Tiziano Renzi, Perquisizione, Fattura, Cellulare, Luigi Dagostino

Tiziano Renzi, Perquisizione

Traffico di influenze, il cellulare di Tiziano Renzi intestato a un altro

Tiziano Renzi usava il cellulare di un altro per paura di intercettazioni

10.10.2019

Tiziano Renzi usava il cellulare di un altro per paura di intercettazioni

Lo smartphone trovato durante una perquisizione a casa del padre dell’ex premier

Tiziano Renzi nei guai per colpa di un cellulare. Ancora una volta gli investigatori si sono presentati nella villa del padre dell’ex premier Matteo per una perquisizione disposta dalla Procura di Firenze, come riportato ieri dal quotidiano La Verità. Oltre ai computer i finanzieri del comando provinciale hanno portato via anche un telefono in uso a Tiziano che risulterebbe però intestato a un extracomunitario. Babbo Renzi avrebbe utilizzato quel cellulare al posto del suo dopo l’arresto per bancarotta fraudolenta (avvenuto il 18 febbraio scorso) per timore di essere intercettato. Questo sarebbe emerso dall’inchiesta per traffico di influenze illecite coordinata dal procuratore aggiunto Luca Turco e della pm Christine Von Borries. Sul registro degli indagati compare, oltre a Tiziano Renzi anche il suo ex socio, l’immobiliarista pugliese Luigi Dagostino. Le perquisizioni risalgono al 3 ottobre, pochi giorni prima della sentenza di condanna di Tiziano, della moglie Laura Bovoli e dello stesso Dagostino per false fatturazioni. Lunedì il giudice Fabio Gugliotta ha condannato i coniugi Renzi a 1 anno e 9 mesi ciascuno e Dagostino a 2 anni anche per truffa. Al centro del processo appena concluso due fatture emesse nel 2015 dalle società dei Renzi per uno studio di fattibilità di un punto ristoro all’outlet di Reggello: una di 24.400 euro emessa dalla Party il 15 giugno, l’altra di 170.800 euro dall’Eventi 6 il 30 giugno. Un progetto mai realizzato che, secondo l’accusa, consisteva in una breve relazione di poche pagine con piantine «copiate da un altro studio professionale e allegate a una mail informale». Incrociando le date delle fatture con l’agenda sequestrata a Dagostino la Procura ha ipotizzato, in un altro fascicolo, il reato di traffico di influenza. Il sospetto degli inquirenti è che quel denaro sia stato versato a Tiziano per la sua attività di lobbista. Dalle indagini è emerso che nel giugno 2015 Dagostino chiede a Renzi di fissare un appuntamento per il pm Antonio Savasta (titolare a Trani di un’inchiesta su Dagostino per false fatture e poi arrestato lo scorso gennaio per corruzione in atti giudiziari) con l’allora sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Luca Lotti. L’incontro avviene il 17 giugno a Palazzo Chigi: due giorni prima la Party aveva emesso la fattura da 24.400 euro. «Dopo gli articoli di giornali che mi accreditavano come amico di Renzi — aveva raccontato l’imprenditore pugliese alla pm Von Borries — ho ricevuto molte telefonate di persone interessate ad avvicinarlo». Uno di loro era il pm Savasta «interessato a presentare un disegno di legge in materia di rifiuti». «L’unico politico che avevo visto tre o quattro volte, tramite Tiziano Renzi, era Luca Lotti, all’epoca sottosegretario alla presidenza del consiglio. Fissai con lui, tramite Tiziano, un appuntamento. Entrai nel suo ufficio con Savasta, li presentai e me ne andai, senza assistere al colloquio che durò 30-40 minuti». La conferma nelle pagine dell’agenda: il 17 giugno 2015 alle 18 l’appuntamento con Savasta davanti a Palazzo Chigi. Il 15 giugno la Party aveva emesso la fattura, il 30 giugno la Eventi 6 emetterà la seconda fattura. «Mi rendo conto che era un prezzo esoso per uno studio di fattibilità — racconterà in aula Dagostino — e quando ho ricevuto le fatture sono rimasto abbastanza perplesso per l’importo, però in quel momento loro erano i genitori del presidente del consiglio, ho subito la sudditanza psicologica e non ho ritenuto di contestare le fatture. Dopo di allora non ho più avuto rapporti con Renzi». Ma l’agenda racconta un’altra verità: i rapporti tra i due sono proseguiti con incontri a Roma e in Puglia.

Leggi di più: Corriere della Sera

effettivamente usava il mio e ora io mi trovo il paletto nel qulo Che bei personaggi: lestofanti e imbroglioni🤹🏽‍♀️ In questo momento è al capo dell'esercito turco che sta massacrando i curdi ! Una persona veramente per bene🤪🤪🤪🤪 Tale padre... L’avrei fatto anch’io . Brava persona !! E queste sarebbero persone perbene, abituate a fare sotterfugi? Chi non ha niente da nascondere vive alla luce del sole

Ovviamente perché è in malafede

Sparatoria Germania, l’attentatore scende dall’auto e apre il fuocoSpari ad Halle, l’attentatore scende dall’auto e apre il fuoco Video

Firenze: sequestrati dalla Finanza cellulari, computer e pen drive di Tiziano Renzi - Il Fatto QuotidianoAlcuni telefoni cellulari, il personal computer, diverse pen drive. È quanto la Guardia di Finanza di Firenze ha sequestrato a Tiziano Renzi lo scorso 3 ottobre, quando le Fiamme Gialle si sono presentate nella sua villa di Rignano su ordine della Procura del capoluogo toscano, dove da marzo scorso Renzi senior e l’immobiliarista Luigi Dagostino … chi è il Macchiavelli? 🤔 questi devono rivolgersi all'alta corte dell'AIA non il cortile dei polli ma dova salvano mafiosi e camorristi ,facci un pensiero babbo di tanto figlio matteorenzi e mò?

L’era elettrica di Volkswagen inizia con la compatta ID.3La marca regina del gruppo di Wolfsburg introduce il primo modello basato sulla piattaforma Meb, sviluppata all’interno di un piano di investimenti da oltre 40 miliardi di euro Motore a scoppio tutta la vita.

In verde «per il rinascimento del calcio italiano». Ma non ci crede nessuno e spuntano tesi fantasioseLa tesi di Gravina sembra una pezza su ragioni di marketing. E spuntano ipotesi fantasiose: dall’omaggio a Greta al favore a Renzi o Lega Squallido, vendere l'Italia allo sponsor. Non comprerò mai più Puma. Nazionale Non è che il puma giallo sul verde risalta meglio? Uno squallore...

Amsterdam: a casa di GisèleIl servizio di copertina del numero di ottobre di Casa Vogue è dedicato a un palazzo olandese, rifugio per amici perseguitati e laboratorio d'arte

Parcheggi gratis sulle strisce blu se non ci sono stalli per i disabili - La StampaIl padre di una ragazza portatrice di handicap vince in Cassazione una battaglia durata 16 anni

Scrivi un Commento

Thank you for your comment.
Please try again later.

Ultime Notizie

Notizia

10 ottobre 2019, giovedì Notizia

Notizie precedenti

Sulle strade italiane

Prossime notizie

Siria, Trump: 'Il Pkk ha lavorato con gli Usa'. Ma per Washington è un gruppo terroristico - Il Fatto Quotidiano
Notizie precedenti Prossime notizie