Fotogallery, Digitall, İnail, Vaccini, Coronavirus, Covid19, Aziende, Francesco Paolo Figliuolo, Vaccino Covid

Fotogallery, Digitall

Covid, vaccini in azienda: si inizia a giugno

Covid, vaccini in azienda: verso inizio della campagna a giugno

15/05/2021 10.10.00

Covid, vaccini in azienda: verso inizio della campagna a giugno

Leggi su Sky TG24 l'articolo Covid, vaccini in azienda: verso inizio della campagna a giugno

categorie prioritarie tra le diverse classi produttive. I lavoratori che sonopiù esposti al rischio di contagiodurante lo svolgimento delle proprie mansioni sono quelli che dovrebbero esserevaccinati per primi©IPA/FotogrammaQuattro i criteri utilizzati

L'Uomo di luglio: Romelu Lukaku in copertina Orban: «Non ritiro la legge sull’omosessualità». Ma i leader della Ue lo isolano Diletta Leotta vola in Turchia per conoscere la famiglia di Can Yaman: nozze in vista? - VanityFair.it

per stabilire a quali classi produttive somministrare i vaccini in ordine di tempo: esposizione, aggregazione e prossimità; evidenze scientifiche del rischio di contagio nell’ambiente lavorativo; focolai nei contesti produttivi e sul numero di denunce per infortuni da coronavirus presentate e registrate dall’Inail fino allo scorso 31 marzo

8/12©AnsaStando alla bozza del piano, scrive l’HuffingtonPost, la vaccinazione nelle aziende dovrebbe partire da gruppo di “priorità elevata”:commercio al dettaglio, trasporti, industrie alimentari, stabilimenti di pelletteria9/12Nella stessa fascia di rischio, che comprenderebbe un totale di headtopics.com

27 tipologie di attività, sono inclusi anche i lavoratori adibiti alla gestione delle reti fognarie, raccolta e smaltimento di rifiuti, ristorazione, cura della persona (parrucchiere ed estetisti), vigilanza, attività sportive e intrattenimento

Leggi di più: Sky tg24 »

G7, un miliardo di dosi di vaccino saranno donate ai Paesi poveri

Leggi su Sky TG24 l'articolo G7, un miliardo di dosi di vaccino saranno donate ai Paesi poveri: la metà dagli Usa

Ma tutto ciò che significa? Come fa un'azienda a raccogliere i nominativi di chi vorrà vaccinarsi e chi non? può far valere sanzioni disciplinari per chi sceglie di no? E la privacy? Obbligo non c'è (e con un virussino del genere lo credo), quindi come risolvono questa cosa? Non è un vaccino, bensì un farmaco sperimentale non testato. Quanti covidioti pronti a fare da cavie umane per una influenza…