Toro scatenato, contro la Fiorentina è poker: 4-0

10/01/2022 21:13:00

Toro scatenato, contro la Fiorentina è poker: 4-0

Qui Toro

Toro scatenato, contro la Fiorentina è poker: 4-0

I granata ci mettono fisico e testa, i viola irriconoscibili

Modificato il: 10 Gennaio 20222 minuti di lettura(lapresse)E’ una questione di testa, diceva Juric presentando una partita che il Toro ha preparato con due allenamenti. Ma i suoi ci hanno messo anche fisico e tanto cuore per schiantare una Fiorentina irriconoscibile, che conferma di avere un’altra velocità in trasferta. Un po’ il problema dei granata, che però giocano nel fortino del Grande Torino e fanno valere ancora una volta il fattore campo: ne esce un clamoroso 4-0 e la sesta vittoria nelle ultime sette partite. Non c’era modo migliore per tornare a giocare. E’ un successo che spazza i dubbi della vigilia dovuti soprattutto ad una settimana allucinante e conferma invece la crescita di una squadra che nell’ultimo mese e mezzo ha cambiato marcia. E così, sono tre vittorie consecutive nella prima partita dell’anno, dopo il 3-0 al Parma dell’anno scorso e il 2-0 alla Roma nel 2020. Tre punti che permettono al Toro di fare un bel balzo in classifica, agguanta Sassuolo ed Empoli e si avvicina alla zona Europa, ora distante quattro lunghezze. E nella prossima giornata è in programma la trasferta a Genova contro la Sampdoria: un vero e proprio test d’accesso.

Leggi di più:
La Stampa »

Lo stile di Francesca Michielin fuori da X Factor: tanto colore, giacche oversize e dettagli rock

Il guardaroba di Francesca Michielin raccontato nel video di Vogue Italia 7 Days in 7 Look Leggi di più >>

❤❤❤❤❤👏🏻👏🏻👏🏻👏🏻

Nightmare alley, il ritorno di Guillermo del ToroTra circhi e freaks, il nuovo film del regista messicano premio Oscar è una storia sulla credulità umana - di Mariarosa Mancuso

Toro, Cairo: “Abbiamo un paio di calciatori non vaccinati”Il patron granata promuove la riduzione della capienza agli stadi ma non il protocollo antiCovid della Serie A. E su Belotti: «Fatto tutto il possibile» Vaccinare per rispettare la tabella. In un altro giorno, sei già stato infettato da omicron. La bugia stessa.

Trionfo Toro, festival degli orrori viola: Brekalo è imprendibile, Vlahovic cancellato da BremerIl trionfo del Torino ha preso corpo e sostanza sul disastro della Fiorentina. Fortissimi i granata, frastornati i viola, alla loro peggiore prestazione dall’inizio

Dalle giovanili del Toro ai prestiti in Serie C. Chi è Luca Gemello, oggi all'esordio da titolare in A - TUTTOmercatoWEB.comLa grande novità di Ivan Juric per la sfida di oggi contro la Fiorentina ha il nome di Luca Gemello, portiere classe 2000 che partirà dal.

Serie A, la classifica aggiornata: il Toro sale a 28 e aggancia la coppia Empoli-Sassuolo - TUTTOmercatoWEB.comGara senza storia al Grande Torino, dove la Fiorentina conclude un primo tempo shock sotto di tre gol e peggiora la situazione nella ripresa: finisce.

Fiorentina ancora in vacanza, il Torino cala il poker: Brekalo showIl Torino travolge la Fiorentina nel match valevole per la ventunesima giornata di Serie A. Brekalo sugli scudi, ko pesantissimo per i viola

Francesco Manassero Modificato il: 10 Gennaio 2022 2 minuti di lettura (lapresse) E’ una questione di testa, diceva Juric presentando una partita che il Toro ha preparato con due allenamenti., e vale la lettura a prescindere dai film.10 Gennaio 2022 Modificato il: 10 Gennaio 2022 1 minuti di lettura TORINO.Share 6 Il trionfo del Torino ha preso corpo e sostanza sul disastro della Fiorentina.

