Treviso, due ventenni lasciano gli studi per produrre girarrosti: «Colpa della Dad»

09/01/2022 15:00:00

Treviso, due ventenni lasciano gli studi per produrre girarrosti: «Colpa della Dad»

Treviso, due ventenni lasciano gli studi per produrre girarrosti: «Colpa della Dad»

Veronica De Bona e Bruno Francesco Bisol hanno rilevato un’azienda da un amico dei genitori. «Abbiamo preso la decisione perché stanchi della Dad»

Email Veronica De Bona e Bruno Francesco Bisol Nel pieno della pandemia, sfiancati dalla Dad e da uno studio che non dava più emozioni, due amici di Col San Martino , nel Trevigiano, hanno messo da parte libri e appunti e si sono messi al tornio e alla pressa.Sono circa uno su quattro, circa duemila su un totale di ottomila.Con il tuo abbonamento puoi accedere soltanto su un dispositivo/browser per volta.Con il tuo abbonamento puoi accedere soltanto su un dispositivo/browser per volta.

Rilevando l’azienda di un amico dei genitori, sono diventati imprenditori e oggi producono girarrosti per la Demetra Srl.Veronica De Bona e Bruno Francesco Bisol ad appena 20 anni hanno deciso di rivedere i loro piani per il futuro, accantonando, almeno per ora, gli studi universitari e mettendosi a lavorare in laboratorio.Nonostante sia appena stato approvato un nuovo protocollo proprio con l’obiettivo di alleggerire le quarantene e garantire il più possibile le lezioni in presenza – e in sicurezza – da lunedì 10 gennaio, i presidi delle scuole hanno lanciato un appello urgente al Governo, alla luce della «situazione ingestibile» (l'aumento dei contagi tra i ragazzi) e dell’«escalation di assenze» tra il personale.Una scelta scaturita da un’opportunità che entrambi erano pronti ad accogliere: “ Studiavamo alla facoltà di Scienze e Tecnologie alimentari, io a Udine e lui a Padova – racconta Veronica –, ma abbiamo perso interesse per gli studi a causa della didattica a distanza e dall’impossibilità di avere un confronto diretto con i docenti e gli altri studenti.Per questo io stavo già aiutando mio papà nella sua carpenteria metallica e così faceva Bruno con l’azienda del padre”.Non è possibile non tenerne conto.L’occasione E’ in quella situazione, nella loro vita arriva Franco, titolare di un’azienda produttrice di girarrosti con 35 anni di storia.

L’uomo voleva cederla per ritirarsi e cercava candidati tra gli amici, tra i quali c’erano i genitori dei due ragazzi.«A pochi giorni dall'inizio delle lezioni dopo la pausa natalizia, durante la quale non ci siamo mai fermati, stiamo assistendo con preoccupazione crescente all' escalation di assenze.“Quando i nostri genitori ce ne hanno parlato abbiamo pensato che si poteva fare.Avevamo già un po’ di esperienza ma Franco ci ha seguito in tutta la prima fase di avviamento dell’attività, ci ha insegnato le tecniche di produzione che lui stesso aveva progettato e tuttora ci supporta con consigli e aiuto”.Si parla di numeri altissimi, mai visti prima».Così dalle aule virtuali dell’università e dai libri, i ragazzi sono passati al laboratorio artigianale , alle prese con trapani e cacciavite: “Ci siamo ritrovati a realizzare prodotti nuovi, con meccanismi e passaggi di produzione molto precisi per questo Franco ci ha seguito passo passo all’inizio.Ora siamo in grado di gestire l’intera produzione”.E ancora: «Ci rendiamo conto che sottovalutare la prevedibile ed enorme mancanza di personale determinerà insolubili problemi.

Il futuro I due ragazzi si occupano di tutto, dal contatto con i clienti, alla commercializzazione, alla produzione: “Le nostre giornate lavorative non hanno orari – spiega Bruno -, perché a nche quando chiudiamo la porta del laboratorio la testa pensa ai progetti, ai conti e ai clienti.Abbiamo avuto la fortuna di rilevare un’azienda seria, molto stimata e ben posizionata sul mercato e le cose stanno andando bene.Altrettanta preoccupazione grava sulle probabili assenze del personale Ata.Il nostro progetto è quello di crescere e magari esportare all’estero i nostri prodotti”.E l’università? Per Veronica sembra essere un capitolo chiuso: “Io mi sento bene in questa nuova dimensione , gli studi non mi mancano e non credo che tornerò indietro ”.Altre storie di.Bruno invece una porta la lascia aperta: “Al momento sono concentrato sull’azienda – conclude -, ma non escludo in futuro di rimettermi sui libri.

