Conte: 'Liquidità immediata per 400 miliardi a imprese'

06/04/2020 21.48.00

'Abbiamo potenziato lo strumento della golden power, con cui possiamo controllare le scalate ostili', sottolinea il presidente del Consiglio, che aggiunge: 'Abbiamo deliberato la sospensione di vari pagamenti fiscali e contributi e ritenute anche per i mesi di aprile e maggio'. Le decisioni per la scuola

Lo ha detto il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, al termine del Consiglio di ministri."Non ricordo un intervento così per le imprese", dice Conte in conferenza stampa."Si tratta di una cifra di 400 miliardi" che vengono erogati sotto la forma di prestito, dice il premier, duecento mld per il mercato interno, altri 200 per l'export."Abbiamo dotato il Paese di uno strumento efficace. E' una potenza di fuoco" mai vista,"si tratta di un intervento poderoso", afferma Conte."Lo Stato offrirà una garanzia perché tutto avvenga in modo celere e sicuro", dice il premier.Dal decreto di oggi arrivano 400 miliardi di liquidità per le imprese, con il #CuraItalia ne avevamo liberati 350. Parliamo di 750 miliardi, quasi la metà del nostro Pil. Lo Stato c’è e mette subito la sua potenza di fuoco nel motore dell'economia. Quando si rialza l'Italia corre

Lampedusa, la Porta d’Europa per i migranti “impacchettata” dai vandali. Il sindaco: «Meschini» Conte al centrodestra: 'Critica al governo è comprensibile, ma si faccia rispettando le regole. Se dagli assembramenti nascessero focolai?' - Il Fatto Quotidiano Ermal Meta ha ascoltato le nuove canzoni dei Negramaro

— Giuseppe Conte (@GiuseppeConteIT) April 6, 2020Potenziato strumento golden power"Abbiamo potenziato lo strumento della golden power, con cui possiamo controllare le scalate ostili che estendiamo anche ad altri settori, come quello finanziario, energia, acqua, trasporti, intelligenza artificiale", ha aggiunto Conte.

"Lo Stato offrirà una garanzia perché i prestiti avvengano in modo celere, spedito. Potenzieremo il fondo centrale di garanzia per le Pmi e aggiungiamo il finanziamento dello Stato attraverso Sace, che resta nel perimetro di Cassa depositi e prestiti, per le piccole e medie e grandi aziende", dice Conte.

Sospensioni pagamenti fiscali per aprile e maggio "Abbiamo deliberato la sospensione di vari pagamenti fiscali e contributi e ritenute anche per i mesi di aprile e maggio", ha poi annunciato Conte.Pasqua a casa"Vivremo a casa" i giorni delle festività pasquali."Sarebbe da irresponsabili andare in giro. sarebbe irresponsabile allentare questo senso di responsabilità". Lo dice il premier Giuseppe Conte in conferenza stampa a Palazzo Chigi."Pasqua significa 'passaggio' dalla schiavitù" alla liberazione,"e noi speriamo che la Pasqua possa portarci anche questo riscatto, questa libertà. Il passaggio verso una prospettiva migliore, di completo riscatto", aggiunge. "Sarebbe irresponsabile" allentare le misure e il rispetto delle regole.

"Ci sarà una nuova primavera""Tutti i leader europei esprimo ammirazione per la forza e la resilienza del nostro paese. Agli italiani voglio dire: state dando un contributo fondamentale, presto raccoglieremo i frutti di questi nostri sacrifici. Quando sarà tutto superato ci sarà una nuova primavera, la vivremo tutti insieme", ha poi affermato Conte, promettendo che l'emergenza sanitaria finirà."Siamo fiduciosi", osserva il presidente del Consiglio.

Gualtieri: per prestiti garantiti stop dividendi "La garanzia erogata attraverso Sace ha condizioni chiare e semplici tra cui quella di non poter erogare dividendi". Lo ha detto il ministro dell'Economia, Roberto Gualtieri, in conferenza stampa al termine del Cdm che ha dato il via libera al dl credito. "Con il decreto realizziamo un intervento senza precedenti, i prestiti saranno garantiti dallo Stato fino al 90% e copriranno fino al 25% del fatturato", ha aggiunto il ministro.

Azzolina: didattica distanza non è più opzionale "La didattica a distanza non è più opzionale, ma diventa la chiave di volta del nostro sistema scolastico per dare dignità al lavoro degli insegnanti e degli studenti, che incito a lavorare ancora di più". Lo ha affermato il ministro dell'Istruzione, Lucia Azzolina, nella conferenza stampa al termine del Consiglio dei ministri che ha approvato il decreto legge che disciplina la chiusura dell'anno scolastico.