Ma i suoi ci hanno messo anche fisico e tanto cuore per schiantare una Fiorentina irriconoscibile, che conferma di avere un’altra velocità in trasferta. Un po’ il problema dei granata, che però giocano nel fortino del Grande Torino e fanno valere ancora una volta il fattore campo: ne esce un clamoroso 4-0 e la sesta vittoria nelle ultime sette partite. Pochi mesi dopo Freaks Out  di Gabriele Mainetti, che aveva battuto lo stesso terreno. Non c’era modo migliore per tornare a giocare. La Lega ha fatto il massimo possibile, ma alla base c'è l'errore di un protocollo che non funziona». E’ un successo che spazza i dubbi della vigilia dovuti soprattutto ad una settimana allucinante e conferma invece la crescita di una squadra che nell’ultimo mese e mezzo ha cambiato marcia. Disadattati che danno spettacolo con i loro talenti, veri o presunti. E così, sono tre vittorie consecutive nella prima partita dell’anno, dopo il 3-0 al Parma dell’anno scorso e il 2-0 alla Roma nel 2020. La Fiorentina non è mai esistita , ha preso tre gol in mezz’ora, è stata annientata in ogni zona del campo ed è stata sepolta dai suoi incredibili errori in tutt’e quattro le azioni che hanno portato il Torino al gol.

Tre punti che permettono al Toro di fare un bel balzo in classifica, agguanta Sassuolo ed Empoli e si avvicina alla zona Europa, ora distante quattro lunghezze. O quando viene esibita – “ma solo nell’interesse della scienza, un quarto di dollaro, prego” – una creatura non del tutto umana che azzanna galline vive. Hanno sospeso alcune partite, ma hanno gestito tutto con una commissione tecnica. E nella prossima giornata è in programma la trasferta a Genova contro la Sampdoria: un vero e proprio test d’accesso. Lo stampo di Juric. Lo trova in un luna park ambulante, il tipo di spettacolo che Barnum ripulirà un pochino e renderà redditizio (per le sue tasche soprattutto) mettendo in mostra gemelle siamesi, sirene e donne barbute. I primi due gol granata sono il frutto della lezione imparata a memoria dal Torino. Dobbiamo avere attenzione nel rispetto della salute, ma il calcio deve andare avanti grazie al Super Green Pass», che non tutti i suoi – al momento – possono avere perché alla domanda se nel suo Torino i calciatori sono tutti vaccinati, ha risposto: «Tutti a parte un paio». Che in 6’ si porta improvvisamente sul 2-0 in una sfida che fino a quel momento non aveva detto nulla. E un saggio francese qualche anno fa aveva paragonato il Grande Fratello alle famiglie di esquimesi messe in mostra durante le esposizioni universali (sempre “nell’interesse della scienza etnografica”, in cambio di qualche soldino). La Fiorentina non giocava, non ci riusciva, mai data in tutta la stagione questa incredibile sensazione di impotenza.

Al 19’ il vantaggio scaturisce dai movimenti preferiti dall’allenatore croato, quello degli esterni. Vojvoda sfonda a sinistra e pesca dal lato opposto Singo che, dimenticato da Biraghi, di testa punisce Terracciano. Ora è tempo di pensare a giocare». Invece il raddoppio è la conseguenza del pressing alto che toglie fiato e lucidità alla difesa della squadra di Italiano, troppo molle a farsi rubare palla da Lukic. Poi per il 10 del Toro è facile scaricare la palla per Brekalo che da due passi buca di nuovo il portiere. Per l’ex del Wolfsburg c’è anche la soddisfazione della prima doppietta in Serie A, al 31’ gliela mette su un piatto d’argento Callejon che sbaglia il retropassaggio al portiere permettendo al veloce attaccante di intercettare la traiettoria e battere a porta vuota. IL   DEBUTTO DI IKONE’ - Il cambio di Vlahovic con Kokorin, al 28' del secondo tempo, è stata la firma di Italiano sulla resa della Fiorentina .

Diventando così il capocannoniere della squadra con 5 reti. La Fiorentina non c’è, nella ripresa dovrebbe provare a rialzare la testa e invece il Toro cala il poker dopo neanche un quarto d’ora approfittando di una retroguardia ancora una volta svagata. Stavolta ne approfitta Sanabria, che brucia il neo entrato Igor (al posto di un disastroso Martinez Quarta), scarta Terracciano ed infila il gol dell’assoluta tranquillità: è il quarto in campionato. Per la squadra di uno spento Vlahovic, controllato impeccabilmente da Bremer, arriva così la sesta sconfitta lontano da Firenze. Per il Toro, pur in emergenza e con l’esordio assoluto tra i pali del ragazzo del vivaio Luca Gemello, è invece la più grande iniezione di fiducia del campionato. Era quasi mezzo secolo, precisamente dal 1976, che il Torino non riusciva a segnare quattro gol in una partita di Serie A contro la Fiorentina .

Argomenti .