Turismo, calano le prenotazioni e si chiedono rimborsi

Chi sperava in una stagione estiva in ripresa ora vede una chiusura più rapida dello scorso anno. Si al green pass e controlli

Coronavirus, Covid 19

18/07/2021 20.33.00

coronavirus covid19, chi sperava in una stagione estiva in ripresa ora vede una chiusura più rapida dello scorso anno. Si al green pass e controlli

Chi sperava in una stagione estiva in ripresa ora vede una chiusura più rapida dello scorso anno. Si al green pass e controlli

Federturismo Confindustria"Siamo molto preoccupati: fino a dieci giorni fa ci preparavamo a un'estate in forte ripresa, ora si prospetta una chiusura ancora più rapida dell'anno scorso, quando i primi stop arrivarono a metà agosto", ammette Marina Lalli, presidente di Federturismo Confindustria."Se gli investimenti sostenuti per lavorare per 4-6 settimane d'estate si traducono solo in costi, non stiamo più in piedi. Rispetto a perdite del 70% del fatturato dello scorso anno, avevamo previsto di portare a casa questa estate un 50% del 2019, con una crescita del 25% sull'anno scorso. C’è ancora una certa fiducia da parte dei clienti, che attendono gli sviluppi della situazione prima di cancellare le prenotazioni. Ma se dovessimo restituire le caparre come a marzo-aprile 2020 non avremmo più le risorse per andare avanti". Per Lalli,"L'estensione dell'uso del green pass può essere una misura utile, anche come spinta a vaccinarsi ma chi controlla, per esempio, se il lascia passare è falso? La responsabilità non può essere lasciata ai gestori di un'attività turistica".

FiavetPer Ivana Jelinic, presidente di Fiavet,"La maggioranza delle imprese, agenzie di viaggio, tour operator, alcune realtà alberghiere, è allo stremo. La scorsa settimana abbiamo già registrato un 50% in meno di richieste di viaggio, in Italia e all'estero, e chi ha già prenotato comincia a disdire, per la paura di restare bloccato in altri paesi e per l'incertezza sulle regole da seguire una volta rientrati. Questo accade sull'estero, ma anche in Italia: stiamo registrando le prime disdette anche per le settimane centrali di agosto in Sardegna". In questa situazione"ben venga il green pass, ma introdurlo dall'oggi al domani potrebbe creare nuovi oneri per le realtà produttive. e poi chi controlla, il barista? Aspettiamo fatti concreti: molte agenzie e tour operator attendono ancora la seconda tranche di ristori del bando febbraio-luglio 2020. Chiediamo concordati bilaterali con destinazioni anche extra UE per consentire gli spostamenti in sicurezza. E poi controlli, controlli, controlli e una campagna vaccinale serrata".

Assoturismo confesercenti

Leggi di più: RaiNews »

Colle, Salvini: basta no da Letta. Pericoloso togliere Draghi da Chigi

Leggi su Sky TG24 l'articolo Quirinale, Salvini: 'Basta veti da Letta. Pericoloso togliere Draghi da Chigi' Leggi di più >>

La vera questione è chi ha permesso, durante gli europei, il montaggio dei maxischermi e senza controlli antiassembramento. Fatto volutamente per continuare con questo clima di panico o senza pensarci?. La follia si è definitivamente impadronita di questo disgraziato Paese. Amen! A Capri (quella forse in foto😓) pare invece siano alle prese con arrivi di massa anche perché le isole sono state le prime ad essere vaccinate insieme con le zone turistiche della costa e la mascherina all’aperto è obbligatoria

La Gran Bretagna si prepara a un giorno 'd'inferno'Emessa un'allerta per un'ondata di caldo straordinario prevista per il weekend Scusate… ma che cosa ci importa del caldo in UK

L'alluvione in Germania si poteva prevenire?Le «allerte meteo» diramate già da martedì: ma per molti era «troppo tardi», e precipitazioni così non si vedevano da mille anni. Città e paesi colti impreparati. Il tortuoso sistema d’allarme europeo Quando accade in Germania è “inevitabile”, quando avviene in Italia è colpa del surriscaldamento globale. Ridicolo… Si poteva evitare cominciando 50 anni fa, oggi con la cementificazione e la costruzione di case vicino all’alveo dei fiumi hanno stravolto i corsi, i cambiamenti climatici hanno fatto il resto. Secondo me è colpa della Raggi.

Roma, nel pub la festa per Italia-Belgio si trasforma in focolaioRagazzi che si abbracciano, che urlano ai gol dell’Italia, che si scattano foto guancia a guancia: sono le scene riprese da uno dei tifosi presenti nel pub Clifton di via del Casaletto, a Roma durante la partita degli europei Italia-Belgio del 2 luglio. A due settimane di distanza sono oltre 90 le persone presenti quella sera nel locale che risultano contagiate. Su Facebook la direzione del pub ha pubblicato una nota: “nonostante tutte le norme previste Anti-COVID, sappiamo benissimo tutti che persone vicine possono stare sedute allo stesso tavolo senza mascherina. Nei giorni successivi in un gruppo di giovani presenti anch’essi alla partita è stato rilevato e aperto un Cluster di controllo da parte dell’ASL di competenza” ITALIOTI...po ppoo po Po poooo po👍👍👍👍👍

Si ribalta autogrù in Costiera amalfitana: il video del’automezzo in bilico sulla scoglieraSi ribalta autogrù in Costiera amalfitana: il video dell’automezzo in bilico sulla scogliera

L’immunologo Abrignani: «Come un’influenza se tutti si vaccinano»L’immunologo Abrignani: non abbassare la guardia. La certificazione verde un buon compromesso 👆 Il karma vi raggiungerà presto. Auguri. 🥂 Ci avete rotto i **glioni per 80 anni alla ricerca di fascisti che non c'erano e non vi accorgete che li abbiamo adesso qui in casa attuali più che mai. La commissione Segre che fa dorme?

“Voglio solo fare il mio lavoro”: il camionista che si è ribellato ai No TavI manifestanti hanno bloccato l’uomo a San Didero e postato un video su Fb Ha ragione , i no tav hanno già rotto fortemente i coglioni . I soliti comunistelli che non fanno un cazzo e campano o con il reddito di parassitanza o grazie ai soldi di papà. Anche io che viaggio tanto per lavoro quando mi trovo in mezzo a cortei di sciopero e manifestazioni mi fermo e aspetto con pazienza