'Vi racconto mio zio Peppino Impastato. Antimafia, ambientalismo e diritti civili, ancora oggi è un simbolo pure per i giovani' - Il Fatto Quotidiano

“Vi racconto mio zio Peppino Impastato. Antimafia, ambientalismo e diritti civili, ancora oggi è un simbolo pure per i giovani”

09/05/2021 10.05.00

“Vi racconto mio zio Peppino Impastato. Antimafia, ambientalismo e diritti civili, ancora oggi è un simbolo pure per i giovani”

Il 9 maggio del 1978, quando Peppino Impastato veniva ammazzato dalla mafia, lei non era ancora nata. Oggi, 43 anni dopo quell’omicidio, Luisa Impastato è la presidente di “Casa memoria”, l’associazione nata per ricordare Felicia e Peppino Impastato, cioè sua nonna e suo zio. Trentatré anni, figlia di Giovanni, Luisa Impastato è mamma di due …

BolzanoCatania.Dalla morte di Peppino Impastato oggi sono passati 43 anni: dopo tutto questo tempo è ancora ancora un punto di riferimento per i più giovani?Sì, me ne rendo conto dalle adesioni ricevute in questi giorni. Lo zio è ancora un simbolo trasversale., una figura che è riuscita a conquistare più generazioni nonostante sia vissuto in un’epoca lontana per ragazzi di oggi.

Alec Baldwin spara sul set di un film; uccisa la direttrice di fotografia, ferito il regista Ciclismo: mondiali pista; Italia oro nell'inseguimento squadre - Ciclismo ​Ciclismo. Mondiali pista, Italia oro in inseguimento maschile

Secondo lei perché?Forse uno dei motivi è che Peppino Impastato è morto giovane. Dunque è rimasto per sempre un ragazzo di trent’anni, che tra l’altro parlava di temi ancora oggi attualissimi: non solo la lotta alla mafia. Ricordiamo che mio zio fu uno dei primi a sollevare le istanze legate all’ambientalismo, alla giustizia sociale, ai diritti civili, all’antifascismo. Il film

I cento passiè stato un mezzo fondamentale per arrivare ad un grande pubblico ma c’è stato un impegno prima e dopo il film, portato avanti da mia nonna e da mio padre. Quando ero piccola non vedevo quasi mai mio papà perché era in giro per l’Italia a parlare di Peppino. headtopics.com

I ragazzi di oggi conoscono il contesto storico in cui è vissuto Peppino? Sanno chi è Aldo Moro?I giovani con cui siamo a contatto come associazione li trovo preparati, sensibili, pronti ad accogliere questa parte della nostra storia. Possiamo dire che in questo senso la vita di Peppino diventa un veicolo per conoscere il contesto storico di allora. In genere funziona così: qualche ragazzo si interessa alla storia di Peppino, viene a Casa Memoria e da lì inizia ad approfondire, a capire. Più volte ho sentito ragazzi che hanno deciso di fare il magistrato o di fare il giornalista dopo aver conosciuto la storia dello zio. Tantissimi mi scrivono “Peppino mi ha cambiato la vita” e poi scelgono di dare una mano al proprio territorio. Mimmo Lucano, è stato uno di loro.

Che posto è diventato oggi Cinisi?Tutti questi anni di mafia non sono facili da cancellare. Cinisi è stata roccaforte della criminalità organizzata ma oggi chi ci viene a “Casa Memoria” ci considera il paese dell’antimafia. In realtà ci sono ancora tante resistenze ma è anche maggiore la condivisione del nostro impegno.

Ultimamente è tornato in paese Leonardo Badalamenti, figlio di Tano. Prima dell’arresto nell’estate scorsa, quel ritorno ha fatto discutere.Sì perché facendo leva su un cavillo burocrativo, Leonardo Badalamenti ha tentato di riappropriarsi di un bene confiscato alla sua famiglia. Eì arrivato a cambiare la serratura della porta. Ma è stato denunciato e alla fine il sindaco ha concesso la gestione di quel sito a “Casa Memoria”. E’ stata una nostra vittoria, ma l’opinione pubblica in questa occasione si è divisa tra chi si è indignato per questa azione prepotente di Badalamenti e chi lo ha difeso. Questi ultimi devo dire che erano comunque minoritari. Riconsegnare quel bene nelle mani del figlio di un boss che non si è mai dissociato, sarebbe stato un fallimento.