Quando ero solo uno studente, la laurea era una sorta di obiettivo prefissato che dovevo raggiungere.Oggi invece penso che, se tornerò a studiare, sarà solo perché sentirò che voglio farlo per un’esigenza personale ”.La newsletter del Corriere del Veneto Se vuoi restare aggiornato sulle notizie del Veneto iscriviti gratis alla newsletter del Corriere del Veneto.

Leggi di più:
Corriere della Sera »
Loading news...
Failed to load news.

“A cacciavitaro story” merito della dad Ogni tanto c'è bisogno anche di vivere... No vabbè, ma vi rendete conto di quanto siete ridicoli con questi articoli? E voi per colpa di cosa li avete lasciati li studi? Intendo le elementari chiaramente, perché è più che evidente che alle medie non ci siete neppure passati nell'intervallo.

Che c**** di titolo é? Erano scemi anche prima. Pensavo fosse Lercio Ma voi siete completamente scemi bravi

Dirigenti scolastici contro la riapertura della scuola: «Dad fino al 24 gennaio»I presidi delle scuole hanno lanciato un appello urgente al Governo, alla luce dell’aumento dei contagi fra i ragazzi e dell’«escalation di assenze» tra il personale

Chi continua a studiare senza se e ma: Am I a joke to you? Vabbè lo fate palesemente per incassare i soldi della pubblicità attraverso i click. Che beceri. 'Due ventenni lasciano gli studi per prendere il redditodicittadinanza: colpa della DAD.' Draghistan La da è il risultato di una scarsa logica da parte delle istituzioni, di un fallimento vaccinale con Soli sieri a mRNA

Ma per favore. Aspetto il fallimento di questo giornale. Aspe' chè vado a piangere sui polli che ci credono.

Scuola, incontro ministero-sindacati sulle nuove regole della DadScuola, la spinta delle Regioni Zaia: “Si pronunci il Cts”. In Sicilia riapertura posticipata di tre giorni Il CTS fa sapere che approva tutto quanto venga deciso dal governo .

Non è male come business, il pollo è la carne più consumata in assoluto. Magari diventano milionari! Che sciocchezza! Se hanno mollato x la DAD sicuramente non avrebbero terminato l’università! Se uno vuole studiare non lo ferma nulla manco la Dad. Iniziamo a scrivere meno idiozie Noninfluente hanno fatto bene. Studiare serve a un cazzo

😂😂😂 Hanno abbandonando perché li obbligano a vaccinarsi,questa non è più una scuola e diventato tutto una manovra politica,ma pagheranno tutti dai più alti ai gradini più bassi,compresi voi giornalisti da strappazzo 'Sti du' pischelli Hanno lasciato la scuola per colpa della Dad? peccato, due premi Nobbbbel in meno!

Noninfluente Nuovissima questa notizia 😮 mmm... senti che profumo 😌 fresca di giornata...mmmm... appena raccolta 🤩🙏 Ma non diciamo scemate, faranno girarrosti perché gli fa comodo cosi Un'opportunità piuttosto,visto la crisi,e poi si vedono sorridenti, saranno soddisfatti...

Sono migliaia gli studenti positivi al Covid: i presidi si preparano alla DadNelle scuole dubbi sulle regole per le quarantene e la gestione dei contagi. «Sarà un gennaio in trincea». Troppi docenti assenti, toccherà fare la Dad e i sindaci si preparano a chiudere Regole inapplicabili mentre ci avviciniamo al picco dei contagi. Una tempesta perfetta che non si può affrontare con la vuota retorica del mantra “scuola sicura”. La decisione di riaprire resterà sulla coscienza dei responsabili.

