Coronavirus: a Cigliano la famiglia cinese tornata dall’Oriente si mette in quarantena e gli amici italiani le portano la spesa - La Stampa

Coronavirus: a Cigliano la famiglia cinese tornata dall’Oriente si mette in quarantena e gli amici italiani le portano la spesa

05/02/2020 19.53.00

Coronavirus: a Cigliano la famiglia cinese tornata dall’Oriente si mette in quarantena e gli amici italiani le portano la spesa

Siamo arrivati dalla Cina. Stiamo bene, ma per la tranquillità di tutti facciamo 14 giorni di quarantena a casa». Così una famiglia cinese, residente da anni a Cigliano, ha voluto rassicurare tutti gli amici italiani. Yuci Ni e la sua famiglia gestiscono in paese un negozio e un bar; qualche settimana fa erano partiti per una vacanza in Cina per andare a trovare i parenti. E proprio in quei giorni è scoppiato il caso del coronavirus. Mamma, papà e bimba sono tornati a casa martedì sera, tutti stanno bene. Non hanno febbre o altri malesseri, ma hanno preferito mettersi volontariamente in quarantena proprio per evitare qualsiasi rischio. La comunità cinese in Italia si sta dimostrando molto attenta: anche a Prato, in Toscana, dove vive la più grande comunità cinese in Italia, diverse persone rientrate dalla Cina si sono messe in quarantena in modo volontario. La donna, tramite un messaggio sui social, ha annunciato il periodo di isolamento della famiglia anche perché c’era chi si era preoccupato vedendo il negozio ancora chiuso: «Siamo arrivati a Cigliano l’altra sera, è stato un viaggio lungo ma almeno siamo a casa. La casa è qua, è in Italia, è a Cigliano». La coppia in paese è molto conosciuta e apprezzata. Poi la giovane mamma rassicura: «Sappiamo di non avere problemi di salute, ma per il bene di tutti facciamo queste due settimane di quarantena». E per organizzare al meglio questo periodo di isolamento volontario hanno potuto contare sulla disponibilità degli amici italiani, «sempre disponibili ad aiutarci per la spesa quotidiana e per varie commissioni». Una vera rete di solidarietà per aiutarli a rendere meno pesante queste due settimane. E sui social sono tanti i messaggi da parte degli amici italiani che li aspettano a braccia aperte. – © RIPRODUZIONE RISERVATA

Siamo arrivati dalla Cina. Stiamo bene, ma per la tranquillità di tutti facciamo 14 giorni di quarantena a casa». Così una famiglia cinese, residente da anni a Cigliano, ha voluto rassicurare tutti gli amici italiani. Yuci Ni e la sua famiglia gestiscono in paese un negozio e un bar; qualche settimana fa erano partiti per una vacanza in Cina per andare a trovare i parenti. E proprio in quei giorni è scoppiato il caso del coronavirus. Mamma, papà e bimba sono tornati a casa martedì sera, tutti stanno bene. Non hanno febbre o altri malesseri, ma hanno preferito mettersi volontariamente in quarantena proprio per evitare qualsiasi rischio. La comunità cinese in Italia si sta dimostrando molto attenta: anche a Prato, in Toscana, dove vive la più grande comunità cinese in Italia, diverse persone rientrate dalla Cina si sono messe in quarantena in modo volontario. La donna, tramite un messaggio sui social, ha annunciato il periodo di isolamento della famiglia anche perché c’era chi si era preoccupato vedendo il negozio ancora chiuso: «Siamo arrivati a Cigliano l’altra sera, è stato un viaggio lungo ma almeno siamo a casa. La casa è qua, è in Italia, è a Cigliano». La coppia in paese è molto conosciuta e apprezzata. Poi la giovane mamma rassicura: «Sappiamo di non avere problemi di salute, ma per il bene di tutti facciamo queste due settimane di quarantena». E per organizzare al meglio questo periodo di isolamento volontario hanno potuto contare sulla disponibilità degli amici italiani, «sempre disponibili ad aiutarci per la spesa quotidiana e per varie commissioni». Una vera rete di solidarietà per aiutarli a rendere meno pesante queste due settimane. E sui social sono tanti i messaggi da parte degli amici italiani che li aspettano a braccia aperte

