Vittorio Zibetti (Gallus): «Tutta la filiera della moda è colpita, il lockdown frena anche il tessile»

Vittorio Zibetti (Gallus): «Tutta la filiera della moda è colpita, il lockdown frena anche il tessile»

22/01/2021 01.54.00

Vittorio Zibetti (Gallus): «Tutta la filiera della moda è colpita, il lockdown frena anche il tessile»

Il titolare dell’azienda lombarda di tessuti per abbigliamento da donna racconta gli effetti sugli ordini dei nuovi provvedimenti - Il Covid, dice, non deve essere la scusa per navigare a vista

3' di lettura«A distanza di un anno dall’inizio della pandemia, come cittadino e imprenditore, non vedo motivi per essere ottimista. È come se la politica e le istituzioni, nazionali e locali, continuassero a improvvisare, facendo scelte sempre più incomprensibili e irresponsabili. E non mi riferisco alla crisi di Governo».

Astrazeneca, Bersani a La7: 'Speranza ha accumulato errori? No, è il capitano della nave che ci ha portato fuori dalla tempesta' - Il Fatto Quotidiano Il Fatto di Domani del 15 Giugno 2021 - Il Fatto Quotidiano Un video della tv australiana imbarazza Oms: 'Pipistrelli vivi nei laboratori di Wuhan'

Vittorio Zibetti è titolare della Gallus, azienda lombarda specializzata in tessuti stampati per l’abbigliamento femminile. Prodotti made in Italy e per definizione di qualità, ma non di lusso: i clienti sono le aziende, italiane e straniere, del segmento del fast fashion.

Aziende – e relativi marchi – con una filiera relativamente corta e time-to-market molto diversi dall’alta gamma, che programma con almeno un anno di anticipo: basti pensare che le sfilate uomo che da ieri si sono spostate da Milano a Parigi mostrano le collezioni dell’autunno-inverno 2021-2022. headtopics.com

Quali sono stati gli effetti dei lockdown sulla Gallus?Loading...Devastanti: dal giorno in cui le chiusure dei negozi diventano operative i telefoni dell’azienda smettono di squillare. È successo per il primo e il secondo lockdown e sta accadendo in questi giorni.

Il 2019 si era chiuso con un fatturato di circa 45 milioni, per il 2020 stimiamo una perdita del 30% e il 2021 sarà forse ancora più duro, perché il congelamento degli ordini che vediamo in queste settimane pesa sui conti del primo semestre. E sul secondo non posso permettermi di essere molto fiducioso, anche se un imprenditore dovrebbe sempre essere ottimista.

Non le danno fiducia l’arrivo dei vaccini e il Recovery Fund?La scienza fa il suo corso e non posso che augurarmi che la campagna di vaccinazione prosegua per il meglio in Italia e all’estero. Non è il mio campo, spero che il nostro sistema sanitario, che ha tanti punti di forza, regga. Ma soprattutto mi auguro che funzioni la gestione, l’implementazione, la logistica. Purtroppo quello che abbiamo visto all’inizio della pandemia, con gli sbagli, per usare un eufemismo, sulle forniture e sulla mancanza di un piano pandemico, qualche dubbio me lo lasciano.

È il Recovery Plan però che mi preoccupa davvero e il debito pubblico che aumentasenza che nessuno dica che per reggere livelli simili, visto che non siamo gli Stati Uniti, deve ripartire il Pil. Ma il Pil non riparte con aiuti a pioggia. Leggi di più: IlSole24ORE »

G7, un miliardo di dosi di vaccino saranno donate ai Paesi poveri

Leggi su Sky TG24 l'articolo G7, un miliardo di dosi di vaccino saranno donate ai Paesi poveri: la metà dagli Usa

tutti i settori in crisi a parte il framaceutico ed alcuni brand alimentari........

Dossier tessile/moda: “Servono 8 miliardi per il rilancio della filiera”Il presidente di Smi, Marino Vago, ha incontrato il ministro Giorgetti per chiedere un intervento triennale. Un settore di rilevanza economica e parte integrante del sistema culturale Servirebbe anche la riforma del TaxFreeShoppingTuristi, perche’ e’ assurdo che un incentivo venga mangiato per un terzo dalla intermediazione di rimborso, anziche’ finire ai Turisti da attrarre

L’abbigliamento junior soffre, ma è tra i migliori comparti della filiera tessileDal 27 gennaio le collezioni di moda bimbo per l’A-I 2021 saranno presentate sulla piattaforma Pitti Connect fino al 5 aprile

Navalny, nuove proteste in Russia: la polizia blinda il centro di MoscaFermata anche la moglie dell' oppositore, mentre andava verso il carcere dove è rinchiuso il marito 👉🏻GoBolsonaroMundial 👉🏻👉🏻🗣🗣🗣BolsonaroTemRazao Continuate a sponsorizzare un neonazista continuare ancora out di screditare putin nella foto San Pietroburgo🙃

Per la moda è l’Europa a pagare il conto più salato della pandemiaIl report dell’Area Studi di Mediobanca indica per i gruppi italiani un calo del 23% del fatturato - Il ritorno ai livelli pre pandemia è atteso per il 2023 - Prometeia: in dodici mesi è cambiato l’approccio ai consumi - Le testimonianza di Vf e Dolce&Gabbana

Pfizer, ecco perché la protezione è garantita anche con il rinvio della doseParla l’immunologo Andrea Cossarizza. «Dovendo vaccinare più persone possibili è verosimile che sia opportuno farlo» Siete consci che é Pfizer stessa che ha dichiarato la necessità della seconda dose? Per quanto ne sappiamo (ed emerge dai loro stessi esperimenti) potrebbe bastarne anche una sola. Stranamente però hanno condotto esperimenti solo su soggetti con due dosi... Sintesi breve: non abbiamo la più pallida idea di quello che succede se la seconda dose viene somministrata dopo 42 giorni. Probabilmente, forse e dati parziali. Questo doveva essere scritto nel titolo. Quindi l'azienda che l'ha prodotto e studiato e che insiste che si faccia dopo 21 giorni, non sa un cazzo? È questo che state dicendo?