Una moda da (re) leoni - VanityFair.it

Hakuna Matata

17/07/2019 23.00.00

Hakuna Matata

Il 21 agosto tornerà sul grande schermo «Il re leone», questa volta nella versione live-action firmato Jon Favreau. Qui 30 idee shopping che inneggiano all'Hakuna Matata

capsule collection divertenti dedicate proprio a Simba e amici. Ma non solo. Oltre alle edizioni limitate ispirate al ritorno cinematografico deIl re leone, un altro grande trend di questa stagione è proprio l’impetuosa sagoma del potente felino, da portare sempre con sé su una T-shirt o un gioiello.

Letta: 'Fiducia in Renzi? Sì, lui e Italia viva sostengono la mia candidatura a Siena' - Video - Il Fatto Quotidiano Covid, dall'1 ottobre obbligo Green pass per entrare in Vaticano Pro&contro. Il referendum sul Green pass - Il Fatto Quotidiano

Non bisogna necessariamente essere nati sotto il suo segno per indossare un capo d’abbigliamento o un accessorio con protagonista il re della foresta. Vero è che, quest’anno, i «leoni» – nati tra il 23 luglio e il 22 agosto – si prepareranno a una grande estate e saranno più dinamici, generosi e passionali che mai. Faranno, insomma, la parte del leone! Complice, anche, il

Lionsgate, o portale del leone, che, ogni anno, l’8 agosto, si apre grazie all’allimeamento del sole, della terra e della stella Sirio, sprigionando un flusso di energia dal quale tutti possono attingere un po’ di buona sorte. Il suo picco è proprio nell’ottavo giorno dell’ottavo mese dell’anno perché, secondo la numerologia, l’8 rappresenta l’infinito e la connessione divina. headtopics.com

E se è vero che il leone (e non solo) sarà baciato dalla fortuna, perché non concedersi un amuleto proprio con la sua criniera dorata?Nella gallery 30 idee shopping da indossare «senza pensieri», come cantano, i fedeli amici di Simba dai quali impara l’importanza dell’

Leggi di più: Vanity Fair Italia »

Bianchi a Sky TG24: 'Le scuole riapriranno in sicurezza'. L'INTERVISTA

Leggi su Sky TG24 l'articolo Bianchi a Sky TG24: 'Le scuole riapriranno in sicurezza, ma non abbassare la guardia'

MadLu9 Ma esce edicola

Addio ad Andrea Camilleri, una vita tra libri, Montalbano e sigarette - VanityFair.itMontalbano e non solo. Con la sua iconografia, «il Maestro» ha forgiato un mondo, ma anche se stesso. Se ne va a 93 anni lasciandoci più di 100 libri pubblicati, e circondato dall'affetto speciale di tutti i suoi fan

Il mistero del finto cantante - La StampaNel 1998 Andrea Camilleri scrisse per La Stampa una serie poliziesca estiva incentrata sulla figura del commissario di bordo di una crociera Cecé Collura. Pubblichiamo il primo racconto, uscito il 13 luglio del 1998 Il commissario di bordo di nome faceva Vincenzo (per gli amici 'Cecè') e di cognome Collura. Per la verità, Cecè Collura il commissario di bordo non l'aveva mai fatto, anzi, a parlare papale papale, non aveva mai messo piede su una nave da crociera. E manco mercantile, a voler essere onesti fino in fondo. Come passeggero, a non qualificare come 'navigazione' una trentina d'attraversamenti dello Stretto di Messina, aveva al suo attivo qualche viaggio d'andata e ritorno col traghetto Napoli-Palermo. E basta. Non era omo d'acqua, ma di terraferma. Infatti, quando gli toccava di viaggiare, pigliava sempre il treno, l'aereo gli faceva scanto macari a taliarlo fermo all'aeroporto. Ancora qualche mese avanti, Cecè Collura commissario lo era stato, ma di polizia, fino a quando si era guadagnata una bella revorberata al fegato durante una sparatoria con alcuni rapinatori di banche. Dopo l'ospedale e la convalescenza, gli avevano concesso sei mesi di riposo. Un suo parente, che aveva interessi nel gruppo armatoriale, aveva avuto l'alzata d'ingegno di fargli la proposta di passare una parte del periodo di riposo quale commissario di bordo.Non avendo conto da rendere a mogliere e trovandosi momentaneamente libero da legami fimminini, si era sottoposto a un corso accelerato per avere un'infarinatura di quello che andava a fare e si era imbarcato. Aveva però domandato e ottenuto di essere affiancato da un vice di lunga spirenzia. Come potè vedere da subito, questo vice, un quarantino triestino, il misteri suo lo sapeva fare. Quando arrisolveva il problema di un crocierista, di regola si rivolgeva a Collura: 'Lei è d'accordo, vero, commissario?'. E Cecè, dopo averlo taliato negli occhi per vedere se c'era una minima traccia d'ironia, calava la testa in segno d'assenso.

