Vittoria e Abdul: su Canale 5 l'amicizia che ha sconvolto la corte britannica

Vittoria e Abdul. su Canale 5 l'amicizia che ha sconvolto la corte britannica

24/06/2020 01.04.00

“Vittoria e Abdul”: su Canale 5 l’amicizia che ha sconvolto la corte britannica

Vittoria e Abdul. su Canale 5 l'amicizia che ha sconvolto la corte britannica

In occasione del cinquantesimo anniversario del regno della regina Vittoria,Abdul Karim viene scelto per consegnare in dono alla sovrana un’antica moneta durante le celebrazioni del Giubileo d’oro.Così, da impiegato della prigione di Agra in India,

Milan, arriva il lieto fine: riscattato Tomori per 28 milioni! Covid, stato di emergenza verso la proroga: i pareri dei politici Anche il ministro Speranza si è vaccinato: «Una grande gioia»

arriva in Inghilterra alla corte dell’imperatrice che, ormai anziana e annoiata, rimane colpita e affascinata dal giovane.In breve tempo Abdul diventa suo servitore personale,poi segretario einfineMunshi, “maestro”, con l’incarico di insegnarle l’Urdu, aspetti della cultura indiana e il Corano.

L’attaccamento della regina al suo confidente diventa così profondo eil loro rapporto così stretto che le ostilità dei vertici della corte britannica, e del figlio Edoardo primo su tutti, non tardano a manifestarsi.Nonostante i numerosi tentativi di screditare Abdul, headtopics.com

il giovane rimarrà al fianco della regina negli ultimi anni della sua vita.Leggi anche›Judi Dench: «Odio la Brexit. Ricordo bene la felicità quando entrammo in Europa: cosa ci è successo?»Abdul Karim: una storia veraIl film di Frears, pur glissando su alcuni aspetti problematici del rapporto dell’Impero britannico con le sue colonie,

cerca a modo suo di raccontare una storia vera, a lungo dimenticata,e riemersa nel 2010 grazie alle ricerche di Shrabani Basu.Nato vicino a Jhansi, figlio di un assistente ospedaliero,Mohammed Abdul Karim,che al tempo era impiegato alla prigione di Agra,

nel 1887 venne scelto per essere mandato in Inghilterra, dopo essere stato brevemente istruito sull’etichetta di corte:era stata la stessa imperatrice a richiedere, in occasione del Giubileo d’oro del suo regno,due servitori indiani.Dopo essersi distinto tra i domestici, Abdul Karim comincia ad insegnare l’Urdu alla regina Vittoria, interessata alla lingua e alla cultura delle sue colonie, e

presto diventa “Munshi Hafiz Abdul Karim”,suo maestro e segretario.Dopo anni passati in Inghilterra, Abdul Karim continua a seguire la sovrana nei suoi viaggie a godere dei suoi favori, riuscendo a garantire una pensione al padre, ancora in India. E nel 1892 si fa raggiungere dalla moglie e dalla suocera. headtopics.com

Eriksen, video di auguri da tutte le nazionali Gli auguri dal carcere di Zaki per la partita Italia - Svizzera Incidente sul lavoro a Rovato, cade dall'impalcatura: grave 16enne

Lettere compromettentiIn quasi quindici anni di amicizia,la posizione raggiunta dal Munshi,primo funzionario indiano e musulmano al fianco della sovrana,nominato primacavaliere dell’Ordine dell’Impero Indiano e poi dell’Ordine Reale Vittoriano,suscita le aspre avversioni dei membri di corte. Tanto che, subito dopo la morte della regina Vittoria nel 1901

i suoi discendenti si sono preoccupati di eliminare la corrispondenza tra i due,che testimoniava quel rapporto così controverso. Cancellando dalla memoria la figura del segretario della sovrana,costretto dal nuovo re Edoardo VII a tornare in India con la famiglia.

Leggi ancheNew Amsterdam: la seconda stagione della serie tv è su Canale 5 e Mediaset Play Leggi di più: IO donna »

Funivia Mottarone: incidente ripreso in video da telecamere sicurezza

Leggi su Sky TG24 l'articolo Funivia Mottarone: incidente ripreso in un video dalle telecamere di sicurezza

Udinese ko, Belotti regala la vittoria al ToroTORINO. Una vittoria che vale triplo. Il Toro torna al successo dopo 163 giorni, lo fa contro una diretta concorrente e grazie ai risultati degli altri (su tutti, la sconfitta interna del Genoa contro il Parma) allunga a più sei sul terzultimo posto, ritrovandosi al tredicesimo posto assieme alla Fiorentina. Dopo tanta sofferenza ecco la risposta dei granata alla crisi: 1-0 all’Udinese in una partita non bella qualitativamente, ma praticamente decisiva per le sorti della squadra di Moreno Longo. Che centra la prima vittoria da quando è subentrato a Mazzarri. A deciderla è l’uomo che ti aspetti, colui che si doveva far perdonare l’errore dal dischetto di sabato scorso e dovevainterrompere un’astinenza durata otto lunghissime giornate: Andrea Belotti. Il capitano è di nuovo l’esempio del Toro, un trascinatore per forza fisica e mentale, oltre che l’uomo del match. Decisivo, essenziale, fondamentale. Al 16’ piega le mani a Musso con una staffilata da distanza ravvicinata dopo il bell’assist di Simone Edera, che si divora quaranta metri di campo prima di scaricare l’incombenza sul capitano. Ma la sua presenza e grande voglia si fa sentire per tutti i 90’ e trascina il Toro all’unico risultato utile contro l’Udinese. Una squadra cinica e spietata, quella granata, dopo i tanti errori sottoporta tre giorni prima contro il Parma. Stavolta è bastato un tiro, ben fatto, per conquistare i tre punti (72 ore prima non ne furono sufficienti 14) contro un Udinese che ha fatto la partita, colpito un palo con Stryger Larsen al 14’, ma non ha avuto la freddezza di punire gli avversari. Un Toro salvato, ancora una volta, dalle parate di Sirigu che ha scelto il modo migliore per festeggiare le sue 100 presenze in Serie A con la maglia granata. Il portiere della nazionale si traveste da fenomeno nel primo tempo, quando prima respinge una staffilata di Fofana (25’), poi ipnotizza De Maio che colpisce debolmente di testa da due passi. Il finale è un monologo dell’Udinese e una sofferenza

I prestiti prolungati dalla FIGC fino al 31 agostoFIGC, ufficiale la proroga automatica per i prestiti con diritto o obbligo di riscatto

Marvel's Avengers, le potenzialità del titolo che arriverà su PS5Leggi su Sky TG24 l'articolo Marvel's Avengers, le potenzialità del titolo che arriverà su PS5

Eriksen fa una promessa ai tifosi dell'InterIl messaggio in italiano del danese dopo la vittoria sulla Samp si limitasse a ringraziare il buon Dio di aver arraffato la partita con la Sampdoria..!!😉 Cazzate su cazzate ..Inter è una squadra scarsa e voi fingete di non vedere che ha arrancato e cercato di perdere tempo anche contro una Sampdoria penosa! Contate su una juventusfc Cristiano in difficoltà ma la Juventus non muore letteralmente mai...

La maturità di Alex che ha ucciso il padre per difendere la madre - VanityFair.itIl 18enne è agli arresti domiciliari per aver ucciso il padre il 30 aprile nel tentativo di difendere la madre. Per lui ora c’è il percorso in tribunale. È accusato di omicidio

RepOggi su Rep: 👇 Messina Denaro il fantasma che invade la letteratura [di FRANCESCO MERLO]