Verona, gratta e vince due biglietti milionari: «Sapeva dove venivano venduti»

Compra 2 gratta e vinci milionari in 20 giorni. «Sapeva dove trovare quelli fortunati»...

29/04/2021 13.51.00

Compra 2 gratta e vinci milionari in 20 giorni. «Sapeva dove trovare quelli fortunati»...

Si presenta in banca due volte in 20 giorni a Peschiera. Inchiesta per fuga di notizie, soldi sequestrati

24 febbraioun tagliando ancora più «fortunato», da ben due milioni.Un evento le cui probabilità di verificarsi, a detta degli esperti, sono statisticamente «vicine allo zero». E ora l’intero bottino, che dedotte le imposte dell’Erario superava i due milioni e 400mila euro, è posto sotto sequestro con l’ipotesi di riciclaggio:

Stop alle mascherine all'aperto dal 28, Speranza firma l'ordinanza - Salute & Benessere Europei 2021, Juve e Barcellona per le differenze: loghi arcobaleno Gol del secolo ha 35 anni, Argentina celebra Maradona - Calcio

per la Procura scaligera, si tratterebbe di denaro «proveniente dal delitto di accesso abusivo al sistema informaticodella società concessionaria della lotteria e conseguente rivelazione di segreto». Dietro quel «colpaccio», sospettano infatti gli investigatori, si celerebbe una truffaldina fuga di notizie da parte di alcuni dipendenti di Lottomatica, concessionaria della lotteria di Stato, che avrebbero spifferato a presunti complici una serie di informazioni top secret sulle tabaccherie dove sarebbero finiti in vendita i biglietti vincenti. Tra i beneficiari di quelle «dritte», stando all’accusa, rientrerebbero anche i protagonisti di questa vicenda.

Gratta e vinci, sospetti su una doppia vincita milionaria (archivio)I sospettiCosì, quando quell’insospettabile muratore diMozambano(nel Mantovano) insieme a un amico diCaprino Veroneseè riuscito a incassare nell’arco di venti giorni presso un istituto di credito di headtopics.com

Peschiera del Gardanon solo il premio del primo ma anche quello del secondo biglietto vincente, è immediatamente partita la segnalazione da parte dell’Uif (l’Unità di Informazione Finanziaria per l’Italia presso la Banca d’Italia) alnucleo speciale Polizia valutaria della Guardia di Finanza

.Troppi sospetti, attorno da quel doppio «colpo di fortuna». Forse la «dea bendata», in tutta questa storia, non era affatto tale: un dubbio che ha subito spinto gli investigatori ad andare a fondo. Il 30 marzo hanno così scoperto che il muratore «baciato dalla sorte» aveva appena disposto un bonifico di 800mila euro - quasi l’intero ammontare della prima vincita - su un conto acceso presso il Banco Do Brasil e aveva simultaneamente chiesto l’emissione di un assegno circolare da 80mila euro a favore di tale

N. R. (soggetto su cui sono in corso indagini)per «atto notarile di donazione». Due operazioni che il 12 aprile hanno indotto la Procura a disporre il sequestro preventivo d’urgenza dell’intero saldo disponibile sul conto corrente intestato al muratore presso la filiale del Banco Bpm di Peschiera del Garda, ovvero 2 milioni, 400mila e 200 euro. Sigilli che sono ora stati convalidati dalla giudice per le indagini preliminari di Verona Giuliana Franciosi, secondo cui si tratta della «cifra corrispondente all’ammontare delle vincite dei biglietti Gratta e Vinci oggetto delle imputazioni».

Ai due indagati, infatti, il pm contesta il reato di riciclaggio: sotto inchiesta ci sono un 40enne di origini brasiliane residente a Mozambano,T. G. R., titolare di partita Ivacon una ditta individuale «dagli esigui redditi» nel settore del rivestimento di muri e pavimenti, e il presunto complice C. C., 47 anni, di Caprino Veronese, chiamato in causa soltanto per il secondo presunto «incasso sospetto» in banca da due milioni di euro. Nel decreto di convalida del sequestro, il gip evidenzia la estrema improbabilità di vincite tanto «ravvicinate e consistenti». Inoltre la tesi della «fuga di notizie relativa ai biglietti vincenti in capo alla società concessionaria» risulta «oggetto di procedimento penale con indagini della Guardia di Finanza di Roma». Non manca un ulteriore dettaglio sospetto: il muratore, riscosse le prime due vincite, avrebbe addirittura «preannunciato in banca la necessità di procedere all’incasso di un terzo biglietto vincente», stavolta addirittura da 5 milioni. Sarebbe stato veramente troppo headtopics.com

'La Chiesa dovrebbe abbracciare i gay, invece non li vuole liberi. E ora Francesco sembra un po' Pio IX' Il Fatto di Domani del 22 Giugno 2021 - Il Fatto Quotidiano Australia, ragni coprono di ragnatele una intera regione - Mondo

.29 aprile 2021 (modifica il 29 aprile 2021 | 11:07) Leggi di più: Corriere della Sera »

Noi domani, la scuola che verrà. Le animazioni tratte dal concorso di scrittura Zanichelli -Scuola Holden | Sky TG24

Sky TG24 ha tradotto in illustrazioni animate due tra gli scritti scelti e poi pubblicati sul sito Zanichelli (qui potete leggere tutti i testi). Le due puntate della serie NOI DOMANI sono a cura di Andrea Dambrosio e Fabio Vitale.

Avidita' + stupidita'=imbecille

Riaperture, Arena di Verona riceve l'ok per capienza di 6mila personeLeggi su Sky TG24 l'articolo Riaperture, l'Arena di Verona riceve ok della Regione per la deroga a 6.000 spettatori Benissimo 👍👍 E riapre anche la Scala 👏👏 Poi mi spiegheranno perché un arena di origini romane deve essere stuprata in questo modo. I MATRIMONI!!! Non è possibile che dobbiamo aspettare il 15 giugno e veder saltare i nostri matrimoni ancora...Possibile che è tanto complicato fare un ricevimento al ristorante quando riapriranno le palestre, ristoranti al chiuso, centri commerciali nel weekend...

Verona-Spezia, dove vedere la partita in tvLeggi su Sky Sport l'articolo Verona-Spezia, dove vedere la partita in tv: gli orari

Toro, Nicola e la filosofia Ubuntu: “Andiamo al massimo dal Verona a fine campionato”Il tecnico granata: «La prossima partita è sempre la più importante a prescindere da infortuni e squalifiche»

Punto d'oro dello Spezia in casa Verona: al 'Bentegodi' è 1-1Scaligeri avanti con Salcedo (anche un palo) ad inizio nel ripresa, nel finale pari ligure con Saponara. Per la squadra di Italiano un pareggio pesante sulla complicata strada verso la salvezza

Toro, a Verona un punto d’oro. Dimarco risponde a VojvodaSuccede tutto nel finale: al 40’ sblocca il granata con un colpo di testa. Tre minuti dopo i padroni di casa la riprendono grazie ad un sinistro del difensore scaligero