Ridicoli “Scampati dal RdC grazie alla Dad” Se uno vuole studiare non c'è dad che tenga. All'università la dad è l'ultima delle cause di abbandono A me sembra sia colpa di qualcos'altro. due fessi!! Questo articolo piace al padrone di casa che affittava a peso d'oro i posti letto da fuori sede di questi due. 😵‍💫

Fate schifo. Sono due universitari che hanno optato per altro. Mentecatti che siete. Ma un tempo era roba da maurizio costanzo show, questa qua E per leggerlo mi chiedete pure dei soldi

Un equivoco di fondo sulla DadAbbiamo legato a doppio filo la didattica a distanza al Covid, individuandola come misura d’emergenza, come un problema anziché come una possibile soluzione - La Bandiera Bianca di AntonioGurrado AntonioGurrado I Presidenti di Regione possono salvare ognuno centinaia di Vite umane, semplicemente non riaprendo ora la scuola in presenza ma in Dad, contro l'assurda e irresponsabile scelta di Bianchi, che deve essere cacciato subito dal Governo AntonioGurrado Per esempio AIFA quando ha scritto che il vaccino anticovid serve a evitare la DAD?

Sarà vero!? Che schifo, siete diventati il corriere delle fake news. Non mi sorprende che le vendite vadano giù a picco Sarebbe corretto, sulla base di questi evidenti dati, un ritorno alla dad? Un rientro in sicurezza puó essere ben determinato da altri metodi. La dad nel 1917 Pensavo grappa *merito della Dad, hanno sicuramente fatto un upgrade

Ora però evitiamo di dire cazzate 😉 Che notizia del menga Che cosa stupida !

Scuola, Bianchi: 'Tutti siano responsabili, oggi ricorso alla Dad sarebbe un errore''La legge è molto chiara, permette ai presidenti di Regione di intervenire solo in zona rossa' sottolinea il ministro dell'Istruzione a proposito della decisione del presidente della Regione Campania De Luca Un conto è insistere sapendo che dopo una settimana saranno tutti a casa. Un altro conto è lavorare (cosa che nn succede da 2 anni a questa parte) per una messa in sicurezza delle classi che garantirebbe realmente la scuola in presenza. L' operazione sterminio non è ancora completata? COGLIONE! saranno comunque a casa in DAD dopo pochi giorni, ma ai domiciliari per quarantene continue!

Bravi i ragazzi con iniziativa! Disprezzo sul governodeipeggiori che non li aiuta a studiate con scuse ormai non più credibili da nessuno Basta Ma andate a cagare! Notizia non proprio fresca e chissà perché la si è voluta rilanciare oggi e in questi termini, peraltro non corrispondenti alle parole direi quasi entusiastiche dei ragazzi.

Colpa della DAD is the new 'a causa della Pandemia ci siamo resi conto che la nostra vera strada non sarebbe stata compiuta proseguendo gli studi, quindi abbiamo deciso di fare impresa e tentare qualcosa di nuovo. La DAD ci ha fatto capire che la scuola non era per noi 😂😂🤣😂🤣😂 ma seriamente scrivete questi articoli 🙈

Mortacci vostra manco il pesce ci incarto co sta monnezza O merito. Che scooppone Ma che notizia è? Due ventenni al massimo hanno abbandonato l'università. E sono migliaia che abbandonano l'università ogni anno da ben prima della dad. Se uno vuole studiare e imparare lo fa anche in dad

Chi controlla i bambini in Dad? S'è persa la norma sul congedo parentale per CovidIl governo pensa alla scuola ma dimentica di tutelare i genitori. Alla vigilia del rientro in classe, con il rischio didattica a distanza dietro l&39;angolo, manca una proroga per i permessi lavorativi che servono a restare a casa con i figli in quarantena. Usare il Milleproroghe?

Piuttosto l'articolo dovrebbe focalizzarsi sul fatto che i 2 ce l'hanno fatta perché figli di imprenditori che evidentemente li hanno aiutato. Interroghiamoci sul fatto che la scuola ha perso il ruolo di ascensore sociale Ha! Ma non diciamo stupidaggini! Chi vuole studiare studia, e basta. DAD nuova scusa.

è la loro Salvezzaaaa! 🙂 Un grande articolo. In linea con gli altri comunque. giornalistaterrorista Se spinge a fare gli imprenditori, occorrerebbe mantenere la dad per sempre. Due? Sono migliaia gli studenti che hanno abbandonato gli studi per colpa della Dad! Anche io quando mi son dato al porno ho dato la colpa alla DAD