Conte: avanti con reti ad alta velocità. Valuterò anche il Ponte sullo Stretto Sfilata Zuhair Murad Parigi - Pre-Collezioni Autunno-Inverno 2020-21 - Vogue Conte: 'Numeri incoraggianti, ma il virus non è scomparso'

"Chiedo scusa a tutti i precari della scuola, ma non riusciamo ad aggiornare le graduatorie di istituto", ha poi detto Azzolina."Questo è dovuto a procedure vetuste e a lacune nella digitalizzazione del paese e in particolare del mio ministero. Non riusciamo a portare avanti un milione di domande cartacee - ha spiegato - riaggiorneremo l'anno prossimo con una procedura digitalizzata".

Il Dl per la scuolaIl Consiglio dei Ministri ha dato il via libera oggi al decreto legge che contiene le norme relative agli Esami di Stato e alla valutazione delle studentesse e degli studenti per l'anno scolastico 2019/2020. Provvedimenti che tengono conto dell'emergenza coronavirus. ''La scuola ha affrontato questa emergenza con grande capacità di reazione, il Paese deve esserne fiero - sottolinea Azzolina -. Ringrazio di nuovo tutto il personale, le famiglie, gli studenti. C'è stato uno sforzo importante da parte di tutti. La didattica a distanza ci ha aiutato a salvare l'anno scolastico. Non sostituisce e non potrà mai sostituire del tutto, ovviamente, la didattica in presenza. Ma era l'unica risposta possibile per non lasciare soli bambini e ragazzi e garantire loro il diritto allo studio previsto dalla Costituzione''.

''I problemi non sono mancati e sarà necessario aprire presto una riflessione sullo stato di digitalizzazione del Paese e della scuola stessa, ma il Ministero è stato e resta al fianco delle scuole per risolverli - prosegue -. Gli 85 milioni stanziati per supportare la didattica a distanza, messi subito a disposizione degli istituti che li stanno già utilizzando, ne sono una dimostrazione. Con il decreto approvato oggi facciamo un altro passo avanti e tracciamo la strada per accompagnare la scuola fino in fondo a questo anno scolastico e per cominciare a disegnare il prossimo, che ne rappresenterà una naturale prosecuzione''.

Il decreto, che ora sarà pubblicato in Gazzetta Ufficiale, per poi essere convertito dal Parlamento, mette in sicurezza l'anno scolastico 2019/2020 e traghetta le scuole verso il 2020/2021''Tutto ciò che è stato fatto sarà valorizzato. Quel che non si è potuto fare per difficoltà oggettive sarà recuperato, nell'interesse degli studenti e dei bambini - conclude Azzolina -.

Mettiamo al centro i diritti dei ragazzi. Nessuno sarà lasciato indietro. Ci sarà una valutazione seria e coerente con quanto svolto durante tutto l'anno''.Per quanto riguarda l'esame di terza media il decreto prevede che il Ministero possa, con provvedimento specifico, modificare l'impianto dell'Esame. Se sarà possibile farlo in presenza, potrà essere semplificato. Altrimenti si procederà con la valutazione finale da parte del Consiglio di classe, prevedendo la consegna anche di un elaborato da parte degli studenti. In ogni caso ci sarà una valutazione seria e corrispondente all'impegno degli alunni.

Per la Scuola secondaria di II grado. Il 96% dei ragazzi viene ammesso, in media, ogni anno, all'Esame finale. Quest'anno tutti avranno la possibilità di sostenere le prove, tenuto conto del periodo dell'emergenza. Ma i crediti di accesso relativi alla classe V e il voto finale saranno comunque basati sull'impegno di tutto l'anno. Il decreto indica, poi, una doppia possibilità. Se i ragazzi potranno rientrare a scuola entro il 18 maggio, ci sarà un esame con commissione interna. La prima prova, Italiano, sarà preparata dal Ministero. La seconda, quella diversa per ciascun indirizzo, sarà predisposta dalle commissioni. Poi ci sarà l'orale. Se non si rientra a scuola, è previsto il solo colloquio orale. Resta ferma la necessità di raggiungere almeno il punteggio di 60/100 per ottenere il diploma.

Ambiente, 'lockdown ha ridotto inquinamento e salvato vite, ma Pianura Padana resta tra le aree più inquinate d'Europa' - Il Fatto Quotidiano Torino, prova a uscire da ascensore bloccato e precipita: morto 68enne Jabil, la ministra Catalfo: 'I 190 licenziamenti sono stati revocati'

Ammissione all'anno successivo. Il decreto prevede che tutti possano essere ammessi all'anno successivo, ma tutti saranno valutati, nel corso degli scrutini finali, secondo l'impegno reale. Non ci sarà '6 politico'. 'Congelato', per quest'anno, il meccanismo dei debiti alla secondaria di II grado. All'inizio di settembre, infatti, invece degli abituali corsi di recupero delle insufficienze, sarà possibile, per tutti i cicli di istruzione, dalla primaria fino alla classe quarta del secondo grado, recuperare e integrare gli apprendimenti: ciò che non è stato appreso, o appreso in parte quest'anno, potrà essere recuperato/approfondito all'inizio del prossimo. Ci sarà particolare attenzione ai ragazzi con disabilità e a quelli con bisogni educativi speciali.