«Se si può andare al ristorante, si può tornare in ufficio»: perché le parole del Ceo di Morgan Stanley sono solo la punta dell'iceberg Etna, nuova eruzione: la sera illuminata dalle fontane di lava Fotorassegna stampa, le prime pagine dei quotidiani di domenica 20 giugno 2021 Leggi di più: La Stampa »

Noi domani, la scuola che verrà. Le animazioni tratte dal concorso di scrittura Zanichelli -Scuola Holden | Sky TG24

Sky TG24 ha tradotto in illustrazioni animate due tra gli scritti scelti e poi pubblicati sul sito Zanichelli (qui potete leggere tutti i testi). Le due puntate della serie NOI DOMANI sono a cura di Andrea Dambrosio e Fabio Vitale.

Coronavirus, Cina: prevista anche la pena di morte per chi contagiaNello Heilongjiang, provincia di nordest, la Higher People's Court ha previsto la pena capitale in base all'addebito di'minaccia alla sicurezza pubblica con mezzi pericolosi', mentre chi rifiuta la quarantena potrà essere punito con una pena fino a 7 anni Questo virus comincia sembrare qualcosa di più 🤔 A questo punto non so più cosa pensare.Noi ci accapigliamo per qualche bambino in quarantena (quattordici giorni) che provoca solo piccoli disagi alle famiglie.

America-Cina del Martedì 04 febbraio

Il 17enne di Grado bloccato in Cina non ha il CoronavirusIl ragazzo, in Cina con il programma «Intercultura» e che non è potuto ripartire per l’Italia ha solo la febbre Questo governo non ne azzecca una nemmeno per sbaglio! Prima non controlla i passeggeri provenienti da Wuhan e permette a cinesi malati di girare indisturbati per l’Italia per una settimana ( gli effetti li vedremo fra5/6 gg) poi rimpatria italiani dalla Cina. E abbandona al suo allora rientri in Italia Ottimo

Coronavirus, negativo al test il 17enne italiano rimasto in Cina | Sky TG24Leggi su Sky Tg24 l’articolo Coronavirus, negativo al test il 17enne italiano rimasto in Cina | Sky TG24 Potrebbe essere un falso negativo (già successo). Se non fosse così, ha avuto proprio sfiga ad avere la febbre proprio prima della partenza.

America-Cina del Mercoledì 05 febbraiomgergolet viviana_mazza marilisap SimoneSabattini AndreaMarinelli dacasati guidoolimpio guidosant GiuseppeSarcina massimogaggi ...da un po' di tempo vi piacciono 🤡 e buzzurri... chissà perché...cairoti mgergolet viviana_mazza marilisap SimoneSabattini AndreaMarinelli dacasati guidoolimpio guidosant GiuseppeSarcina massimogaggi Effetto Iowa

Coronavirus, 4 Governatori leghisti del Nord: in isolamento anche gli studenti rientrati dalla CinaI governatori di Veneto, Lombardia, Friuli Venezia Giulia e il presidente della provincia autonoma di Trento hanno scritto una lettera al ministero della Sanità chiedendo che il periodo di isolamento previsto per chi rientra dalla Cina sia applicato anche ai bambini che frequentano le scuole. Intanto sono rientrati dalla Cina 56 cittadini italiani, a bordo di un aereo atterrato a Pratica di Mare, per poi essere trasferiti all'interno della città Militare della Cecchignola a Roma, dove rimarranno in quarantena per 15 giorni. Le loro condizioni sono buone. A Wuhan è rimasto un ragazzo italiano di 17 anni perché al momento della partenza aveva la febbre. Le Borse cinesi crollano previsti super ribassi fino a 2 cent/l...🤦‍♂️