A Milano la mostra 'immersiva' sul Berlusconi imprenditore: una rassegna di icone piena di lustrini (e depurata di ogni ombra) - Il Fatto Quotidiano

L'organizzatore: 'L'impresa Berlusconi è stata presente nella vita di tutti noi e ci ha fatto diventare quello che siamo oggi, nel bene e nel male'. Di male, però, in Piano B c'è poco, anzi nulla [di @pipitone87]

11/09/2021 13.40.00

L'organizzatore: 'L'impresa Berlusconi è stata presente nella vita di tutti noi e ci ha fatto diventare quello che siamo oggi, nel bene e nel male'. Di male, però, in Piano B c'è poco, anzi nulla [di pipitone87]

C’è il suo ghigno a colori: ridacchia guardando Puffetta, mentre Craxi, Andreotti e Forlani osservano contriti, sguardo funereo. I pretori hanno appena “spento” le reti Fininvest: saranno riaccese dall’amico Bettino, all’epoca presidente del consiglio, dopo la protesta delle famiglie, orfane dei cartoni animati ai quali affidare i loro figli. Poi c’è il suo sorriso soddisfatto, …

brand commerciale“, dice lui, spiegando di essere rimasto folgorato già in tenera età: “Avevo 7 o 8 anni e a Milano, in corso Matteotti, c’era ilMilan store: mi ricordo questa sua foto, mi colpì questa immagine magnifica, col suo sorriso, in mezzo alle coppe”. Appare un po’ meno entusiasta il curatore della mostra, il giornalista

Kjaer operato domani ai legamenti: per il difensore del Milan stagione finita Giannini a Radio Capital: 'Obbligo vaccinale unica soluzione contro gli ultimi No Vax' Test riservati a sintomatici, in Veneto centri tampone chiusi a no vax

Giuseppe Frangi, già direttore del mensile non profitVita, che mette subito le mani avanti: “Io faccio parte dell’Italia che ha sempre guardato Berlusconi quasi con repulsione”. E allora perché questo lavoro? “Volevo provare a raccontarlo con l’occhio di chi in lui

ha sempre visto un sogno“. Ma un sogno, per essere tale, ha bisogno di una dimensione onirica: non può essere disturbato dalla realtà.Sostengono gli organizzatori che la mostra è costata solo80mila euroe che è stata allestita senza alcun contatto o legame col gruppo di Arcore. “Abbiamo volutamente lavorato headtopics.com

fuori da ogni condizionamento“. Ecco perché non ci sono foto originali dell’epoca, neanche quelle del giovane Berlusconi col capello lungo sul collo e la pistola sulla scrivania nella sede dell’Edilnord. E a proposito diBerlusconi: che ne pensa lui di questa mostra dedicata alla sua epopea? “Gli abbiamo mandato un’anteprima che mi auguro che sia stata vista – dice Scarpellini – ma non abbiamo avuto

alcuna risposta“. È molto probabile, però, che a villa San Martino l’anteprima sia stata apprezzata. A parte un’intervista a Vittorio Sgarbi, per un’ora e mezza sulle pareti si susseguono questi disegni dell’ex cavaliere che fa cose: regala rose alle commesse della

Standa, agita un cartello con scritto “Non è la Rai” e “Mai dire gol”, mostra un mazzo di carte da poker con le facce diRaffaella CarràeRaimondo Vianello. Tutto mentre una voce suadente ne racconta la scalata: da Milano 2, che per gli organizzatori è un

bosco verticaleprima delBosco verticale, alla tv commerciale, fino alla grande distribuzione e ai successi calcistici rossoneri. “L’impresa Berlusconi – sostiene Scarpellini- è stata presente nella vita di tutti noi e ci ha fatto diventare quello che siamo oggi, nel bene e nel male”. headtopics.com

Vaccini, Figliuolo: 'Al via somministrazione ai bambini dal 16 dicembre' Parma, sequestrate 80 tonnellate di prosciutti crudi invasi da larve e parassiti Shanghai, Pikachu alto 10 metri appare in un centro commerciale. FOTO

Di male, però, inc’è poco, anzi nulla. In questo senso è una mostraelusiva: elimina ogni elemento che rischia di sporcare la narrazione positiva del Berlusconi imprenditore. Un esempio? Si tessono le lodi dell’universoFininvest, capace di obbligare persino la Rai a rinnovarsi nel campo della

pubblicità, ma si tace sul fatto chePublitalia, la concessionaria di Arcore, è una creatura diMarcello Dell’Utri, il braccio destro del capo, quello condannato per concorso esterno aCosa nostra. Nell’anteprima visionata dalla stampa, non si fa menzione neanche del braccio sinistro,

Cesare Previti, conosciuto già ai tempi dell’acquisizione divilla San Martino. Ma non compare neancheVittorio Mangano, il boss della mafia che fu fattore nella tenuta di Arcore, ai tempi in cui il suo proprietario costruiva Milano 2, cioè “mette su

un cantiere che costa 500 milioni al giorno“, per citare sempre il celebre articolo di Bocca. Scarpellini concede: “Giustamente si parla delle indagini, delBunga bungae di tutto il resto ma la domanda che ci poniamo noi è un’altra: nella società italiana ha inciso di più il headtopics.com

Bunga bunga o Canale 5?”. E in effetti viene da pensare che pure Bocca a un certo punto lavorò per le reti del Biscione.Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale Leggi di più: Il Fatto Quotidiano »

Covid, Science: identificata paziente zero al mercato di Wuhan

Leggi su Sky TG24 l'articolo Covid, Science: identificata paziente zero al mercato di Wuhan

pipitone87 L’unico male/colpa è che ha dato spazio al traditore del popolo di dx!! pipitone87 Almeno l'avessero chiamata l''ex cavaliere del lavoro'

In Edicola sul Fatto Quotidiano del 11 Settembre: Matteo chez Malagò sondaggi giù a Milano, Varese e Bologna - Il Fatto QuotidianoMatteo chez Malagò sondaggi giù a Milano, Varese e Bologna. Zaia &C.: subito i congressi. Lui si consola a cena con l’anti-Giorgetti 11 Settembre: i twin towels - gente che se la suda... Forse ha rotto le 🏐🏐 Giornalai falliti che blaterano fake news

A Milano apre il Laboratorio di Antropologia del Cibo, con corsi di cucina di chef da tutto il mondoInaugura a Milano il Laboratorio di Antropologia del Cibo, uno spazio dedicato al cibo come cultura e incontro e alla cucina come condivisione e partecipazione

Gli studi dell'investimento immobiliare al Milano Innovation DistrictI profili connessi al rapporto concessorio in essere tra Lendlease e Arexpo S.p.A. sono stati seguiti dalla partner Catia Tomasetti, membro del Focus Team Construction & Engineering, dalla senior counsel Giovanna Zagaria e dal senior associate Michele Florio. I profili antitrust sono stati seguiti dalla partner Sara Lembo e da Gillian David.

«La nostra vita cancellata in 7 minuti»: Bianca, Maurizio e la torre bruciata a MilanoFonte:https://www.spreaker.com/user/12742172/corriere-daily-332Lei è insegnante di musica, lui è direttore d’orchestra e pianista di fama internazionale: il ...

Irving Penn torna in mostra a Milano dopo trent'anniLa Cardi Gallery dedica al fotografo americano una mostra istituzionale, che promette di avvicinarlo anche alle giovani generazioni

La ragazza di Stillwater: al cinema papà Matt Damon in lotta per salvare la figlia incarcerata - iO DonnaUna vicenda che ricorda il delitto di Perugia, e che ha fatto infuriare Amanda Knox