Lei è nata dieci anni dopo la morte di suo zio. Ha conosciuto, invece, sua nonna Felicia: che ricordo ha?Quand’ero bambina non capivo una cosa: nei momenti di festa in cui si doveva stare tutti in famiglia, lei voleva restare a casa perché nell’eventualità che fosse passato qualcuno a bussare alla porta per conoscere Peppino, lei ci sarebbe stata. Oggi posso dire che avrei fatto la stessa scelta e da quando sono madre ho iniziato a comprendere meglio il suo mondo interiore. headtopics.com

Il Lussemburgo legalizzerà il consumo, la produzione e il commercio della cannabis per tutti i maggiorenni. È il primo Paese in Europa In Edicola sul Fatto Quotidiano del 22 Ottobre: Gli esperti di Brunetta: “Siamo incompetenti” - Il Fatto Quotidiano Conte ai parlamentari M5s: 'Dovremmo fare autocritica, invece c'è chi lascia filtrare notizie distorte. Non scimmiottiamo vecchia politica' - Il Fatto Quotidiano

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!Sostenereilfattoquotidiano.it Leggi di più: Il Fatto Quotidiano »

Green pass, a Roma 12 arresti: anche vertici di Forza Nuova

Leggi su Sky TG24 l'articolo Green pass, a Roma 12 arresti: anche vertici di Forza Nuova

Grande Uomo!! Chi ammira queste persone non può credere ai vari:berlusconi,renzi,meloni,tajani,salvini Uno dei pochi siciliani che ha davvero amato la sicilia! Uno 10 cento 1000 passi! regionesicilia Perche' la m.... e' m.... (escremento solido...) 5 lettere che le accomunano ma la seconda' e' vita la prima e' non vita

Impastato morto. Con le mani in pasta invece, sani e pasciuti. Capito? Ssssst... Altro che i giornalai venduti, ipocriti e complici di oggi

'La bellezza contro la paura' ancora 100 passi con Peppino Impastato43 anni fa veniva ucciso da Cosa Nostra Peppino Impastato. Il fratello Giovanni: 'amava il bello e rifuggiva l'assuefazione al brutto, perchè chi è rassegnato non ha più bisogno di verità'. Decenni di violenza e omertà per ribellarsi a quel 'sistema parallelo' percorrendo 'cento passi' simbolici verso la legalità Sorte toccata ai migliori figli della Sicilia Nessuno come i siciliani ha dimostrato cosa vuol dire credere, lottare e morire per realizzare il sogno di una una società libera dalla paura e dalla mafia.Onore a questi grandi siciliani

Ddl Zan, la manifestazione a Milano Diretta videoDdl Zan, la manifestazione contro l’omofobia a Milano Hanno letto il testo non credo

Anno 2021, ancora possiamo scegliere il clima che ci aspetta - Il Fatto QuotidianoIn Italia – Un aprile fresco ma poco piovoso si è chiuso venerdì 30 con un violento temporale che viaggiando da Piacenza fin oltre Verona ha fatto più danno che altro causando allagamenti e grandinate, come sui vigneti di Sommacampagna. Poi sabato 1° maggio una perturbazione atlantica ha dispensato copiose e benvenute piogge di primavera …

La notte è buia e il campo di strada dell’Aeroporto è ancora lì in quel buioAspettando l’ultima corsa, osservo lo scorrere del tempo: è buio pesto, e arriva la chiamata dal Pronto Soccorso. Un’ombra piccola e nera agita un braccio sul marciapiede: mi avvicino. La luce lo illumina: è un uomo anziano, dritto e magrolino, con un cappello a falde strette. Pare uscito da un ...

Per un pugno di acciughe: Parigi e Londra ai ferri corti - Il Fatto QuotidianoAl centro dell’escalation di tensione tra Parigi e Londra l’accordo commerciale post-Brexit sulla pesca, già pomo della discordia dei negoziati senza fine sull’uscita del Regno Unito dall’Ue. Lo sfondo, l’isola di Jersey, territorio britannico a soltanto qualche miglia dalle coste francesi, più nota come paradiso fiscale. Nella notte di giovedì, una cinquantina di pescherecci francesi …