Cotto

Ferrarini punta sui negozi di quartiere

Ferrarini punta sui negozi di quartiere

07/05/2019 13.06.00
Ferrarini, Prosciutto Cotto, Bottega, Territorio, Consumatore

Ferrarini punta sui negozi di quartiere

L'azienda promuove gli eventi “Sapori d'Italia” per valorizzare la cultura alimentare dal salumiere sotto casa con due nuovi prodotti: il prosciutto cotto “Big storico” e “ Nazionale”

Food2407 maggio 2019Ferrarini, l’azienda di Reggio Emilia, primo brand italiano a produrre prosciutto cotto senza polifosfati aggiunti, punta sulle botteghe di fiducia degli italiani con la nuova campagna “Sapori d'Italia” per valorizzare la cultura alimentare, la vendita al dettaglio e rafforzare il legame con il territorio e la vicinanza al consumatore. “Ferrarini - afferma la presidente di Ferrarini Spa, Lisa Ferrarini - è un brand storicamente legato al mondo del dettaglio tradizionale, nel quale vogliamo consolidare sempre più la nostra presenza, valorizzando le piccole botteghe dove vince il rapporto umano e il salumiere chiama il cliente per nome”.“Il sostegno all'economia locale - aggiunge - è per noi fondamentale e riteniamo che il dettaglio tradizionale possa coesistere con la grande distribuzione organizzata”.

Migranti, Frontex: +151% arrivi nel Mediterraneo centrale nel 2021 Sostegni bis, Confesercenti: 'Fare chiarezza sul perché gli aiuti non arrivano e risolvere il blocco. Per ripartire serve liquidità' - Il Fatto Quotidiano Von der Leyen oggi a Roma consegna la 'pagella' a Draghi, Bruxelles promuove il Pnrr italiano

Dall’Abruzzo parte il giro negli ottomila comuniL'occasione per presentare la campagna è stata la manifestazione Milano Food City in corso nella città meneghina. Per l'imprenditrice, “i negozi di quartiere italiani continuano a rappresentare la storia di questo paese e l'eccellenza del Made in Italy. Lì vince il rapporto umano e il consumatore si affida al salumiere, che si distingue per la sua offerta selezionata di prodotti di alta qualità e gourmet.Questa è la forza che ha consentito a molti negozi al dettaglio di alimentari di crearsi una nicchia di mercato sempre più apprezzata dal consumatore”.

“Vogliamo accendere i riflettori - continua Lisa Ferrarini - sull'Italia degli ottomila comuni e delle botteghe, che sono da sempre il punto di forza della politica commerciale di Ferrarini che ha una distribuzione diretta in tutto il Paese. Anche per questo abbiamo scelto di lanciare ’Sapori d'Italia’ una campagna fatta di eventi che ci porterà a percorrere tutto il territorio italiano per scoprirne i luoghi, i prodotti, la cucina e le botteghe, cuore pulsante di ogni città, di ogni paese. E lo faremo coinvolgendo i nostri clienti su ciascun territorio e i loro affezionati consumatori. Non a caso abbiamo scelto di partire dall'Abruzzo, una terra orgogliosamente simbolo del nostro Paese che ha dimostrato, con eventi disastrosi come il terremoto, quanto le persone tengano ai propri territori e quanto siano importanti i punti vendita al dettaglio”. headtopics.com

L’aziendaL’industria del prosciutto cotto fondata nel 1956 da Lauro Ferrarini nella villa di Rivaltella (RE), che ha appena trovato un nuovo partner industriale nel gruppo valtellinese Pini, leader delle bresaole e dei macelli in Europa, è una tra le più importanti realtà nel settore agroalimentare e propone oltre al suo prosciutto cotto, i prodotti simbolo del Made in Italy. Esce ora con due nuovi prodotti 100% italiani, rivolti al dettaglio tradizionale: il “Big Storico” , un prosciutto cotto, fatto “come una volta”, realizzato con un processo altamente artigianale e con materia prima rigorosamente nazionale selezionata, a tracciabilità garantita (da suino pesante italiano), e “Il Nazionale” prosciutto di alta qualità, realizzato con carni italiane, monitorando tutte le fasi della filiera.

Leggi di più: IlSole24ORE »

Noi domani, la scuola che verrà. Le animazioni tratte dal concorso di scrittura Zanichelli -Scuola Holden | Sky TG24

Sky TG24 ha tradotto in illustrazioni animate due tra gli scritti scelti e poi pubblicati sul sito Zanichelli (qui potete leggere tutti i testi). Le due puntate della serie NOI DOMANI sono a cura di Andrea Dambrosio e Fabio Vitale.