Il decreto consente, inoltre, di lavorare, da subito, anche al nuovo anno scolastico dando al Ministero gli strumenti per operare con rapidità e di raccordarsi, ad esempio, con le Regioni per uniformare il calendario di avvio delle lezioni.Nel corso del Consiglio dei Ministri di oggi è stato anche approvato un provvedimento (DpR) che sblocca le assunzioni chieste dal Ministero dell'Istruzione per recuperare parte dei posti liberati, nell'estate del 2019, dai pensionamenti dovuti a 'Quota 100'. Si attua, quindi, la norma inserita nel decreto scuola approvato in autunno, fortemente voluta da Azzolina. Si tratta di 4.500 posti che andranno ad altrettanti insegnanti, vincitori di concorso o presenti nelle Graduatorie ad esaurimento, che non avevano potuto occuparli lo scorso settembre perché non erano stati messi a disposizione. Con successivi provvedimenti saranno disposte le assunzioni relative all'anno scolastico 2020/2021.

Ok Cdm a proroga stop udienze fino all'11 maggio Leggi di più: Rainews »

Con aumento del debito pubblico.... e dopo? La versione AMP di questa notizia non carica bene il tweet presente, fix it frontenders Dite alla 'potenza di fuoco' che non abbiamo visto nemmeno un euro di quelli promessi nei giorni scorsi! Li annuncia ma non li dà! A chiacchiere son capaci tutti! Gli altri paesi in silenzio e senza bla bla pubblicitaria li hanno dati dalla mattina alla sera...detto e fatto!

SALVINI MELONI BERLUSCONI DOPO I PROVVEDIMENTI DI QUESTA SERA DEL GRANDE GIUSEPPECONTE NON VI RESTA CHE RACCOMANDARVI AL CUORE IMMACOLATO DELLA VERGINE MARIA SE VI APRONO LE CHIESE! CIAONE! Si si diventa un lit motive STIAMO lavorando paolo villaggio direbbe: questa liquidità manovra è una c... pazzesca. Conte e compagni dimettetevi e il popolo ringrazia

Chapeau Presidente GiuseppeConteIT !! 👏🏻👏🏻👏🏻👏🏻👏🏻👏🏻👏🏻 Quando si dice per comandare ci vogliono i coglioni...hanno frainteso!!! come e quando? Come i 600 euro?

Via libera al dl liquidità, per le imprese 400 miliardi. Conte: «Intervento poderoso»insieme con il Ciao GiuseppeConteIT, passa prendermi alle 8,30, Ci prendiamo il caffè e andiamo Non sanno qnt costerà caro ai cittadini qst poderoso intervento .

Coronavirus: Conte studia fase 2, riunione con il Comitato scientifico - PoliticaCoronavirus, domani vertice Conte - Comitato scientifico. Anche i ministri parteciperanno. Sul tavolo le prossime misure di contenimento ANSA covid pandemia

Dl imprese, conferenza stampa di Conte - EconomiaDl imprese, conferenza stampa del governo LA DIRETTA ANSA Coronavirus

Conte, via libera a dl imprese, è 'potenza di fuoco' - Politica

Morto l’agente della scorta di Conte colpito dal coronavirus - Il Fatto QuotidianoPerfino l’assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D’Amato, ha voluto precisare che “è stato fatto di tutto per salvarlo”. Ma Giorgio Guastamacchia, ricoverato due settimane fa nel reparto di terapia intensiva del Covid Hospital di Tor Vergata, non ce l’ha fatta ed è morto ieri, a 52 anni. Poliziotto, attualmente era in servizio nella … Perché questa precisazione? Immagino che si faccia sempre per tutti... o no? ..bhè, ci mancherebbe anche!! Direi di no. La gente circolava gli aerei arrivavano e tutti parlavano di una influenza. Conte rivede quello che è successo

Zona rossa ad Alzano: polemica Conte-Lega, poi Fontana frena'Le Regioni non sono mai state esautorate del potere di adottare ordinanze urgenti', dice il presidente del consiglio.  'Il Governo ha perso un mese, a febbraio, per prevenire il contagio, e poi il Governo ha deciso di temporeggiare per giorni sulla zona rossa ad Alzano e Nembro', replica il senatore. Poi Fontana frena qualcuno dica a Churchill, che per fare la zona rossa,ci vogliono le forze armate. e non è competenza regionale. solo per questa affermazione si dovrebbe dimettere. a fracidi Che incompetente!