Una Nazionale quasi tutta granata, il record del Grande Torino imbattuto da 73 anni

Una Nazionale quasi tutta granata, il record del Grande Torino imbattuto da 73 anni

21/05/2020 11.40.00

Una Nazionale quasi tutta granata, il record del Grande Torino imbattuto da 73 anni

L’11 maggio del 1947 dieci granata in campo per Italia-Ungheria vinta dagli azzurri 3-2

18:05TORINO. Una partita da record. Quell’Italia-Ungheria disputata a Torino l’11 maggio del 1947 alle ore 16 e finita 3-2 per gli azzurri. Un pezzo di storia indelebile perchè dieci degli undici calciatori schierati in campo appartenevano al Grande Torino. Un primato, che resiste tuttora, che superò i nove undicesimi della Juventus scesi in campo nel 1933 ancora contro l’Ungheria, ma a Budapest, scelti dallo stesso commissario tecnico Vittorio Pozzo. Nove bianconeri li schierò anche Bearzot molto più avanti, nel Mondiale del 1978, come i nove della Fiorentina nel 1957 e i 9 dell’Inter nel 1966.  

Denise Pipitone, Piera Maggio diffida Quarto Grado: 'Frasi offensive nei miei confronti affermate con veemenza inopportuna, senza contegno' - Il Fatto Quotidiano Speranza: 'Se i numeri sono calati è grazie ai vaccini' Primarie Pd a Roma e Bologna: la vittoria di Lepore e Gualtieri

Una nazionale vestita di granata costruita non per caso, ma nata a seguito di qualche critica - “Manca l’amalgama” - subita dallo stesso Pozzo nel 1946 dopo la sfida contro l’Austria, quando scesero in campo 5 granata, 5 bianconeri e Biavati del Bologna. Da quel momento il commissario tecnico virò decisamente sui campioni del Torino. Poco prima dell’Ungheria, fu la Svizzera a testare la nazionale a tinte granata: 9 del Toro più Sentimenti IV e Parola. Poi ecco la partita storica, nella quale ci mise lo zampino anche il caso, e le ritorsioni politiche di allora. Parola, infatti, seppur convocato, alla fine saltò l'incontro perchè il giorno prima giocò la sfida del Resto del Continente contro la Gran Bretagna in programma a Glasgow. Un aereo sarebbe dovuto andarlo a prendere per riportarlo in tempo in Italia, ma quel volo non arrivò mai perchè la Francia non concesse all’aeronautica militare di sorvolare il proprio territorio. Così Pozzo chiamò in azzurro un altro granata, Mario Rigamonti, 24 anni, all’esordio.

La partita finì 3-2 grazie alla doppietta di Gabetto e al gol vincente di Loik. L’Italia giocò con Sentimenti IV, Ballarin, Maroso, Grezar, Rigamonti, Castigliano, Menti II, Loik, Gabetto, Mazzola, Ferraris II. Anche l’Ungheria schierò il blocco della sua squadra campione, l’Ujpest, rappresentata da 9 giocatori: uno dei due estranei fu il giovane e promettente Puskas.   headtopics.com

Leggi di più: La Stampa »

Funivia Mottarone: incidente ripreso in video da telecamere sicurezza

Leggi su Sky TG24 l'articolo Funivia Mottarone: incidente ripreso in un video dalle telecamere di sicurezza

Blog | Da Milano a Torino, una casa per i figli dei malati di coronavirus - Alley OopChi si è occupato dei figli minorenni dei malati di Covid19? Gli esempi di Torino e Milano: Casa Combo e Zumbimbi. legionarionero aamaurelius MaurizioBlondet RogerHalsted

Una galleria d’arte per riqualificare i portici di TorinoIl patto tra Città, commercianti e associazioni culturali.

Paolo Rossi con la Brigata Brighella per portare una risata a domicilio - iO DonnaLe 'Brigate volontarie per l'emergenza' sono nate in collaborazione Emergency durante il lockdown per supportare chi fosse costretto a stare chiuso in casa. Ora è nata anche una sezione teatrale

Elodie, «una donna complicata», e la quarantena con Marracash, «un uomo non facile» - VanityFair.itLa cantante rivela alcuni dettagli sul suo isolamento domiciliare insieme al fidanzato: «Abbiamo avuto alcune discussioni, come tutti. Siamo fatti così». Ma l’amore, tra musica e un nuovo look, va comunque a gonfie vele

Suv compatti: arriva la Baby Lexus e una raffica di modelli elettrici (anche Tesla)Il brand di lusso del Gruppo Toyota potrebbe offrire un esclusivo B-suv basata sulla Toyota Yaris Cross La BX come forse si chiamerà è destinata ai mercati europei e asiatici, non agli USA. E' comunque un peccato che i costruttori di auto elettriche non abbiano come obiettivo l'economicità. La maggior parte delle auto sfoggia una potenza assurda, comprese le ibride. Non credo sia questo che i clienti cercano.

Microfono e occhiolino, Giovanna Botteri ritratta come una SuperwomanE' dedicato alla corrispondente Rai in Cina il nuovo murale delle street artist Lediesis a Firenze Ottima iniziativa Qui è pettinata Ma ammazzatevi tutti, sempre due pesi e due misure