Un quarto di secolo di ospitalità ai piedi del Monte Bianco

Un quarto di secolo di ospitalità ai piedi del Monte Bianco

13/05/2021 12.49.00

Un quarto di secolo di ospitalità ai piedi del Monte Bianco

La famiglia Garin festeggia i 25 anni del suo L’Auberge de La Maison, un simbolo per Courmayeur, rilanciando l’attività con investimenti e nuovi servizi

3' di letturaImmerso nei prati di Entrèves, il secolare villaggio di Courmayeur, l'Auberge de La Maison, dimora storica in pietra e legno in cui si respira tutto il fascino della tradizione alpina (ogni camera ha la sua particolarità) è vero luogo di pace. Da li si ammira il Monte Bianco, uno spettacolo della natura e nel quale in tutte le stagioni dell’anno ci si può immergere. L'Auberge de La Maison è un simbolo dell’ospitalità di Courmayeur: Alessandra Garin, terza generazione di imprenditore ha preso le redini dell'attività di famiglia e ne ha fatto un gioiello dell’ospitalità italiana che proprio quest’anno festeggia i suoi primi 25 anni.

Vietate le seconde domande Vaccino Covid, Draghi: “L’eterologa funziona, la farò anch’io” Le Foche: «AstraZeneca, il richiamo è fondamentale. E per il sistema immunitario è meglio il cambio di farmaco»

Una storia iniziata negli anni 50Gironzolando per l'Auberge de La Maison, l'ospite scopre piccole e grandi meraviglie. Libri, quadri, manifesti, mobili, oggetti di antiquariato, tende e suppellettili che sono li a testimoniare la storia dell’hotel ma sopratutto l’impegno della famiglia Garin nell’ospitalità, iniziata ben prima de 1996. Il tutto prende il via negli anni '50, quando i nonni di Alessandra Garin prendono in gestione la Locanda Belvedere in Val Ferret e successivamente La Brenva ad Entrèves. Leo Garin, padre di Alessandra, uno degli uomini simbolo del turismo della Valle, partecipa attivamente alla conduzione delle attività, fino a quando negli anni ‘60 fonda, in quella che era l'abitazione di suo padre, “La Maison de Filippo”. Il ristorante diventerà tra i più famosi e rinomati della Valle d'Aosta, stellato Michelin e meta di tutti i grandi protagonisti del turismo a Courmayeur, da attrici a politici, fino alle più alte cariche dello Stato, sia italiane che francesi. Ed è così che nel 1996, complice la grande passione di collezionista di antichi mobili, opere d'arte, arredi e oggetti di montagna, crea l'Auberge de la Maison, proprio di fronte alla Maison de Filippo.

Loading...I 25 anni de L’Auberge de La MaisonPhotogalleryVisualizzaUn heritage che si tramanda da generazioniDa più di 60 anni, dunque, la tradizione dell'arte dell'ospitalità della famiglia Garin si tramanda di generazione in generazione, un heritage alpino inestimabile.La passione di Leo per il collezionismo di montagna e l'innato gusto per l'arredo di sua moglie Patrizia, rendono l'Auberge una vera e propria Casa di ospitalità, diversa da tutti gli hotel di montagna del Monte Bianco. C’è perfino una collezione di libri (è stata creata una carta), divisa secondo 10 tematiche strettamente legate all'esperienza della Tradition du Bien Vivre Auberge, disponibile in italiano, inglese e francese. Nel 2004 dopo aver completato i suoi studi all'École hôtelière di Losanna, Alessandra Garin, figlia di Leo e Patrizia, prende in gestione l'Auberge. Da allora, ogni stagione, Alessandra, accanto alla direzione dell'hotel, da seguito a lavori di ristrutturazione per mantenere intatto questo patrimonio storico, arricchendolo con nuove idee e nuovi spazi per i suoi ospiti. Come i recenti Petit Ambri e Chalet du desir destinati agli ospiti in smart working. headtopics.com

Le soluzioni per gli ospiti in smart working Leggi di più: IlSole24ORE »

Funivia Mottarone: incidente ripreso in video da telecamere sicurezza

Leggi su Sky TG24 l'articolo Funivia Mottarone: incidente ripreso in un video dalle telecamere di sicurezza

Accertamento con adesione sempre ammesso contro l’avviso di recupero di un tax credit

Un nonno va a vaccinarsi contro il Covid, al suo fianco il suo fedele caneSiamo in Perù, e durante la campagna di vaccinazione c’é una storia che ha attirato l’attenzione di moltissime persone. Un nonno di 85 anni è andato a fare il vaccino accompagnato dal suo cane. Don Juan ha deciso di portare il suo amico a quattro zampe con lui perché per ... fulviocerutti Checcazzodinotiziedaidioti fulviocerutti ...senza museruola e senza guinzaglio...il cane... emblematico...😎🙄😋 fulviocerutti non e questione di essere favorevoli o contrari alla vaccinazione, e questione di mentalita, ben fatto nonno

Roma, donna violentata in una scuola: caccia a un uomo entrato dall’ingresso secondarioCaccia a un uomo che a metà mattinata si è introdotto nel complesso dell’Istituto Santa Chiara di via Caterina Troiani. La vittima è stata ricoverata in ospedale. Il tam tam sulle chat delle classi RISORSA in azione ? Probabilità all'80% !!! Ha stato Grillo! Incredibile...

White Magnolia di ETRO: un profumo per sentirsi in vacanzaIl nuovo profumo ETRO, White Magnolia, è un floral musk che celebra la natura. Ce lo siamo fatte raccontare da Veronica Etro

Durante l’addio alla sua gatta di 20 anni trova e salva un micio di 120 grammiNessuno avrebbe scommesso di lui. Eppure questo dolce gatto ha fatto un recupero incredibile grazie al suo soccorritore. Amber Spencer, affidataria del Perth Rescue Angels, in Australia, era dal veterinario per salutare la sua amata gatta di 20 anni Nancy, quando è venuta a conoscenza della presenza di una cucciolata ... fulviocerutti Che culo! E ha trovato immediatamente il modo di mandare in giro la notizia sui social. fulviocerutti Che notizie!?! fulviocerutti 𝕃𝔼 ℍ𝔸 𝔽𝔸𝕋𝕋𝕆 𝕋ℝ𝕆𝕍𝔸ℝ𝔼 𝕌ℕ ℙ𝕀ℂℂ𝕆𝕃𝕆 𝔸ℕ𝔾𝕀𝕆𝕃𝔼𝕋𝕋𝕆 😇 𝕃𝔸 𝕍𝕀𝕋𝔸 ℂ𝕀 𝕋𝕆𝔾𝕃𝕀𝔼, 𝔼 ℙ𝕆𝕀 ℂ𝕀 𝔻𝔸'🙏🙏🙏

Arezzo, mini van fuori strada precipita in un dirupo gravi sei operaiIl video dell'intervento dei vigili del fuoco con l'elicottero