Stupro di Viterbo, la vittima sui due militanti di CasaPound: “Ho ancora paura di loro”La vittima: vorrei non se ne parlasse più, spero restino in carcere. Simpatici e calorosi quelli di Casapound. se sono di destra..devono pagare due volte questi infami

La minaccia di Trump sui dazi ai prodotti di Pechino abbatte le borse cinesiCrollo degli indici oltre il 4%. E rischia di saltare il viaggio a Washington del vice primo ministro Liu He per trattare su un’intesa commerciale

Botta e risposta Salvini-Fazio: «Dimezzati lo stipendio», «Risponda sui fatti di Napoli» Il videoBotta e risposta Salvini-Fazio: «Dimezzati lo stipendio», «Risponda sui fatti di Napoli... Il caro Salvini dovrebbe ripassare in po' di economia e capire il rapporto costi-benefici... Fazio avrà anche uno stipendio alto ma quanto fa incassare alla RAI col suo programma? Invece il caro Salvini col suo stipendio che benefici ha portato? Una diatriba appassionante Entrambi dovrebbero farlo. Ma Soprattutto Fazio, è tutti i suoi collaboratori a partire dalla letizzetto. Un cumulo di giornalisti incompetenti che non fanno altro che parlare di stupidaggini. Solo a guardarli mi viene il vomito . Dimettetevi farete sicuramente figura migliore.

Processo sui fondi della Lega, impugnata l'assoluzione di Umberto e Renzo BossiLa querela presentata da Matteo Salvini contro l’ex tesoriere Belsito va estesa anche al leader storico e al figlio Al gabbio e il trota buttatelo a fiume

Borse giù dopo le minacce di Trump sui dazi alla Cina - EconomiaTrump, mai più perderemo soldi con la Cina sul commercio. Le Borse in rosso: Milano la peggiore in Europa. Wall Street apre in forte calo - mi rincresce per Milano,comprensibile la posizione di Trump verso la Cina; fatte salve evoluzioni in positivo riguardo alla autenticita' dei prodotti nei rapporti commerciali( cio' vale anche per l'abbozzata via della seta siglata dal Governo italiano).

Borse affondano dopo le minacce di Trump sui dazi alla Cina - EconomiaEffetto Trump, la paura dei dazi affonda le Borse. PiazzaAffari, dopo aver segnato perdite superiori al 2%, le riduce all'1,63% ANSA

Alessandro Gassmann sui social: 'Bastardi di Pizzofalcone 3, mi sa che vi ritocca'L'attore annuncia con un tweet l'inizio delle riprese dei nuovi episodi. Una devastante esplosione aveva chiuso la precedente stagione tanto che Con grande piacere! Ho visto tutte le puntate e sinceramente vedrò volentieri i ' Bastardi di Pi8zzofalcone 3 NON NE POSSIAMO PIÙ. SARÀ UN FLOP Quando?

I negozi con un solo prodotto Berlino risponde ad AmazonBottoni, formiche, liquirizia, pantofole: una moda che nasce dalla tradizione della città e che sta avendo successo Che risposta sarebbe !? Ridicola...

Rivoluzione «zero sprechi» Da Milano a Bolzano i negozi dove il packaging è abolitoFare la spesa «alla spina», dagli alimentari ai detersivi, per inquinare meno. L’esempio di Milano 'Se vuoi comprare, devi portare da casa il tuo contenitore'...L'ultima frase dell'articolo rivela la realtà e l'ingannevole titolo! ma a Milano siete un esempio anche quando fate il bidet?

Polestar aprirà 20 negozi in Cina entro la fine del 2020Polestar intende aprire 20 negozi in Cina entro la fine del prossimo anno per soddisfare la domanda locale di veicoli elettrici di lusso. Il primo

La guerra di carta di Salvini al premier: la finta crisi nei retroscena sui giornaloni - Il Fatto QuotidianoÈ la politica dei retroscena. L’ultimo atto della battaglia campale tra gialli e verdi sul caso Siri si combatte a suon di virgolettati sui quotidiani nazionali. Parole spifferate, ufficiose, concesse in pasto ai narratori del retropalco del potere. Servono a dare lo spin, la linea politica, senza sporcarsi le mani. I giornali ricevono e volentieri … il problema è che screditano anche chi vuole fare giornalismo serio Sarà vero oppure no ma qualcuno la racconto. ma senti chi parla di veline... ma se sono settimane che annunciate le dimissioni di siri e quello sta ancora lì. Conte il decisionista che si mette in tasca siri e salvini... ma andè a caghè, và. giornale escrementizio...