Ungaretti, Video, Rai, Tv, Raitv, Rai News, Cultura

Ungaretti, Video

Cinquant'anni fa moriva Giuseppe Ungaretti, indagatore dell'uomo, innovatore della poesia

Nelle sue poesie il 'seme' dell'ermetismo #ungaretti

01/06/2020 10.44.00

Nelle sue poesie il 'seme' dell'ermetismo ungaretti

Tra le trincee del Carso scrisse i due celebri versi di Mattina, ''Mi illumino d'immenso'', e le sofferte poesie raccolte ne ''Il porto sepolto'', considerato il 'seme' dell'ermetismo

Condividi31 maggio 2020Il primo giugno 1970 moriva Giuseppe Ungaretti, uno dei poeti più grandi del '900 e della storia letteraria italiana. Fu un innovatore del linguaggio poetico con le sue liriche fulminanti di grande intensità emotiva in cui confluirono anche le sue esperienze al fronte durante la Prima Guerra Mondiale. Tra le trincee del Carso scrisse i due celebri versi di Mattina, ''mi illumino / d'immenso'', e le sofferte poesie raccolte in ''Il porto sepolto'', considerato il"seme" dell'ermetismo, e poi, nel 1919, in ''Allegria di naufragi''.

L'Uomo di luglio: Romelu Lukaku in copertina Migrante di 27 anni muore nel Brindisino: tornava da una giornata di lavoro nei campi Coronavirus, Israele verso il ritorno all’obbligo di mascherine al chiuso dopo l’aumento dei contagi

Giuseppe Ungaretti, nato nel 1888 da genitori lucchesi ad Alessandria d'Egitto, si formò parlando di letteratura alla Baracco Rossa di Enrico Pea, luogo d'incontro di socialisti e anarchici. Durante il soggiorno parigino, nel 1912, nel salotto dello scrittore Elémir Bourges, incontrò Marcel Proust ma soprattutto intrecciò un'amicizia con Gaullaume Apollinaire, il poeta dei Calligrammi, che abitava al Boulevard Saint – Germain , sopra il Cafè de Flore, suo regno, dove ogni sera si riunivano artisti e intellettuali e dove entrò in contatto con le novità culturali europee.

Diceva Ungaretti che per lui scrivere"era necessario": scriveva sulla circolare che lo portava all'Università, scriveva durante il suo soggiorno parigino del 1912, scriveva al fronte sugli involucri delle pallottole con negli occhi i volti massacrati dei compagni, credendo fermamente in quel potere salvifico della poesia per salvarsi dall' ''universale naufragio''. headtopics.com

Nel secondo dopoguerra l'aria era ormai cambiata: cultura e poesia inizirono a confrontarsi con la storia, il quotidiano e a virare verso la prosa. Il riferimento principe diventò Eugenio Montale, che nel 1965 fu insignito del Nobel. Ungaretti due anni dopo fu nominato senatore a vita e scrivendo sarcastico a un amico commentò lo smacco subito: ''Montale senatore e Ungaretti fa l'amore''. Dopo la morte della moglie Jeanne, nel 1958, negli ultimi anni della sua vita, il poeta incontrò la brasiliana Bruna Bianco, più giovane di 52 anni e, agli amici che un po' lo prendevano in giro, rispondeva sornione ''Non capite perché siete privi di fantasia anche in quello''.

''Il taccuino del vecchio'' del 1960 è la sua ultima raccolta. Mentre sono tante le edizioni complete della sua opera sino all'uscita, nel 1969, del Meridiano Mondadori, curato da Leone Piccioni, che a oggi ha di gran lunga superato la vendita delle centomila copie. Anche senza Nobel, Ungaretti è stato ed è il poeta più amato dagli studenti di ieri, che lo conoscevano anche nella versione televisiva di commentatore dell'Odissea a introduzione dello sceneggiato, e di oggi per la sua capacità di parlare di sentimenti profondi. I suoi manoscritti, appunti, epistolari e documenti sono oggi raccolti nel fondo Giuseppe Ungaretti,conservato presso l'Archivio contemporaneo"Alessandro Bonsanti"del Gabinetto Vieusseux a Firenze.

Intervista a Giuseppe Ungaretti:"Leopardi e Mallarmè all'origine della mia poesia" Leggi di più: Rainews »

Noi domani, la scuola che verrà. Le animazioni tratte dal concorso di scrittura Zanichelli -Scuola Holden | Sky TG24

Sky TG24 ha tradotto in illustrazioni animate due tra gli scritti scelti e poi pubblicati sul sito Zanichelli (qui potete leggere tutti i testi). Le due puntate della serie NOI DOMANI sono a cura di Andrea Dambrosio e Fabio Vitale.

Giuseppe Ungaretti a Foggia.

Corriere della Sera on Instagram: “Un tenero saluto attraverso un vetro ❤️ Alexandre Schleier fa visita a sua nonna, Olivia Schleier, 81 anni, all'ospedale Premier Hospital,…”Un tenero saluto attraverso un vetro ❤️ Alexandre Schleier fa visita a sua nonna, Olivia Schleier, 81 anni, all'ospedale Premier Hospital, a San Paolo, in Brasile. La struttura sanitaria non ha registrato alcun caso di coronavirus al suo interno, quindi … Sarete nonni anche voi un giorno; anziani, sofferenti, pieni di amore e di dolcezza per i vostri nipoti, un po’ biascicanti e fragili e con la paura del “cosa sarà domani”; quel giorno arriverà e quando arriverà piangerete lacrime amare Quindi tutto quello che raccontano può essere falso come anche questa notizia

“I grandi eventi torneranno in autunno e ad Asti non può mancare la Douja d’or”L’auspicio del presidente della Regione Cirio: “Rispetto ad un mese fa sono cambiate le condizioni, adesso si può provare”

Crew Dragon, aperto il portello. Abbraccio storico fra gli equipaggi - Scienza & Tecnicahistorical embrace

Sky Tg24 alla Milano Digital Week: il live talk con Giuseppe De BellisLeggi su Sky TG24 l'articolo Sky Tg24 alla Milano Digital Week: il live talk con Giuseppe De Bellis. IL VIDEO

Corriere della Sera on Instagram: “«Ecco come sarà la 'La Radura della Memoria', una piazza sotto il nuovo Ponte di Genova, abbracciata da 43 alberi, uno per ogni vittima del…”«Ecco come sarà la 'La Radura della Memoria', una piazza sotto il nuovo Ponte di Genova, abbracciata da 43 alberi, uno per ogni vittima del crollo del Morandi», ha scritto sui propri account social il presidente della Liguria Giovanni Toti in un post acc… Penosa - in sintonia con la pena che proviamo per i morti del pontemorandi Genova ilsecoloxix LaVeritaWeb repubblica ilgiornale ilmessaggeroit FQLive tempoweb LaStampa petergomezblog GiovanniToti SkyTG24 TgLa7 Mov5Stelle LegaSalvini GiorgiaMeloni Il ponte di Piano è banale e retorico, niente a che vedere con il Morandi che era il ponte di una potenza mondiale, questo è il ponte del Paese di terz'ordine che siamo diventati Se ascoltavano toninelli era inutile. Bastava il ponte x le famiglie

Fase 2, presidente Campania De Luca: 'Non si comprende l'apertura generalizzata'Fase2, presidente Campania De Luca: 'Davvero non si comprende quali siano le ragioni di merito che possono motivare un provvedimento di apertura generalizzata' Rilassati.. quanti altri morti per altri motivi hanno fatto passare per corona virus : il primo morto di Covid non è morto per colpa del virus. il caso lanciato da Affaritaliani