Perin saluta già la Juve: domani le visite con il BenficaPerin saluta già la Juve: domani le visite con il Benfica. A Torino JoaoFerreira calciomercato faranno la stessa fine anche quelli arrivati ah ah ah Ma nn doveva venire al Milan!? Ci avete rotto i coglioni con ste notizia da dementi x settimane!!! Solo un minus habens poteva crederci ma voi, perseveravate.! Milan beffato

Celebrare il Programma Apollo significa contribuire a realizzare una parte del nostro futuro - La StampaCaro Beccaria,c’è grande frenesia intorno alle celebrazioni per il 50° anniversario dell’uomo sulla Luna: mi chiedo, però, quale sia stata la vera eredità di quella serie di missioni. Più il tempo passa e l’emozione si attenua e più mi chiedo se ritornerà un’epoca eroica come quella tra gli Anni 60 e 70. Vedremo davvero il ritorno dell’uomo sulla Luna? E, se sì, stavolta a cosa servirà questa nuova corsa allo spazio?Marisa Bassani, TorinoCara Marisa,l’eredità del Programma Apollo è in mezzo a noi, anche se a volte non ce ne rendiamo pienamente conto. Dal velcro delle scarpe da ginnastica fino ai chip che regalano super-prestazioni ai nostri smartphone, sono migliaia le tecnologie che, sviluppate per il grande balzo sulla Luna, sono tornate rapidamente qui sulla Terra. Elenchi dettagliati li può trovare in molti siti e sono così affollati di sigle, nomi e curiosità che è difficile arrivare fino in fondo. Ma l’aspetto interessante è che c’è ancora molto di più. Il Programma voluto da John Kennedy diede vita a un approccio ai problemi e a una mentalità operativa - la «filosofia Apollo», appunto - che ha fatto scuola e che oggi, nel XXI secolo, può servirci per raggiungere nuovi e ambiziosi obiettivi. Per tornare sulla Luna e, stavolta, trasformarla in una base permanente: sia scientifica sia, in prospettiva, mineraria e industriale. E poi per portare il primo equipaggio umano su Marte e, intanto, dare nuovo impulso alla «space economy», quell’insieme di prodotti e servizi che già oggi genera miliardi di dollari di fatturato, anche in Italia, e coinvolge aziende di tutti i tipi, dalle start-up ai colossi. Come vede, celebrare l’Apollo è tutt’altro che abbandonarsi alla malinconia del tempo che fu o, peggio, a una vuota retorica. Significa contribuire a realizzare una parte significativa del nostro presente e del nostro futuro prossimo. Anche in termini di nuove professioni e di prosperità.Gabriele Beccaria è responsabile degli inserti settimanali «Tuttoscienze» e «Tutto Ma farsa come il pd l’allunaggio

James Bond, il nuovo 007 sarà una donna nera di origini giamaicaneLa sceneggiatrice Phoebe Waller-Bridge: i tempi sono cambiati. E accanto a Daniel Craig, che sarà ancora Bond ma in pensione, spunta la figura di una 007 femmina Addio 007 La sinistra ha distrutto pure 007 😂😂. Appena si avvicinano fanno danni 😁. cinema fallimento Che pena!

Gualazzi: “Torino trasmette la saudade, una sensazione positiva per il mio jazz” - La StampaIl pianista stasera al To-Outlet Village.